Energia, senza fili

Al Mobile World Congress, siamo stati ospiti di Powermat e di Qualcomm che hanno sviluppato soluzioni (Powermat anche commercializzato) per la ricarica dei dispositivi senza la necessità che essi siamo collegati fisicamente a un cavo.

powermat

Dobbiamo dirlo: ad oggi sono scomodi, ingombranti e costosi, ma sono il futuro.

Nel 1980 i computer occupavano intere stanze e ora li teniamo in mano. L’elettricita senza fili non è una novità: l’aveva già sperimentata Tesla nel 1800 e chiunque, ancora ad oggi, la può definire magia. Vi consigliamo di vedere con attenzione il filmato, nonostante sia in lingua inglese le lampadine che si accendono nel terreno non lasciano spazio all’interpretazione.

Ma questa “magia” è frutto di una grande ricerca scientifica per risolvere i problemi collaterali di questa tecnologia.

Powermat è l’unico produttore al mondo a distribuirla su grande scala. Ovviamente i benefici sono minimi ad oggi. In quanto ogni dispositivo deve necessariamente essere equipaggiato con un apposito chip. Ma il futuro, alle porte, permetterà di avere integrati nei dispositivi i sensori di ricarica. A questo punto le stazioni di ricarica permetteranno l’interoperabilita tra tutti i dispositivi senza più preoccuparsi degli alimentatori, dei voltaggi e degli amperaggi.

Se hotel, case, ospedali, bar, ristoranti e perfino aerei e treni integreranno le basi di ricarica potremo superare le spine, le prese, le correnti di ogni paese e rendere tutto più semplice nella vita quotidiana.

powemat-futuro

Non è escluso che in futuro questi dispositivi permettano anche di trasferire le informazioni a dei centri media on e off line. Sarebbe semplice dotarli di una SIM dati. Ericsson già lo fa su alcune sperimentazioni biomediche.

L’unico question mark è il fatto della sicurezza e delle interferenze. Bisogna pero pensare al mondo odierno che già ci circonda con tantissimi campi elettromagnetici. Ancora nessuno studio ha confermato la pericolosità di essi, che è sicura ma ovviamente non si sa o non ci vogliono far sapere.

Ma il futuro è questo, e lo abbiamo toccato con mano.

albero-parlante-50-billon-connections

Sembra un banale albero, ma è magico. Volete sapere cos’è? Domani su Tom’s Hardware sarà svelata.

orld Congress, siamo stati ospiti di Powermat e di Qualcomm che hanno sviluppato soluzioni (Powermat anche commercializzato) per la ricarica dei dispositivi senza la necessità che essi siamo collegati fisicamente a un cavo.

powermat

Dobbiamo dirlo: ad oggi sono scomodi, ingombranti e costosi, ma sono il futuro.

Nel 1980 i computer occupavano intere stanze e ora li teniamo in mano. L’elettricita senza fili non è una novità: l’aveva già sperimentata Tesla nel 1800 e chiunque, ancora ad oggi, la può definire magia. Vi consigliamo di vedere con attenzione il filmato, nonostante sia in lingua inglese le lampadine che si accendono nel terreno non lasciano spazio all’interpretazione.

Ma questa “magia” è frutto di una grande ricerca scientifica per risolvere i problemi collaterali di questa tecnologia.

Powermat è l’unico produttore al mondo a distribuirla su grande scala. Ovviamente i benefici sono minimi ad oggi. In quanto ogni dispositivo deve necessariamente essere equipaggiato con un apposito chip. Ma il futuro, alle porte, permetterà di avere integrati nei dispositivi i sensori di ricarica. A questo punto le stazioni di ricarica permetteranno l’interoperabilita tra tutti i dispositivi senza più preoccuparsi degli alimentatori, dei voltaggi e degli amperaggi.

Se hotel, case, ospedali, bar, ristoranti e perfino aerei e treni integreranno le basi di ricarica potremo superare le spine, le prese, le correnti di ogni paese e rendere tutto più semplice nella vita quotidiana.

powemat-futuro

Non è escluso che in futuro questi dispositivi permettano anche di trasferire le informazioni a dei centri media on e off line. Sarebbe semplice dotarli di una SIM dati. Ericsson già lo fa su alcune sperimentazioni biomediche.

L’unico question mark è il fatto della sicurezza e delle interferenze. Bisogna pero pensare al mondo odierno che già ci circonda con tantissimi campi elettromagnetici. Ancora nessuno studio ha confermato la pericolosità di essi, che è sicura ma ovviamente non si sa o non ci vogliono far sapere.

Ma il futuro è questo, e lo abbiamo toccato con mano.

albero-parlante-50-billon-connections

Sembra un banale albero, ma è magico. Volete sapere cos’è? Domani su Tom’s Hardware sarà svelata.

Commenti Facebook: