E’ scesa la bolletta della luce -3% e del gas -0,3%

Nell’ultimo aggiornamento trimestrale dell’AEEGSI è stato deciso un taglio alle bollette, in vigore a partire dal 1° gennaio. In particolare, il prezzo dell’energia elettrica scende del 3%, mentre quello del gas dello 0,3%. La spesa elettrica per una famiglia tipo sarà di 513 euro, e si pagheranno 1.143 euro per il gas. Con il mercato libero però risparmi sempre.

calo bollette luce e gas
I nuovi prezzi luce e gas sono in vigore dal 1° gennaio

Lo scorso 29 dicembre l’Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e il Sistema Idrico (AEEGSI) ha pubblicato i nuovi prezzi di riferimento per energia elettrica e gas, annunciando un taglio in entrambi i servizi per i consumatori.

In particolare, è stata decisa una riduzione del 3% sulla luce e dello 0,3% sul gas naturale.

Per l’elettricità la spesa per la famiglia-tipo nel periodo aprile 2014-marzo 2015 sarà di 513 euro, informa l’AEEGSI in un comunicato stampa, che significa una flessione del -0,6% rispetto al periodo precedente.

Per il gas la spesa della famiglia tipo per lo stesso periodo sarà di 1.143 euro, con un taglio del -6% circa, che si traduce in un risparmio di 72 euro.
Confronto offerte gas

Perché scendono i prezzi di luce e gas?

L’Autorità ha spiegato che il taglio sul prezzo dell’energia elettrica nel prossimo trimestre è dovuto alla flessione dei costi per l’acquisto della “materia energia” e per il mantenimento in equilibrio del sistema (dispacciamento), compensata in parte dall’incremento delle tariffe a copertura dei costi fissi di rete – da distribuire su una minore quantità di energia a causa della diminuzione dei consumi – e da un leggero adeguamento degli oneri di sistema.

Per quanto riguarda il gas, spiega l’AEEGSI, si tratta di un lieve calo ma comunque significativo nel pieno dei consumi invernali, che rispecchia le recenti aspettative sui prezzi all’ingrosso in Italia e in Europa per il prossimo trimestre, attesi in linea con quelli dell’ultimo trimestre 2010 malgrado le quotazioni tendenzialmente maggiori a causa delle consegne invernali. Ai prezzi di mercato, dopo la riforma del gas dell’Autorità, sono infatti legate anche le condizioni della tutela gas, perché viene trasmesso ai consumatori finali l’andamento dei prezzi all’ingrosso.

Risparmia con il mercato libero

Queste modifiche riguardano, inizialmente, i consumatori serviti in maggior tutela, ovvero quelli che non hanno mai cambiato fornitore sin dalla liberalizzazione della luce e il gas nel 2007 e 2003, rispettivamente. Tuttavia, anche i prezzi previsti dalle società che operano nel mercato libero vengono ridotti, a causa della maggior concorrenza e per poter offrire prezzi competitivi ai consumatori.

Per questo motivo, passare al mercato libero dell’energia conviene sempre, perché quando l’AEEGSI taglia i costi le società del mercato libero fanno lo stesso, mentre quando l’Autorità decide di aumentare i prezzi (com’è successo nell’aggiornamento precedente, a ottobre 2014) diventano ancora più vantaggiose le offerte del mercato libero.

Utilizzando i comparatori gratuiti e indipendenti di SosTariffe.it è possibile confrontare tutte le offerte luce e gas per individuare facilmente quelle più convenienti.

Confronto offerte luce

Commenti Facebook: