Dematerializzazione patenti e tagliandi: l’Italia passa al sistema elettronico

Non tutti sanno che da circa un anno sono entrate in vigore le nuove patenti di guida dotate di microchip. Con il recepimento delle Direttive 2006/126/CE e 2009/113/CE possiamo dire addio ai tesserini di patente e tagliando: la normativa europea ha infatti armonizzato le legislazioni nazionali per migliorare il reciproco riconoscimento delle patenti di guida a partire dalla modernizzazione dei documenti.

Patente e microchip, il processo di modernizzazione italiano avanza

Le direttive permettono agli Stati membri dell’Unione di adottare un microchip integrato nella patente per migliorare il livello di protezione antifrode; a tal proposito le istituzioni di Bruxelles hanno emanato il Regolamento UE n. 383/2012 recante i requisiti tecnici che le nazioni dovranno rispettare con riguardo alle patenti di guida dotate di microchip.

In Italia già con decreto risalente all’agosto dello scorso anno la modernizzazione toccava il contrassegno assicurativo delle polizze Rc auto ed Rc moto, ed è proprio su questa scia che il nostro paese si avvia verso la progressiva dematerializzazione dei documenti per la responsabilità civile verso i terzi per danni derivanti dalla circolazione dei veicoli a motore su strada.
Confronta preventivi RC auto

La definitiva applicazione dei sistemi elettronici ai documenti degli automobilisti è prevista per il 18 ottobre 2015, ed è per questa data che dovremo abituarci all’idea che in caso di controlli da parte delle Autorità, non occorrerà più esibire i nostri vecchi documenti, in quanto le nostre generalità, compresi i dati assicurativi, saranno direttamente trasmessi grazie al microchip e alla banca dati della Direzione Generale della Motorizzazione.

Commenti Facebook: