ENEA, le tre proposte per l’energia sostenibile

ENEA, l’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo sostenibile ha presentato tre proposte innovative per lo sviluppo sostenibile il 28 gennaio a Roma. Le proposte riguardano l’adozione di etichette ecologiche per riportare il gas serra prodotto dai beni di consumo, interventi bio-edilizi per la sicurezza sismica e l’introduzione di una tassa sui beni che generano molti rifiuti.

sviluppo sostenibile, nuove proposte
Le nuove proposte dell'ENEA per lo sviluppo sostenibile

Le tre proposte presentate dall’ENEA rientrano nell’ambito del progetto “Idee per lo sviluppo sostenibile“, e sono:

  1. l’adozione di un sistema di etichette ecologiche che riportano il livello di gas serra prodotto da ogni bene di consumo, per far sì che i consumatori possano scegliere i prodotti low-carbon e contrastare il ‘dumping ambientale’ a livello mondiale;
  2. nuovi interventi edilizi riguardante la sicurezza sismica e l’eco-efficienza negli edifici pubblici, i quali potrebbero essere finanziati con le multe all’abusivismo edilizio;
  3. l’introduzione di una nuova tassa o ‘contributo ambientale’ sui beni che producono molti rifiuti.

Queste proposte sono state presentate da un gruppo di esperti, dato che il progetto “Idee per lo sviluppo sostenibile” è aperto alla partecipazione di diversi attori, del pubblico e il privato, associazioni e consumatori.

L’ideazione di strategie di lungo periodo in grado di coniugare lo sviluppo economico con il rispetto per l’ambiente – ha sottolineato il commissario ENEA, Giovanni Lelli – rappresenta una grande opportunità per il sistema-Paese, dal momento che la sostenibilità è diventata un elemento imprescindibile per il rilancio del tessuto produttivo italiano“.

Interessato alle energie rinnovabili? Nel mercato libero della luce vi sono tariffe energia verde che prevedono l’erogazione di energia elettrica proveniente da sole fonti rinnovabili, e che consentono addirittura un risparmio rispetto i prezzi stabiliti dall’Autorità.

Il passaggio al mercato libero è gratuito, per avere una fornitura green non occorrono cambi al contatore o agli impianti e la continuità del servizio è garantita dall’AEEG.

Per maggiori informazioni, consultate il nostro portale di confronto per le tariffe dell’energia elettrica green.

Vai alle Offerte Energia Verde

Commenti Facebook: