Digitale TV, nuova etichetta per classificare i decoder

Una nuova etichetta consentirà ai consumatori un acquisto più consapevole dei decoder digitali per la ricezione del segnale televisivo.

Recentemente si è riunito per la prima volta un tavolo tecnico che si occuperà di stabilire una nuova classificazione dei decoder digitali per la ricezione del segnale televisivo in tutte le piattaforme trasmissive, attraverso un’etichetta con un numero che indica ai consumatori il miglior digitale terrestre, satellitare o IPTV, per prestazioni e capacità di ricezione.

Secondo Pietro Giordano, Segretario Generale Adiconsum, si tratta di “Un risultato frutto dell’incessante e pressante impegno di Adiconsum iniziato nel 2006 con la denuncia all’Agcom del mancato rispetto della normativa sul decoder unico e che porterà indubbi vantaggi ai consumatori”.

In questa maniera, la classificazione dei decoder unici, ovvero in grado di ricevere i programmi televisivi da qualsiasi piattaforma, attualmente stabilita da organismi privati, sarà a cura dell’Agcom, che come organismo pubblico garantirà l’imparzialità. L’aspetto tecnico della classificazione è stato affidato alla Fondazione Bordoni, un organismo terzo competente dato che svolgeva lo stesso compito all’interno del DGTV.

Una volta completo il data base di tutti i decoder, sarà disponibile online sul sito dell’Agcom per la sua consulta da parte dei futuri compratori.

I vantaggi per i consumatori

Il principale vantaggio secondo Adiconsum, è quello di identificare in maniera immediata le caratteristiche del decoder che si ha intenzioni di comprare, tanto quello che si trova all’interno della tv oppure quello che i fornitori danno in comodato d’uso, sopratutto per quel che concerne le caratteristiche tecniche e la capacità di ricezione da tutte le piattaforme (terrestre, satellitare o IPTV).

Consultate anche la nostra Guida all’acquisto del miglior digitale terrestre

Commenti Facebook: