Diminuiscono i sinistri con lesioni fisiche, ma resta l'emergenza

Nel 2014 si sono verificati 174.000 sinistri con lesioni fisiche in meno (-3,8% rispetto al 2013), ma in numeri delle vittime non scendono come in passato. Il totale decessi ammonta a 3.330, e molti danni fisici sono provocati dalla presenza di airbag difettosi. Come tutelarsi? Scopri come funziona l'assicurazione tutela del conducente e come scovare il prezzo Rc auto più basso.

Diminuiscono i sinistri con lesioni fisiche, ma resta l'emergenza

Nonostante la diminuzione dei sinistri con lesioni fisiche in Italia, la sicurezza stradale nel nostro Paese resta un’emergenza. Colpa soprattutto di chi  guida in stato di ebbrezza o sotto l’effetto di stupefacenti, di chi non rispetta delle norme del Codice della Strada, ma anche, a volte, del mancato funzionamento degli airbag. Ecco i dati relativi al 2014, e una delle soluzioni per proteggersi in caso di incidente: l’assicurazione tutela del conducente nell’Rc auto.

Scendono i sinistri, ma è ancora emergenza sicurezza

Anno 2014. Secondo i dati riportati dall’Istat si sono verificati 174.400 sinistri in cui le persone hanno riportato lesioni fisiche. I numeri dimostrano che i casi di danni fisici sono diminuiti del 3,8% rispetto al 2013, e che il totale delle vittime è di 3.330 (-1,6% rispetto al 2013), mentre i feriti ammontano a 248.000 (-3,6%). Rispetto al 2001 rimane in trend discendente, perché in totale le vittime sono diminuite del 53,1%. A quanto pare il merito è da attribuire alla crisi economica, che sommandosi al rialzo dei prezzi assicurazioni e carburante, ha costretto molti italiani a rinunciare ad un mezzo di trasporto privato. Il dato negativo però, riguarda le percentuali di diminuzione dei sinistri, che nel 2014 si sono rivelate più basse rispetto alle annualità precedenti.

Preoccupa in particolare il fenomeno degli airbag difettosi, specialmente dopo lo scandalo per le vetture vendute negli Stati Uniti. Si trattava di cuscini fabbricati per molte case automobilistiche giapponesi, potenzialmente mortali, la cui presenza sulle auto ha comportato l’obbligo, da parte di Takata Corporation, di richiamare le vetture dal mercato. I decessi certificati, per colpa degli airbag difettosi sono otto.
Confronta preventivi RC moto »

Rc auto e assicurazione tutela del conducente: scegli la giusta protezione

Acquistando l’Rc auto con formula base, automobilisti e motociclisti ricevono il risarcimento per i danni fisici soltanto nei sinistri senza colpa. Quando l’incidente invece è provocato dall’assicurato, l’unico modo per ottenere il ristoro economico delle lesioni fisiche è acquistare l’assicurazione tutela del conducente. L’assicurazione tutela del conducente è una garanzia accessoria, da acquistare congiuntamente all’Rca, che consente di veder risarcite le lesioni fisiche.

Come tutte le polizze supplementari questa garanzia comporta una maggiorazione del premio base, che tuttavia si risolve in una protezione davvero completa per chi la acquista. La soluzione è stata creata appositamente per i casi di incidente con colpa, in quanto la semplice Rca, prevede il risarcimento soltanto per i terzi veicoli, le persone, le cose, e per i soggetti trasportati.

Naturalmente questo tipo di polizza opera solo in caso di conducenti autorizzati a guidare il veicolo (per questo è importante indicare, all’acquisto dell’assicurazione, la presenza di più guidatori, o scegliere l’Rc auto guida libera). Le assicurazioni possono introdurre una franchigia o uno scoperto, che di solito non superano il 5% del danno subito.

Vuoi scovare subito il prezzo migliore per Rca con assicurazione tutela del conducente, e proteggerti contro le lesioni fisiche?

Compara ora i prezzi con SosTariffe.it!
Confronta preventivi RC auto »

« notizia precedente « notizia successiva » »