Dopo quanto tempo posso recedere dal contratto sottoscritto sul mercato libero?

Passando al Mercato Libero dell’energia, ad esempio attivando una fornitura luce o gas di Acea Energia, è possibile risparmiare sulla bolletta della luce e il gas. Il passaggio al mercato libero è sempre gratuito, a prescindere dall’operatore scelto. Per cambiare fornitore basta sottoscrivere una nuova offerta luce o gas, ed è possibile cambiare tariffa più volte, sempre gratis. Ci sono però dei tempi di preavvisi che spieghiamo qui di seguito.

Dalla co2 una nuova fonte di energia elettrica?
Dalla co2 una nuova fonte di energia elettrica?

Nel mercato libero dell’energia elettrica e il gas è possibile cambiare di fornitore più volte. Il passaggio è sempre gratuito e la continuità del servizio è garantita dall’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas (AEEG).

Per cambiare fornitore basta sottoscrivere il contratto con la nuova compagnia scelta.

Il cliente può recedere in qualunque momento con un preavviso di:

  • 1 mese per il Cliente finale domestico;
  • 3 mesi per il Cliente finale non domestico alimentato in bassa tensione;
  • 6 mesi per il Cliente finale non domestico non alimentato in bassa tensione.

Il periodo decorre dal primo giorno del mese successivo a quello di ricevimento della comunicazione di recesso.

E’ possibile, d’altronde tornare al vecchio fornitore, a volte però pagando delle penali.

Nel caso di Acea Energia, è possibile recedere dal contratto sottoscritto sul mercato libero e tornare al vecchio fornitore in qualsiasi momento rispettando le condizioni contrattuali.

Acea Energia non prevede alcuna penale a carico del Cliente nel caso in cui lo stesso decida di passare ad altro fornitore sul mercato libero.

Utilizzando il nostro portale gratuito di confronto tariffe energia elettrica e gas è possibile mettere a confronto le migliori offerte del mercato libero e trovare facilmente quella che meglio si adatta alle proprie esigenze.

Confronta Tariffe Energia Elettrica

Commenti Facebook: