Edison Luce e Gas, opinioni e tariffe

Edison Energia è uno tra i principali venditori di energia elettrica e gas presenti nel mercato libero. Le opinioni sul servizio di Edison sono positive anche se dubbi e domande sono ancora all’ordine del giorno: di fatto la liberalizzazione del mercato di Energia Elettrica è avvenuta da poco e ancora poche famiglie sono a conoscenza della possibilità di cambiare fornitore e così risparmiare sulla bolletta della luce e del gas.

Ecco perché SosTariffe ha intervistato Edison cercando di chiarire tutti i possibili aspetti delle tariffe, ai contratti, comprensione delle bollette, autolettura del contatore, numero verde per l’assistenza e molto altro ancora.

Edison è stato tra i primi operatori a proporre un’offerta nel mercato libero. Come giudicate la situazione Italiana?

L’ultima barriera della liberalizzazione nel mercato elettrico crollata nel luglio del 2007. Noi sul mercato … siamo di fatto entrati a fine 2008 e per quanto oggi un poco meno del 10% del mercato potenziale sia passato sul mercato libero, sicuramente c’è molto da fare soprattutto in termini di formazione nei confronti dei clienti e io credo che dei 29milioni di famiglie potenziali, non tutte abbiano un’informazione corretta e noi in questo senso ci stiamo muovendo sia come campagne TV sia con la nostra rete di vendita e pensiamo ad oggi soprattutto sul mercato residenziale di essere la vera alternativa all’ex monopolista.

E’ semplice cambiare operatore? Che cosa è necessario fare? Bisogna effettuare degli interventi tecnici?

Cambiare operatore molto semplice, soprattutto gratuito e non comporta nessun disservizio di natura tecnica nè nessuna interruzione di servizio. Questo molto importante perchè molti clienti, magari memori di una disgraziata esperienza nel mercato della telefonia, oggi hanno il timore di cambiare operatore nel campo dell’energia. Si tratta di un semplice cambio amministrativo. Sottoscrivere un contratto  semplicissimo soprattutto per noi. Si può fare via web o chiamando 800-14-14-14 oppure sempre via web sul sito www.edisoncasa.it oppure tramite un nostro consulente. Non comporta nessun costo di attivazione, non comporta nessun intervento sul contatore e anche in caso di recesso non comporta nessun costo di disattivazione.

Che differenza c’è tra prezzo fisso e prezzo indicizzato? Quale dovrebbe scegliere il consumatore e cosa offre Edison?

A questo punto separerei vari argomenti. Affronterei per primo quello del prezzo fisso ed indicizzato. Diciamo che il parallelismo con i mutui èforse il più congruente. Come il mutuo a tasso fisso, il prezzo fisso viene deciso dal cliente all’atto della sottoscrizione e tale viene mantenuto per la durata del contratto. Mentre il prezzo indicizzato è quello che segue lo scenario e il costo dell’energia che vale generalmente in dipendenza del costo del petrolio. E’ la scelta più adatta per chi ha una maggiore propensione al rischio perchè un prezzo che può variare. Per quanto ci riguarda noi seguiamo l’andamento del prezzo indicato dall’autorità per quanto riguarda l’indicizzato. Non è proprio indicizzato il nostro ma un prezzo che sconta la tariffa dell’autorità che di base cambia ogni 3 mesi. Quindi noi sull’indicizzato di fatto facciamo uno sconto sul prezzo dell’autorità (PED = Prezzo energia dispacciamento) e questo varia ogni 3 mesi. Se invece un nostro cliente decide di sottoscrivere con Edison una tariffa a prezzo fisso, questa viene stabilita all’atto della sottoscrizione e tale rimane per i seguenti 24 mesi. Questa è la prima distinzione.
Dopodichè il contratto a prezzo fisso o prezzo indicizzato può essere monorario o biorario. Può seguire la fascia per la tariffa bioraria o monoraria. La tariffa monoraria più semplice ed ha un costo unico indipendentemente dal valore di utilizzo mentre la tariffa bioraria prevede due fasce di utilizzo: la F1 e la F2. In genere la F1  la fascia che va dalle 8 alle 19 e ha un costo, la F2 va dalle 19 alle 8 dell’indomani mattina per i giorni feriali ed è prevista anche per il weekend ed ha un costo inferiore. Quindi, avrà interesse a scegliere, per esempio, la tariffa bioraria, chi utilizza gli elettrodomestici nella fascia serale e nel weekend. Chi fa un maggior consumo di energia di sera e nel weekend perchè il prezzo dell’F2 è più basso.
Per quanto riguarda Edison, è andata al di là. Proponiamo addirittura, oltre alla tariffa monoraria e bioraria, anche un’offerta trioraria, dove abbiamo una fascia notturna nella quale il costo dell’energia è bassissimo. Questa per esempio è molto conveniente per chi decide di utilizzare gli elettrodomestici di notte o nel weekend e devo dire che ha riscosso un grandissimo successo.
Edison offre tutto, prezzo fisso, indicizzato, tariffe multiorarie o monorarie e diciamo che la scelta deve essere fatta in base al consumo del cliente. In primis il cliente che analizza una propria bolletta ma soprattutto che analizza le proprie abitudini di consumo è facilmente indirizzabile verso una scelta piuttosto che un’altra, o da un nostro consulente oppure sul nostro sito o chiamando uno dei nostri consulenti all’800-14-14-14. Il nostro sito, lo ricordo è edisoncasa.it.

Che cosa sono le tariffe biorarie e per chi sono convenienti?

La tariffa bioraria  quella che prevede due costi differenti a seconda dell’ora di utilizzo e di consumo dell’energia. Generalmente la distinzione è tra fascia diurna e serale e weekend. Per poter sottoscrivere un’offerta con la tariffa biorariaè necessario avere un contatore elettronico. Ad oggi sono il 95% dei contatori presenti sul mercato e su indicazione dell’autorità dovranno essere il 100% entro luglio 2010.
Se un cliente ha oltre il 66% del suo consumo concentrato nelle fasce serali e nei weekend, sicuramente la tariffa bioraria sarà la tariffa più adeguata al suo profilo. Edison è andata anche oltre, ha previsto un contratto con una tariffa trioraria dove nelle ore notturne è previsto un costo ancora più basso dell’energia, quindi indirizzando l’utilizzo di alcuni elettrodomestici (quelli ovviamente più silenziosi) durante la notte. In questo caso il risparmio sarà ancora più alto.

Dopo il periodo a prezzo fisso/indicizzato indicato al momento della sottoscrizione dell’offerta cosa succede? Quale prezzo viene applicato?

Fino alla scadenza naturale del contratto viene applicato un prezzo, se si parla di prezzo fisso, sarà quello indicato nel contratto alla sottoscrizione. Se si tratta di prezzo indicizzato il prezzo varierà a seconda del prezzo indicato dall’autorità. Per quanto ci riguarda alla fine del contratto, questo viene rinnovato tacitamente. Nel caso in cui Edison dovesse cambiare le condizioni di fornitura, lo comunica preventivamente con 60 giorni di anticipo al cliente, che al quel punto ha libero arbitrio di proseguire con la fornitura, oppure di recedere il contratto.

Le bollette presentano voci di costo diverse da operatore a operatore: non vi è ancora una concordanza sulla standardizzazione delle informazioni. Come si presenta la bolletta di Edison? Sono mostrati chiaramente i costi? Quali sono le voci di costo alle quali il consumatore deve prestare attenzione?

Per quanto riguarda la nostra bolletta, sicuramente abbiamo seguito degli standard di semplificazione massima. La prima cosa che abbiamo indicato sulla nostra bolletta in alto a sinistra sono i numeri per il servizio clienti ed i vari riferimenti (e mail, servizio di auto lettura e il fax verde). Chiaramente tutti i nostri numeri sono numeri verdi. Poi il sito web dove il cliente può reperire tutte le informazioni che ritiene utile rispetto quelle che sono indicate in bolletta.
E’ molto semplice: c’è un totale in alto a sinistra che comprende chiaramente tutti i costi (consumo e oneri passanti) e nella prima pagina, di fatto, vengono riepilogati quelli che sono le indicazioni fondamentali quindi il nome del contratto, la potenza impegnata, la tensione d’uso, che per una famiglia, quella standard è220V.
Girando la bolletta, di fatto con un’unica pagina abbiamo fronte retro ed esaudiamo tutte le richieste del cliente, abbiamo i consumi (in questo caso una bolletta con 3 fasce orarie, la trioraria) e per ogni fascia oraria il consumo e il tipo di lettura se reale o stimato. E poi l’energia in KW ore. La somma dei KiloWatt e quindi consumo nel bimestre di quel cliente. Niente di più semplice e poi gli oneri passati sono indicati in maniera molto chiara. L’IVA è sempre quella da legge. Veramente abbiamo cercato di sfruttare al massimo le indicazioni dell’autorità per una semplificazione totale della nostra bolletta. Devo dire che a tal riguardo non abbiamo mai avuto contestazione da parte dei nostri clienti per quella che fosse la complessità della lettura della bolletta.

Capita a volte che le bollette non arrivino, o ne arrivi una cumulata, o che un conguaglio, in addebito per il cliente, porti a importi molto elevati. Come ci si deve comportare in queste situazioni? Si può chiedere la rateizzazione della bolletta?

Devo dire che noi le letture che comunichiamo ai nostri clienti sono quelle che sono indicate dal distributore locale. Ripeto che il passaggio dal proprio operatore verso Edison è di fatto un passaggio amministrativo quindi i dati che ci vengono forniti se il cliente non opera nessuna azione proattiva, sono quelli di ricevere i dati letti dal distributore locale e noi li riportiamo nella nostra bolletta fatturandoli nei nostri indirizzi.
Il cliente invece con noi può essere sicuramente proattivo chiamando, per quanto riguarda l’autolettura, il numero verde 800 03 111 5. Chiamando questo numero può effettuare l’autolettura in maniera vocale o andando su edisonenergia.it, registrandosi e ogni mese indicando il consumo reale. Nel caso in cui la bolletta dovesse essere sovrastimata, comunque chiamare il servizio clienti il cui numero è evidenziato in alto a sinistra sulla nostra bolletta, e comunicare la lettura reale. In queste caso provvederemo allo storno e alla rifatturazione con i dati del cliente. Quindi diciamo che generalmente i problemi si hanno quando i consumi sono stimati. I consumi sono stimati quando ripeto in linea di massima è un discorso che vale per il 90% dei clienti, quando non si ha il contatore elettronico. L’autorità ha determinato come data ultima per distributori locali e installazione contatori elettronici, luglio 2010, quindi in quella data tutti i clienti dovrebbero avere contatore elettronico. A quel punto si deve parlare solo di lettura legale e non stimata.

Bollette salate, ci sono molti casi di letture stimate ingiustificatamente alte. Come si fa con Edison a comunicare gli importi corretti e a chiedere quindi lo storno? E’ possibile l’autolettura?

Con noi l’autolettura  possibile chiamando numero verde 800 031115 o andando su edisonenergia.it registrandosi ovviamente. Quindi noi siamo dei grandissimi coautori dell’autolettura perché crediamo che sia un servizio di trasparenza nei confronti del cliente quindi invitiamo i nostri clienti ad effettuare comunque l’autolettura anche se hanno un contatore elettronico, perché con pochi secondi impegnati secondo me si possono risparmiare dei disservizi.

Cosa sono le tariffe Dual Fuel e per chi sono convenienti?

Le tariffe Dual Fuel sono le tariffe che prevedono la fornitura del gas e dell’elettricità con una fatturazione unica. Questa generalmente è la definizione della tariffa Dual Fuel. Come Edison non la vediamo come un grandissimo vantaggio. Noi preferiamo la vendita dei servizi in bundle quindi accoppiati. Noi vendiamo sia luce che gas ma li fatturiamo separatamente perché pensiamo che di fatto il vantaggio per il cliente sia quello di avere un unico fornitore perché ovviamente l’attenzione al cliente che ha Edison è la stessa sia per un cliente elettrico che per un cliente gas. Ma il cliente deve comunque e sempre avere il libero arbitrio di poter gestire separatamente i due servizi. Quindi nel caso malaugurato se vuole disdettare uno dei due non innescare dei processi farraginosi per cui dalla bolletta unica si passa a quella singola dell’elettrico o del gas quindi una serie di procedure che comunque infastidiscono il cliente. Noi cerchiamo di rendere la vita al cliente semplice e soprattutto di fornire servizi convenienti quindi non vincoliamo la sottoscrizione di un servizio all’altro ma per singoli servizi, per esempio sulle offerte con sconto, abbiamo degli sconti separati. Sono in questo momento i più alti del mercato e proseguiremo sempre questa linea. Per quanto riguarda l’energia elettrica noi scontiamo del 10%, per quanto riguarda il gas del 5% ma non vincoliamo questo sconto alla sottoscrizione contemporanea dei due servizi. I servizi seguono due procedure amministrative separate quindi la convenienza per un cliente c’è sempre e comunque che è quella di avere un unico fornitore che quindi una attenzione verso il cliente molto alta e comunque di mantenere la convenienza per il singolo servizio indipendentemente dal fatto che siano sottoscritti sia gas che luce.

gia è uno tra i principali venditori di energia elettrica e gas presenti nel mercato libero. Le opinioni sul servizio di Edison sono positive anche se dubbi e domande sono ancora all’ordine del giorno: di fatto la liberalizzazione del mercato di Energia Elettrica è avvenuta da poco e ancora poche famiglie sono a conoscenza della possibilità di cambiare fornitore e così risparmiare sulla bolletta della luce e del gas.

Ecco perché SosTariffe ha intervistato Edison cercando di chiarire tutti i possibili aspetti delle tariffe, ai contratti, comprensione delle bollette, autolettura del contatore, numero verde per l’assistenza e molto altro ancora.

Edison è stato tra i primi operatori a proporre un’offerta nel mercato libero. Come giudicate la situazione Italiana?

L’ultima barriera della liberalizzazione nel mercato elettrico crollata nel luglio del 2007. Noi sul mercato … siamo di fatto entrati a fine 2008 e per quanto oggi un poco meno del 10% del mercato potenziale sia passato sul mercato libero, sicuramente c’è molto da fare soprattutto in termini di formazione nei confronti dei clienti e io credo che dei 29milioni di famiglie potenziali, non tutte abbiano un’informazione corretta e noi in questo senso ci stiamo muovendo sia come campagne TV sia con la nostra rete di vendita e pensiamo ad oggi soprattutto sul mercato residenziale di essere la vera alternativa all’ex monopolista.

E’ semplice cambiare operatore? Che cosa è necessario fare? Bisogna effettuare degli interventi tecnici?

Cambiare operatore molto semplice, soprattutto gratuito e non comporta nessun disservizio di natura tecnica nè nessuna interruzione di servizio. Questo molto importante perchè molti clienti, magari memori di una disgraziata esperienza nel mercato della telefonia, oggi hanno il timore di cambiare operatore nel campo dell’energia. Si tratta di un semplice cambio amministrativo. Sottoscrivere un contratto  semplicissimo soprattutto per noi. Si può fare via web o chiamando 800-14-14-14 oppure sempre via web sul sito www.edisoncasa.it oppure tramite un nostro consulente. Non comporta nessun costo di attivazione, non comporta nessun intervento sul contatore e anche in caso di recesso non comporta nessun costo di disattivazione.

Che differenza c’è tra prezzo fisso e prezzo indicizzato? Quale dovrebbe scegliere il consumatore e cosa offre Edison?

A questo punto separerei vari argomenti. Affronterei per primo quello del prezzo fisso ed indicizzato. Diciamo che il parallelismo con i mutui èforse il più congruente. Come il mutuo a tasso fisso, il prezzo fisso viene deciso dal cliente all’atto della sottoscrizione e tale viene mantenuto per la durata del contratto. Mentre il prezzo indicizzato è quello che segue lo scenario e il costo dell’energia che vale generalmente in dipendenza del costo del petrolio. E’ la scelta più adatta per chi ha una maggiore propensione al rischio perchè un prezzo che può variare. Per quanto ci riguarda noi seguiamo l’andamento del prezzo indicato dall’autorità per quanto riguarda l’indicizzato. Non è proprio indicizzato il nostro ma un prezzo che sconta la tariffa dell’autorità che di base cambia ogni 3 mesi. Quindi noi sull’indicizzato di fatto facciamo uno sconto sul prezzo dell’autorità (PED = Prezzo energia dispacciamento) e questo varia ogni 3 mesi. Se invece un nostro cliente decide di sottoscrivere con Edison una tariffa a prezzo fisso, questa viene stabilita all’atto della sottoscrizione e tale rimane per i seguenti 24 mesi. Questa è la prima distinzione.
Dopodichè il contratto a prezzo fisso o prezzo indicizzato può essere monorario o biorario. Può seguire la fascia per la tariffa bioraria o monoraria. La tariffa monoraria più semplice ed ha un costo unico indipendentemente dal valore di utilizzo mentre la tariffa bioraria prevede due fasce di utilizzo: la F1 e la F2. In genere la F1  la fascia che va dalle 8 alle 19 e ha un costo, la F2 va dalle 19 alle 8 dell’indomani mattina per i giorni feriali ed è prevista anche per il weekend ed ha un costo inferiore. Quindi, avrà interesse a scegliere, per esempio, la tariffa bioraria, chi utilizza gli elettrodomestici nella fascia serale e nel weekend. Chi fa un maggior consumo di energia di sera e nel weekend perchè il prezzo dell’F2 è più basso.
Per quanto riguarda Edison, è andata al di là. Proponiamo addirittura, oltre alla tariffa monoraria e bioraria, anche un’offerta trioraria, dove abbiamo una fascia notturna nella quale il costo dell’energia è bassissimo. Questa per esempio è molto conveniente per chi decide di utilizzare gli elettrodomestici di notte o nel weekend e devo dire che ha riscosso un grandissimo successo.
Edison offre tutto, prezzo fisso, indicizzato, tariffe multiorarie o monorarie e diciamo che la scelta deve essere fatta in base al consumo del cliente. In primis il cliente che analizza una propria bolletta ma soprattutto che analizza le proprie abitudini di consumo è facilmente indirizzabile verso una scelta piuttosto che un’altra, o da un nostro consulente oppure sul nostro sito o chiamando uno dei nostri consulenti all’800-14-14-14. Il nostro sito, lo ricordo è edisoncasa.it.

Che cosa sono le tariffe biorarie e per chi sono convenienti?

La tariffa bioraria  quella che prevede due costi differenti a seconda dell’ora di utilizzo e di consumo dell’energia. Generalmente la distinzione è tra fascia diurna e serale e weekend. Per poter sottoscrivere un’offerta con la tariffa biorariaè necessario avere un contatore elettronico. Ad oggi sono il 95% dei contatori presenti sul mercato e su indicazione dell’autorità dovranno essere il 100% entro luglio 2010.
Se un cliente ha oltre il 66% del suo consumo concentrato nelle fasce serali e nei weekend, sicuramente la tariffa bioraria sarà la tariffa più adeguata al suo profilo. Edison è andata anche oltre, ha previsto un contratto con una tariffa trioraria dove nelle ore notturne è previsto un costo ancora più basso dell’energia, quindi indirizzando l’utilizzo di alcuni elettrodomestici (quelli ovviamente più silenziosi) durante la notte. In questo caso il risparmio sarà ancora più alto.

Dopo il periodo a prezzo fisso/indicizzato indicato al momento della sottoscrizione dell’offerta cosa succede? Quale prezzo viene applicato?

Fino alla scadenza naturale del contratto viene applicato un prezzo, se si parla di prezzo fisso, sarà quello indicato nel contratto alla sottoscrizione. Se si tratta di prezzo indicizzato il prezzo varierà a seconda del prezzo indicato dall’autorità. Per quanto ci riguarda alla fine del contratto, questo viene rinnovato tacitamente. Nel caso in cui Edison dovesse cambiare le condizioni di fornitura, lo comunica preventivamente con 60 giorni di anticipo al cliente, che al quel punto ha libero arbitrio di proseguire con la fornitura, oppure di recedere il contratto.

Le bollette presentano voci di costo diverse da operatore a operatore: non vi è ancora una concordanza sulla standardizzazione delle informazioni. Come si presenta la bolletta di Edison? Sono mostrati chiaramente i costi? Quali sono le voci di costo alle quali il consumatore deve prestare attenzione?

Per quanto riguarda la nostra bolletta, sicuramente abbiamo seguito degli standard di semplificazione massima. La prima cosa che abbiamo indicato sulla nostra bolletta in alto a sinistra sono i numeri per il servizio clienti ed i vari riferimenti (e mail, servizio di auto lettura e il fax verde). Chiaramente tutti i nostri numeri sono numeri verdi. Poi il sito web dove il cliente può reperire tutte le informazioni che ritiene utile rispetto quelle che sono indicate in bolletta.
E’ molto semplice: c’è un totale in alto a sinistra che comprende chiaramente tutti i costi (consumo e oneri passanti) e nella prima pagina, di fatto, vengono riepilogati quelli che sono le indicazioni fondamentali quindi il nome del contratto, la potenza impegnata, la tensione d’uso, che per una famiglia, quella standard è220V.
Girando la bolletta, di fatto con un’unica pagina abbiamo fronte retro ed esaudiamo tutte le richieste del cliente, abbiamo i consumi (in questo caso una bolletta con 3 fasce orarie, la trioraria) e per ogni fascia oraria il consumo e il tipo di lettura se reale o stimato. E poi l’energia in KW ore. La somma dei KiloWatt e quindi consumo nel bimestre di quel cliente. Niente di più semplice e poi gli oneri passati sono indicati in maniera molto chiara. L’IVA è sempre quella da legge. Veramente abbiamo cercato di sfruttare al massimo le indicazioni dell’autorità per una semplificazione totale della nostra bolletta. Devo dire che a tal riguardo non abbiamo mai avuto contestazione da parte dei nostri clienti per quella che fosse la complessità della lettura della bolletta.

Capita a volte che le bollette non arrivino, o ne arrivi una cumulata, o che un conguaglio, in addebito per il cliente, porti a importi molto elevati. Come ci si deve comportare in queste situazioni? Si può chiedere la rateizzazione della bolletta?

Devo dire che noi le letture che comunichiamo ai nostri clienti sono quelle che sono indicate dal distributore locale. Ripeto che il passaggio dal proprio operatore verso Edison è di fatto un passaggio amministrativo quindi i dati che ci vengono forniti se il cliente non opera nessuna azione proattiva, sono quelli di ricevere i dati letti dal distributore locale e noi li riportiamo nella nostra bolletta fatturandoli nei nostri indirizzi.
Il cliente invece con noi può essere sicuramente proattivo chiamando, per quanto riguarda l’autolettura, il numero verde 800 03 111 5. Chiamando questo numero può effettuare l’autolettura in maniera vocale o andando su edisonenergia.it, registrandosi e ogni mese indicando il consumo reale. Nel caso in cui la bolletta dovesse essere sovrastimata, comunque chiamare il servizio clienti il cui numero è evidenziato in alto a sinistra sulla nostra bolletta, e comunicare la lettura reale. In queste caso provvederemo allo storno e alla rifatturazione con i dati del cliente. Quindi diciamo che generalmente i problemi si hanno quando i consumi sono stimati. I consumi sono stimati quando ripeto in linea di massima è un discorso che vale per il 90% dei clienti, quando non si ha il contatore elettronico. L’autorità ha determinato come data ultima per distributori locali e installazione contatori elettronici, luglio 2010, quindi in quella data tutti i clienti dovrebbero avere contatore elettronico. A quel punto si deve parlare solo di lettura legale e non stimata.

Bollette salate, ci sono molti casi di letture stimate ingiustificatamente alte. Come si fa con Edison a comunicare gli importi corretti e a chiedere quindi lo storno? E’ possibile l’autolettura?

Con noi l’autolettura  possibile chiamando numero verde 800 031115 o andando su edisonenergia.it registrandosi ovviamente. Quindi noi siamo dei grandissimi coautori dell’autolettura perché crediamo che sia un servizio di trasparenza nei confronti del cliente quindi invitiamo i nostri clienti ad effettuare comunque l’autolettura anche se hanno un contatore elettronico, perché con pochi secondi impegnati secondo me si possono risparmiare dei disservizi.

Cosa sono le tariffe Dual Fuel e per chi sono convenienti?

Le tariffe Dual Fuel sono le tariffe che prevedono la fornitura del gas e dell’elettricità con una fatturazione unica. Questa generalmente è la definizione della tariffa Dual Fuel. Come Edison non la vediamo come un grandissimo vantaggio. Noi preferiamo la vendita dei servizi in bundle quindi accoppiati. Noi vendiamo sia luce che gas ma li fatturiamo separatamente perché pensiamo che di fatto il vantaggio per il cliente sia quello di avere un unico fornitore perché ovviamente l’attenzione al cliente che ha Edison è la stessa sia per un cliente elettrico che per un cliente gas. Ma il cliente deve comunque e sempre avere il libero arbitrio di poter gestire separatamente i due servizi. Quindi nel caso malaugurato se vuole disdettare uno dei due non innescare dei processi farraginosi per cui dalla bolletta unica si passa a quella singola dell’elettrico o del gas quindi una serie di procedure che comunque infastidiscono il cliente. Noi cerchiamo di rendere la vita al cliente semplice e soprattutto di fornire servizi convenienti quindi non vincoliamo la sottoscrizione di un servizio all’altro ma per singoli servizi, per esempio sulle offerte con sconto, abbiamo degli sconti separati. Sono in questo momento i più alti del mercato e proseguiremo sempre questa linea. Per quanto riguarda l’energia elettrica noi scontiamo del 10%, per quanto riguarda il gas del 5% ma non vincoliamo questo sconto alla sottoscrizione contemporanea dei due servizi. I servizi seguono due procedure amministrative separate quindi la convenienza per un cliente c’è sempre e comunque che è quella di avere un unico fornitore che quindi una attenzione verso il cliente molto alta e comunque di mantenere la convenienza per il singolo servizio indipendentemente dal fatto che siano sottoscritti sia gas che luce.

Commenti Facebook: