Energia green, al via bando di 100 mln per le biomasse

Avviato un nuovo bando dal Ministero dello Sviluppo Economico rivolto alle imprese del settore della produzione energetica, per promuovere l’energia pulita, il risparmio energetico e la riduzione dell’impatto ambientale. Le spese ammissibili, che ammontano da 2 a 25 milioni di euro, dovranno riguardare programmi di investimento volti ad incentivare e valorizzare l’energia dalle biomasse.

L’energia da biomasse

Con il termine biomasse si intendono in linee generali gli scarti dell’agricoltura. Nello specifico, si tratta della frazione biodegradabile (d’origine biologica) dei prodotti, rifiuti e residui provenienti dall’agricoltura, selvicoltura, pesca e acquacoltura e industrie collegate, così come i rifiuti industriali e urbani biodegradabili. Sono comprese inoltre gli sfalci e le potature derivati dal verde pubblico e privato.

Gli aiuti previsti nel Bando puntano a beneficiare gli investimenti riguardanti il riutilizzo e la valorizzazione delle biomasse, la tutela dell’ambiente e lo sviluppo territoriale.

Le risorse finanziarie

Le agevolazioni messe a disposizione ammontano a 100 milioni di euro per la Linea d’attività 1.1 “Interventi di attivazione di filiere produttive che integrino obiettivi energetici ed obiettivi di salvaguardia dell’ambiente e dello sviluppo del territorio” del Programma operativo interregionale (Poi) “Energie rinnovabili e risparmio energetico” dell’agenda 2007-2013. Sono ammessi agli incentivi le proposte con un importo complessivo delle spese ammissibili compreso tra 2 e 25 milioni di euro.

Chi può accedere?

I beneficiari del Bando sono le società, i consorzi e le associazioni tra imprese attivi nell’ambito della produzione e distribuzione di energia elettrica, biocarburante, biometano o calore, comprese le attività di servizi associati, che utilizzano come fonti di energia le biomasse.

Domanda e scadenza

Le domande per l’accesso ai contributi vanno inoltrate online dai potenziali beneficiari attraverso il sito istituzionale del Ministero. Inoltre, una versione cartacea della domanda dovrà essere pervenuta a partire dal 18 marzo e fino al 17 aprile 2012.

Commenti Facebook: