Danni causati dallo sci: l’Alto Adige propone una polizza

Alcune attività sportive sono caratterizzate da alti livelli di rischio e possono mettere a repentaglio l’incolumità delle persone. La pericolosità di alcuni sport andrebbe affrontata in prima battuta rendendo obbligatoria un’assicurazione verso terzi per la responsabilità civile, esattamente come l’Rca per chi guida. Questa è l’opinione della Camera di Commercio di Bolzano, che propone una polizza per lo sci in Alto Adige.

Una polizza obbligatoria per lo sci. La Camera di Commercio di Bolzano avanza la proposta

L’Rca ovvero l’assicurazione per la responsabilità civile verso terzi, è la polizza obbligatoria che tutti i proprietari di auto o moto devono stipulare se vogliano far circolare il proprio veicolo sulle strade italiane. La funzione dell’Rc auto e dell’Rc moto è quella di tutelare i terzi contro i danni derivanti dalla circolazione garantendo a questi ultimi il risarcimento in caso di sinistro, e all’assicurato il non dover rimettere di tasca propria il valore del danno.

La funzione dell’Rca è talmente importante che lo Stato riserva sanzioni severissime per chi circola senza assicurazione: si parla di somme che oscillano tra 841 Euro ed oltre 3.0000, più (nei casi gravi) sequestro e confisca del mezzo. Se il problema per molti è trovare un’assicurazione auto economica, da oggi richiedendo preventivi alle assicurazioni online è possibile trovare diverse offerte.
Confronta preventivi RC auto

Polizza sport

La stessa funzione sociale dell’Rca è quella che verrebbe attribuita ad una polizza obbligatoria per lo sport sci. La Camera di Commercio di Bolzano per la regione Trentino Alto Adige punta su questo e propone l’istituzione di un’assicurazione per chi scia. La relazione sanitaria provinciale ha riportato lo scorso anno dati allarmanti: le associazioni altoatesine hanno eseguito 62.215 interventi e trasportato 63.694 persone.

Durante i mesi inverali i pronto soccorso degli ospedali e delle cliniche situati nei pressi delle piste sciistiche si affollano di sciatori infortunati. Con una polizza di responsabilità civile per gli sport a rischio – riporta la Camera di Commercio – si potrebbero attribuire le spese a chi le causa e alleggerire così le spese che gravano sul sistema sanitario pubblico. Il progetto è già passato agli uffici provinciali che si occupano della Riforma Sanità.

Bolzano prende come esempio l’amministrazione regionale delle Isole Canarie, dove gli organizzatori di sport pericolosi e i privati sono obbligati a stipulare una polizza sport specifica che copra le spese di soccorso. Michl Ebner, Presidente della Camera di Commercio di Bolzano trova la soluzione d’oltremare idonea a sgravare i contribuenti e a sostenere il sistema sanitario del Trentino Alto Adige.

Commenti Facebook: