Energia elettrica mercato libero o maggior tutela?

Nel mondo dell’energia elettrica le offerte in grado di soddisfare i clienti sono molte. Ma la prima domanda da farsi prima di identificare qual è il miglior fornitore e la miglior offerta è se rimanere nel mercato a maggior tutela o passare invece al mercato libero. La risposta è abbastanza scontata, vediamo il perché.

mercato libero
Il mercato libero ti fa risparmiare,, scopri di più

Mercato libero o mercato a maggior tutela? La scelta per risparmiare è d’obbligo. E’ il primo mercato, caratterizzato dalla concorrenza tra operatori a garantire i migliori prezzi e un servizio di qualità.

Nascita del mercato libero dell’energia

Il processo di nascita del mercato libero è stato avviato nel 1999 con alcune iniziative legislative (Decreto legislativo 16 marzo 1999, n. 79 anche noto come Decreto Bersani e completato nel luglio 2007. In risposta a quanto previsto dalle normative europee ogni consumatore ha la possibilità di scegliere autonomamente il venditore e le condizioni per la fornitura dell’energia elettrica. Inoltre con delibera n. 105/06 del 30 maggio 2006 (entrata in vigore 1 gennaio 2007), l’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha approvato il cosiddetto Codice di condotta commerciale per la tutela dei clienti idonei in bassa tensione.

Viste le premesse, appare evidente che oltre ad esservi tutela del cliente finale, il mercato libero apre le porte al risparmio. Il mercato di maggior tutela invece è caratterizzato da prezzi imposti e controllati. Il fornitore che eroga il servizio è però unico (Enel) che non entra in competizione direttamente con altri fornitori (si tratta sostanzialmente di un’eredità di monopolio del passato).

Scopri Eni link

I vantaggi del mercato libero

Il mercato libero, essendo caratterizzato dalla presenza di numerosi fornitori si distingue per una maggior competitività. I prezzi intendono “catturare” quanti più clienti possibili così come i servizi proposti. Ecco che infatti spiccano proprio tra questi ultimi:

  • possibilità di pagare con Rid; 
  • possibilità di ricevere la bolletta in via cartacea;
  • accesso al proprio conto online;
  • eventuali sconti extra e raccolte punti.

Per quanto riguarda le tariffe invece è possibile scegliere tra:

  • monorarie 
  • biorarie (e in rari casi anche triorarie).

Il primo caso prevede che il prezzo pagato per l’energia sia sempre uguale a qualsiasi ora del giorno; nel secondo caso invece dalle 19.00 alle 8.00 e poi nei weekend si pagherà una tariffa più bassa. Nelle triorarie è prevista un’ulteriore riduzione nelle ore notturne.

Altro vantaggio del mercato libero è la possibilità di scegliere energia verde, ovvero la garanzia che l’energia di cui si usufruisce proviene da fonti rinnovabili.

Alcune tariffe vantaggiose

Simulando la spesa di una famiglia di 4 persone (consumo annuo stimato di 4300 kWh) i più convenienti sono:

  • Enel e-light bioraria;
  • Edison Best bioraria;
  • Illumia Smart Web trioraria.

La prima offerta di Enel prevede un costo dell’energia elettrica di 0,07500 €/kWh in fascia diurna e 0,01800 €/kWh durante gli orari serali e weekend. Tra le altre cose vi è la garanzia di fornitura di energia verde; partecipazione alla raccolta punti Enelpremia 3.0; bolletta elettronica; servizio notifiche SMS; carta vantaggio EnelMia.

Edison Best bioraria prevede invece un costo di 0,07600 €/kWh nell’orario di punta e 0,02000 €/kWh negli orari serali e weekend. Gli altri benefici sono 300 punti in omaggio sul programma Noi Edison che permette di raccogliere punti e aggiudicarsi bei premi e la possibilità di essere informati se c’è una tariffa migliore.

L’offerta di Illumia Smart Web prevede un costo di 0,07500 €/kWh nell’orario di punta, 0,02500 €/kWh in orari serali e 0,02000 €/kWh nelle ore notturne. Altri vantaggi sono la possibilità a 2 euro/mese di avere energia rinnovabile; pagamento con RID risparmiando sul bollettino e nessun deposito cauzionale.

Scopri Illumia Smart Web trioraria

Commenti Facebook: