Energia da fonti rinnovabili

L’attenzione nei confronti della produzione di energia da fonti rinnovabili non è mai stata così elevata. Ma quali sono le fonti rinnovabili? E quanta energia è possibile trarre da tali risorse? Cerchiamo di approfondire il tema, scoprendo qualcosa in più su un settore in continua espansione.

Un focus sulle fonti energetiche rinnovabili
Un focus sulle fonti energetiche rinnovabili

Cosa sono le fonti rinnovabili

Per cercare di chiarire alcuni dei principali interrogativi legati alle modalità di produzione di energia da fonti rinnovabili, non possiamo che cominciare con un piccolo focus su cosa si intenda per “fonte rinnovabile”. Sostanzialmente, la fonte di energia può essere annoverata come “rinnovabile” se il suo sfruttamento avviene in un tempo che risulta essere confrontabile con il tempo che è necessario per la sua generazione.

Pertanto, contrariamente a quanto avviene con i tradizionali combustibili fossili, le fonti rinnovabili possono essere considerate come “inesauribili” (il tempo necessario per poter disporre di nuovi combustibili fossili è infatti enormemente più esteso rispetto alla disponibilità di una bella giornata di sole, o di una giornata ventosa).

In tal senso, un primo passo di cautela nell’approfondire tali temi consiste nel non confondere le fonti di energia rinnovabile con le fonti “sostenibili” o quelle “alternative”: le locuzioni – che pure spesso vengono utilizzate come sinonimi – indicano in realtà significati ben diversi. Le fonti di energia sostenibile sono infatti tutte quelle che rispondono a specifici requisiti di efficienza energetica, mentre le fonti di energia alternativa sono quelle che utilizzano risorse diverse dagli idrocarburi (andando dunque a ricomprendere anche l’energia nucleare).

Dunque, attenzione a cosa si dice (e come): le fonti di energia rinnovabili sono principalmente quelle legate allo sfruttamento del sole, del vento, del mare e del calore della Terra.

Quanto sono importanti le fonti di energia rinnovabile

Le fonti di energia rinnovabile sono estremamente importanti per il prossimo futuro, essendo destinate a giocare un ruolo fondamentale nello sviluppo sociale ed economico del Paese: le fonti rinnovabili contribuiscono infatti a ridurre la storica dipendenza dai combustibili fossili, contengono la quantità di emissioni di gas serra nell’atmosfera, possono creare nuova occupazione.

Confronta tariffe energia elettrica

Secondo Legambiente, attualmente l’Italia è nella media europea per consumo interno lordo di energia rinnovabile, con un valore pari al 16%. Tuttavia, sottolineava la stessa associazione, per il 65% lo sfruttamento è indotto da energia idroelettrica e geotermia, per il 30% dalle biomasse e solo per il 3% dalle nuove fonti rinnovabili, con un peso dell’eolico pari al 2,1% e quello del solare, ancora inferiore.

Energia rinnovabile, i nuovi obiettivi proposti dall’Europa

Al fine di porre degli obiettivi misurabili nella strada di un più congruo sfruttamento dell’energia elettrica rinnovabile, la Commissione Europea ha predisposto una revisione degli obiettivi per il 2030. In particolare, si punta a garantire una riduzione del 40% nelle emissioni di Co2 (vincolante per gli Stati membri), un incremento del 27% per le energie rinnovabili (vincolante solo a livello comunitario) e un incremento del 30% nell’efficienza energetica. Obiettivi che vengono spesso contestati dalle principali associazioni ambientaliste, che lamentano un’arretratezza di tali mete nei confronti del macro obiettivo di riduzione delle emissioni di almeno il 95% entro il 2050, al fine di contenere il riscaldamento del Pianeta sotto la soglia, definita critica, dei 2 gradi.

Energie rinnovabili & co., gli obiettivi proposti dalle associazioni di settore

Come già anticipavamo poche righe fa, gli obiettivi sopra esposti non hanno trovato il favore delle principali associazioni ambientaliste. Proprio per questo motivo Greenpeace, Legambiente e WWF hanno stimato una serie di “contro-target”, più ambiziosi, che si ipotizzava in tempi recenti di inserire nell’accorso sul clima e sull’energia.

Tra i principali ricordiamo l’obiettivo riduzione delle emissioni di gas serra che sia pari al 55% (contro il 40% proposto dalla Commissione), e l’esclusione dell’utilizzo dei crediti internazionali per il raggiungimento di tale obiettivo (oggi si calcola che circa i tre quarti dei crediti esterni comunitari sia utilizzato in Russia, Ucraina e Cina, andando così a penalizzare gli investimenti locali nelle tecnologie pulite). Tra gli altri obiettivi ipotizzati, anche un target vincolante per l’efficienza energetica, pari al 40% (e non il 30% come invece previsto dalla Commissione).

Energie rinnovabili, come dare il proprio contributo

A margine del nostro odierno approfondimento, ricordiamo come tutti gli utenti finali nel processo di distribuzione di energia elettrica possano fornire il proprio fattivo contributo al fine di incentivare la produzione e il consumo di tali risorse. Come?

Tra i metodi principali ricordiamo come, usufruendo del servizio di comparazione, sia possibile cercare di individuare le migliori tariffe di energia elettrica e di gas attraverso l’individuazione delle proposte che utilizzano Energia Verde. In questo modo sarete certi di usufruire di un servizio di consumo di energia elettrica proveniente esclusivamente da fonti di energia rinnovabile, fornendo un proprio piccolo – ma importante – contributo al settore.

Vi consigliamo inoltre di ripetere periodicamente le stesse ricerche nel corso dei mesi. Spesso le condizioni economiche di offerta dei singoli operatori variano anche in misura piuttosto vistosa, e un monitoraggio attento delle principali proposte commerciali potrà certamente garantirvi le migliori soddisfazioni nel raggiungimento dell’obiettivo finale del risparmio in bolletta.

In tal senso, vi suggeriamo dunque di calendarizzare un periodico utilizzo di SosTariffe.it quale vostro servizio di comparazione preferenziale, e consultare il nostro ricco portale informativo. Troverete tantissimi consigli e suggerimenti per poter arrivare in tempi rapidi a una più efficiente riduzione dei costi in bolletta, potendo dunque aggiudicarvi le condizioni economiche più ghiotte, i servizi di qualità più elevata, e le opzioni aggiuntive dedicate e riservate alle nuove attivazioni o alle migrazioni da altri operatori.

Commenti Facebook: