Dichiarazione dei redditi 2013: le detrazioni nelle spese di casa

Arriva il momento della  dichiarazione dei redditi 2013 e ci sono alcune spese legate alla casa su cui si possono richiedere delle detrazioni. Per i mutui ipotecari c’è la detrazione del 19% relativa agli interessi passivi pagati sul mutuo prima casa o abitazione principale; c’è la detrazione Irpef del 55% legata agli interventi di riqualificazione energetica degli immobili, e la detrazione del 50% per l’acquisto di un fotovoltaico. Ecco tutte le detrazioni nelle spese di casa.

Richiedi un preventivo per il tuo prestito

detrazioni fiscali 2013

Mutuo prima casa: detrazione del 19%

L’importo massimo su cui va calcolata la detrazione del 19%, relativa agli interessi passivi sui mutui ipotecari, resta invariato a 4.000 euro all’anno, contrariamente a quanto previsto inizialmente dalla Legge di stabilità.

Se il prestito è stato accesso dopo l’anno 1993, la detrazione è valida unicamente per la prima casa.

Sarà possibile inoltre usufruire della detrazione del 19% sugli interessi passivi pagati per prestiti ipotecari richiesti per la costruzione o la ristrutturazione dell’abitazione principale. In questo caso, il limite annuo massimo su cui andrà calcolata l’agevolazione è di 2.582 euro.

Ristrutturazione e riqualificazione degli immobili: detrazione Irpef del 55%

Sono disponibili inoltre le agevolazioni fiscali per le spese di ristrutturazione e riqualificazione energetica degli immobili.

Nello specifico, per le spese sostenute tra il 26 giugno 2012 e il 30 giugno 2013, la detrazione Irpef è passata dal 36% al 55% e raddoppiato il limite massimo di spesa per immobile da 48.000 a 96.000 euro, ammontare sul quale va calcolato lo sgravio fiscale.

Fotovoltaico: detrazione del 50%

Allo stesso modo, è stata aumentata dal 36% al 50% l’agevolazione fiscale che riguarda le spese sostenute per la realizzazione e l’acquisto di un impianto fotovoltaico; anche in questo caso, si tratta di spese che siano stati sostenute tra il 26 giugno 2012 e il 30 giugno di quest’anno.

Come menzionato da SosTariffe.it qualche settimana fa, lo sgravio fiscale del 50% concerne unicamente gli impianti fotovoltaici ad uso domestico, ovvero che producono energia elettrica utilizzata nell’abitazione del titolare. La detrazione, in effetti, non può più essere usufruita dai contribuenti che rivendono a terzi l’energia elettrica prodotta in eccesso.

Confronta Tariffe Energia Elettrica

Commenti Facebook: