Disoccupazione, nuovo record: 46% dei giovani italiani non ha un lavoro

Le ultime cifre rivelate dall’Istat in materia di disoccupazione sono allarmanti. Ormai è da tempo che sono preoccupanti, ma adesso hanno raggiunto record storici, con cifre mai viste sin dall’inizio della serie storica, nel 1977. Come ad esempio, uno scandaloso 60,9% di giovani meridionali senza lavoro. Oppure il tasso di disoccupazione generale nel primo trimestre del 2014, un altro penoso record con il 13,6% dei cittadini senza un posto di lavoro.

disoccupazione in italia, nuovo record
Record massimo di disoccupati in Italia. I giovani al sud sfiorano il 60%

I dati provvisori Istat per il mese di aprile parlano di un tasso di disoccupazione fermo al 12,6% rispetto a marzo 2013, che però significa un aumento dello 0,6% rispetto ad aprile 2013. In questa maniera, il numero di disoccupati, pari a 3 milioni 216 mila, scende dello 0,4% rispetto al mese precedente (-14 mila), ma cresce del 4,5% su base annua (+138 mila).

Scende anche il numero degli occupati a 22 milioni 295 mila, con un -0,3% rispetto a marzo 2014 (-68 mila) e dello 0,8% su base annua (-181 mila).

Nuovo record storico di disoccupazione

Un dato ancora più preoccupante però è quello relativo al primo trimestre del 2014, con un tasso di disoccupazione del 13,6%, in aumento di 0,8 punti percentuali rispetto allo stesso periodo del 2013.

Questa volta però è stato raggiunto il massimo storico, cioè il valore più alto dall’inizio delle serie trimestrali nel 1977. Secondo i dati Istat in questo primo trimestre 2014 il numero dei cittadini disoccupati ha raggiunto circa 3,5 milioni, precisamente 3 milioni 487mila (in crescita di 212mila su base annua).

Cresce il tasso di disoccupazione e addirittura continua a diminuire il numero degli occupati. Questi ultimi sono in calo sia ad aprile dello 0,3% rispetto a marzo (-68 mila) che su base annua dello 0,8% (-181 mila). Anche nei dati non destagionalizzati, del primo trimestre di quest’anno, gli occupati sono in calo, con una perdita di 211 mila persone al lavoro su base annua (-0,9%).

Giovani disoccupati: sono il 60,9% al Sud

Il tasso di disoccupazione giovanile in Italia è cresciuto ancora, raggiungendo nel primo trimestre il record del 46%. Un’altra volta, è il valore più alto dall’inizio delle serie trimestrali, partite nel 1977.  Si tratta di un aumento dello 0,4 % rispetto marzo e del 3,8% su base annua.

Come al solito, il tasso di disoccupazione tocca il massimo nel Sud Italia, volando al 21,7% nel primo trimestre del 2014.

E tra i giovani (15-24 anni) raggiunge lo scandaloso record del 60,9%. Parliamo di ben 347mila ragazzi in cerca di lavoro nel Mezzogiorno, ovvero il 14,5% della popolazione in questa fascia d’età.

Ad aprile il tasso di disoccupazione dei giovani, cioè la quota dei disoccupati sul totale di quelli occupati o in cerca, è pari al 43,3%, in aumento di 0,4 punti percentuali rispetto a marzo e di 3,8 punti nel confronto tendenziale.

Tagliare le spese e risparmiare

Vogliamo ricordare ai giovani e le famiglie che stanno attraversando questa difficile situazione, che è possibile tagliare le spese domestiche cambiando fornitore dei servizi.

Oggigiorno, ad esempio, una famiglia di 5 persone può risparmiare circa 100 euro con una nuova tariffa gas, più di 100 euro cambiando gestore luce e oltre 400 euro con le migliori offerte ADSL + Telefono Fisso.

Per identificare le offerte più convenienti, mettiamo alla vostra disposizione i nostri comparatori di tariffe gratuiti, che consentono di trovare con alcuni semplici click quella più conveniente per il vostro caso.

Confronta Offerte Energia Elettrica

Commenti Facebook: