Enel prepara installazione di nuovi contatori fiber- ready

Enel si prepara a giocare un ruolo fondamentale nel passaggio alla fibra ottica, affermando di voler portare Internet ad altissima velocità nelle case degli italiani grazie alla sostituzione di 33 milioni di vecchi contatori, con nuovi contatori fiber-ready. Il nuovo piano è stato annunciato dall’amministratore delegato Francesco Starace, secondo cui i nuovi dispositivi consentiranno di portare la fibra nei condomini senza scavi.

enel
Enel prepara maxi piano di interventi

Il top manager di Enel spiega pertanto che in questo modo l’Italia potrebbe risolvere uno dei suoi ritardi strutturali in maniera ottimizzata, procedendo alla sostituzione di tutti quei contatori che Enel ha montato nel periodo 2001 – 2006. “I nostri erano già oggetti digitali, ma con vita utile di 15 anni. Il nostro programma era di sostituirli tutti, ma si è aggiunta una opportunità incredibile” – ha affermato l’amministratore delegato – “gli operai che vengono a casa possono sostituire il vecchio contatore col nuovo ma infileranno anche questo cavetto nel tubo e potranno passarlo per strada, senza scavare nulla”.

Per quanto concerne gli oneri, il manager della compagnia energetica afferma che i costi sarebbero marginali, visto e considerato che il viaggio è già “pagato” dalla sostituzione del contatore dell’energia elettrica e che il costo del cablaggio in case è notevolmente ridotto.

La migrazione dai vecchi ai nuovi contatori avverrà naturalmente in maniera graduale. Dal 2016 al 2020 – prosegue il manager – verranno effettuate tutte le operazioni di sostituzione, per procedere al cablaggio in tutta Italia. Una soluzione che Starace ha definito essere “razionale” al problema della diffusione della banda larga, con costi inferiori rispetto ad altre iniziative. Non solo: la soluzione sembra essere maggiormente rispettosa del decoro urbano, valutato il fatto che non sarà necessario riempire le strade di armadi stradali.

Confronta offerte Energia elettrica

Infine, un ultimo riflesso non sottovalutabile. L’amministratore delegato ha dichiarato che per questa operazione la compagnia assumerà tecnici ed ingegneri, per un investimento complessivo che è oggi valutato intorno ai 2,5 / 3 miliardi di euro. Per la partenza dell’operazione si attendono ora solamente gli ultimi step da condividere con l’Autorità nazionale in relazione alle funzionalità, alle specifiche tecniche, ai vantaggi per gli utenti e alla formalizzazione dell’iter.

Commenti Facebook: