Energia in Iran, un nuovo progetto per ricavarla dai rifiuti

La modernizzazione dell’Iran passa anche attraverso un progetto energetico di quelli davvero interessanti. Sono trapelate alcune voci che l’Iran avrebbe un potenziale di oltre 100mw di energia al giorno, e il tutto sarebbe sostenibile attraverso lo smaltimento dei rifiuti.

I passi avanti dell'Iran

Tradurre i rifiuti in elettricità sarebbe un bel colpo per un paese, che solo per contrasti interni, non è ancora tra le potenze emergenti di questo nuovo mondo in netta rivoluzione economico-sociale. Questa possibilità è il frutto di un comunicato che viene proprio dall’organizzazione per le energie rinnovabili iraniana che per mezzo di un portavoce ha resto nota quest’allettante ipotesi.

La città di Theran, produce giornalmente circa 7000 tonnellate di rifiuti e buona parte di tali scarti potrebbero essere utilizzati per produrre elettricità.

In prosettiva sottolineano gli esperti, il riciclo energetico dei rifiuti in Iran potrebbe raggiungere quote sorprendenti, addirittura pari al 90%. In tal modo si potrebbero eliminare tutta una serie di problemi che gravitano moltissimo sull’ambiente, la maggior parte dei quali, determinati da discariche e altri siti di stoccaggio dei rifiuti.

Attualmente l’Iran produce ogni giorno 40.000 tonnellate di rifiuti da cui viene riciclato solo l’8%. L’obiettivo è di quelli possibili, bisogna però vedere se le antiquate strutture dell’ex impero di Persia sono capaci di sostenere questi nobili propostiti di energia sostenibile.

Confronta Offerte Energia »

Commenti Facebook: