È arrivato Qwant: il motore di ricerca che tutela la tua privacy

La privacy e la tutela delle informazioni personali in rete rappresentano un argomento sempre attuale. Mentre i colossi del web fanno a gara per raccogliere le informazioni degli utenti, inizia a farsi largo il nuovo motore di ricerca Qwant, un prodotto completamente europeo che punta a massimizzare la tutela della privacy degli utenti. Ecco tutti i dettagli.

È arrivato Qwant: il motore di ricerca che tutela la tua privacy

Debutta ufficialmente in Italia il nuovo motore di ricerca Qwant il cui punto di forza è la tutela della privacy di chi lo utilizza, un aspetto molto importante al giorno d’oggi. Qwant arriva dalla Francia e punta a conquistare gli utenti proponendo una soluzione davvero interessante, rinunciando alla raccolta dei dati di chi effettua ricerche.

Ecco quanto sottolineato dal country manager di Qwant per l’Italia, Fabiano Lazzarini:rispettare la vita privata delle persone e garantire la riservatezza ad aziende e istituzioni, perché in un mondo dove i dati sono il nuovo petrolio è necessario proteggere le proprie risorse naturali e non lasciarle in balia di chi volesse servirsene”

Il riferimento evidente è a Google, leader indiscussa del settore delle ricerche online che propone, da sempre, un sistema completamente opposto rispetto a quello di Qwant basato sulla raccolta, a fini prevalentemente pubblicitari, di quante più informazioni possibili.
Scopri le migliori offerte per smartphone »

Le ricerche che gli utenti faranno tramite il motore di ricerca Qwant resteranno, infatti, completamente anonime. L’azienda non vuole, infatti, monetizzare sfruttando le abitudini degli utenti, ma punterà a sviluppare un sistema di inserzioni, un negozio digitale di musica e giochi e un portale e-commerce.

Il motore di ricerca Qwant si divide in numerose sezioni, organizzate in un’apposita colonna collocata sulla sinistra dell’interfaccia utente nella versione desktop e accessibile tramite il menu in alto a sinistra nella versione mobile. Il motore di ricerca è disponibile anche come app per dispositivi di telefonia mobile, offrendo quindi ai suoi utenti un servizio completo a 360 gradi.

Puoi iniziare ad utilizzare subito Qwant come motore di ricerca collegandoti al sito qwant.com o cercando l’app ufficiale sullo store presente sul tuo smartphone. Il servizio si propone come una solida alternativa a Google, in grado di massimizzare la privacy.

Commenti Facebook: