Decreto Bersani assicurazioni: quello che non sai

Da qualche anno si sente parlare di sconto polizza auto Bersani e gli automobilisti che pagano troppo l’Rca, sono interessati a capire meglio il funzionamento e la convenienza dell’agevolazione. Quello che non sai sul Decreto Bersani assicurazioni è sintetizzato in questa Guida, che ti aiuterà a scegliere se richiedere o meno alla tua compagnia la sua applicazione.

Sconto polizza auto Bersani. Quanto si risparmia realmente

Agevolazione o non agevolazione? Esiste un risparmio effettivo, un vero sconto polizza auto Bersani? Per scoprire come funziona e se conviene richiederne l’applicazione alla tua compagnia, devi scoprire tutto quello che non sai sul Decreto Bersani assicurazioni. In questa Guida riassumiamo brevemente in cosa consiste la normativa e ne sveliamo tutti i pro e i contro.

Come diremo a breve, a prescindere dall’agevolazione, è essenziale risparmiare in origine sul premio Rca mettendo a confronto diversi preventivi assicurazione auto.
Confronta preventivi RC auto

Cos’è il Decreto Bersani assicurazioni

Il Decreto Bersani, entrato in vigore con la Legge n°40/2007, ha introdotto importanti facilitazioni per tutti gli automobilisti e i motociclisti che pagano troppo l’Rca a causa di una classe di merito svantaggiata, acquisita per aver commesso troppi sinistri (con colpa o con concorso di colpa) o di diritto (è il caso dei neopatentati). La sostanza della normativa è la seguente: con la Legge Bersani tutti i soggetti appartenenti allo stesso nucleo famigliare possono ereditare la classe più favorevole presente in famiglia per risparmiare sulle assicurazioni.

Può parlarsi di un vero sconto polizza auto Bersani? Consentendo di passare a classi di merito più economiche, afferma il vero chi dice che sfruttando la Legge Bersani si è agevolati, perché a tutti gli effetti viene applicata una tariffa inferiore, ma non corrispondente alle C.U. universali conquistate negli anni. Le compagnie assicurative infatti fanno distinzione fra una classe pura e una classe ereditata nel calcolo del preventivo Rc auto, non per questo non significa che non si risparmia.

E’ naturalmente agevolato chi eredita una 1°, 2° o 3° classe di merito ad esempio. Potrebbe non essere lo stesso per chi eredita una 15° classe in luogo della 17°, almeno per chi chiede il preventivo ad una sola compagnia. E’ possibile infatti che confrontando le numerose offerte Rc auto online, la classe naturale sia più economica di quella ereditata.

Sull’argomento torneremo più avanti. Vediamo ora quali requisiti si devono possedere per ereditare la classe di merito e tutto quello che non sai sul Decreto Bersani assicurazioni.

Come ottenere lo sconto polizza auto Bersani

Non tutti possono ottenere il trasferimento della classe di merito all’interno del nucleo famigliare, perché ai fini della normativa è necessario rispettare le seguenti condizioni:

  • la classe di merito ereditata può essere trasferita solo auto o moto appena acquistate, anche usate, che entrano a far parte per la prima volta del nucleo famigliare;
  • la classe di merito può essere trasferita solo fra veicoli dello stesso tipo (da auto ad auto e da moto a moto);
  • la classe di merito ereditata deve riguardare una polizza attiva, in regola con i pagamenti e non sospesa,
  • il trasferimento può avvenire solo fra membri dello stesso nucleo famigliare, aventi stessa residenza certificata dallo stato di famiglia;
  • ai fini del trasferimento non è necessaria la sussistenza di un legame di sangue. Il Decreto Bersani assicurazioni può essere applicato anche fra conviventi e coppie di fatto;
  • il trasferimento può avvenire solo fra persone fisiche. Sono escluse dall’agevolazione enti, società e altre persone giuridiche.

Quello che non sai sul Decreto Bersani assicurazioni…

Ci sono casi in cui l’applicazione dello sconto polizza auto Bersani potrebbe non rivelarsi tale, ecco quali sono:

COINTESTAZIONE DEL VEICOLO

Sono spesso i neopatentati a cercare di risparmiare cointestando l’auto con un genitore in classe di merito favorevole, per chiedere poi l’applicazione del Decreto Bersani assicurazioni. E’ bene sapere che in questo caso la compagnia calcolerà il preventivo sul contraente più a rischio, cioè sul neopatentato. Quindi, anche con il trasferimento della classe di merito e a parità di classe, il costo della polizza sarà più alto di quello formulato per un conducente esperto.

CAMBIO DI RESIDENZA

Altro fattore da tenere presente. Le compagnie assicurative possono accorgersi di un cambio di residenza repentino, fatto esclusivamente per sfruttare l’agevolazione. In più, chi cambia residenza dopo aver ottenuto lo sconto polizza auto Bersani, potrebbe perdere il beneficio e dover ricominciare dalla classe svantaggiata. Solo nel caso in cui il secondo cointestatario rinuncia formalmente alla classe vantaggiosa sarà possibile continuare a godere dell’agevolazione.

IL PASSAGGIO DI PROPRIETÀ IN FAMIGLIA

E’ uno degli escamotage che non sai per sfruttare il Decreto Bersani assicurazioni? Molte famiglie vi ricorrono per evitare di acquistare altri veicoli. Non tutti sanno che ciò non è esplicitamente vietato dalla normativa, ma molte assicurazioni possono accorgersene richiedendo un semplice storico delle vicende del veicolo e non ammettere l’assegnazione della classe vantaggiosa.

SINISTRI CON COLPA

Ecco una buona notizia. Se il conducente del veicolo che ha trasmesso la classe di merito si rende colpevole di un sinistro (o viceversa, il soggetto che ha ereditato la classe) ciò non incide sull’altra posizione assicurativa. In sostanza, una volta ereditata la classe di merito si prosegue con uno storico assicurativo personale.

I CONTRO

Quello che non sai sull’applicazione del Decreto Bersani assicurazioni è che produce uno storico in bianco di 5 anni. In più sull’attestato di rischio risulterà l’applicazione della Legge e l’aver usufruito del beneficio, perciò in caso di rinnovo o acquisto di nuova assicurazione auto, è possibile che la compagnia tenga conto dell’assegnazione di una classe ereditata.
Confronta assicurazioni auto

Commenti Facebook: