Energia solare: lanciato nuovo progetto Siemens-Angelantoni

Grazie ad un importante accordo siglato tra Angelantoni Industrie e il gruppo Siemens è nata la joint venture Archimede Solar Energie, che si occuperà della produzione di veri e propri ricevitori solari. Lo stabilimento, aperto a Massa Martana, in provincia di Perugia, è stato inaugurato proprio ieri.

Questo nuovo tipo di ricevitori, basato su alcuni studi effettuati dal premio Nobel Carlo Rubbia, è differente rispetto al “classico” pannello fotovoltaico: come questi ultimi ha come obiettivo la produzione di energia elettrica, ottenuta in questo caso dal sale fuso che viene utilizzato come fluido termovettore.

Il sale fuso è presente su degli specchi che vengono utilizzati per trasformare l’acqua in vapore, ottenendo così l’energia elettrica. Il sole, quindi, come fonte primaria per ottenere tale trasformazione, senza dover ricorrere a combustibili inquinanti o esauribili.

L’amministratore delegato di Angelantoni Industrie, Gianluigi Angelantoni, ha affermato che  l’investimento per la realizzazione dello stabilimento è stato di oltre 50 milioni di euro e si prevede una produzione di circa 75 mila ricevitori solari in un anno, con la possibilità di aumentarla a 140 mila nel prossimo futuro. Il nuovo stabilimento di Archimede Solar Energie prevede 200 nuovi posti di lavoro, riservati a figure professionali altamente specializzate.

Commenti Facebook: