Cybercrime: le assicurazioni Anthem colpite da un hacker

La rete informatica del colosso americano delle assicurazioni Anthem è stata abbattuta. Tra le maglie del web si è insinuato un hacker e a rischio ci sono le informazioni personali di 80mila clienti e dipendenti. Il cybercrime spaventa sempre di più i grandi istituti del credito bancario ed assicurativo che per questo corrono al riparo adottando la più alta tecnologia per la sicurezza informatica. Il mondo del web è pieno di insidie ma è solo grazie ad esso che le compagnie riescono a raggiungere milioni di persone.

Pro e contro del web. Con un click si può perdere tutto ma anche risparmiare

La notizia è di questa mattina e arriva direttamente da New York: le assicurazioni Anthem hanno subito un attacco hacker. Tutte le informazioni relative alla privacy di dipendenti e clienti (si parla di 80mila persone) sono a rischio e in danni potrebbero essere irreparabili. L’FBI sta indagando ma sembra proprio che dietro il cybercrime ci sia il lontano oriente. I sospetti ricadono infatti sulla Cina, già nota per altri attacchi ai colossi finanziari di Washington.

Anthem come altre assicurazioni sta già correndo ai ripari applicando le più alte tecnologie per la sicurezza informatica. Il mondo del web infatti ha rivoluzionato il mercato assicurativo mondiale, soprattutto nel settore Rc auto, permettendo alle compagnie assicurative di raggiungere milioni di clienti in un solo click e di realizzare i preventivi in tempo reale.
Confronta preventivi RC auto

La rivoluzione delle assicurazioni online tuttavia espone i colossi assicurativi a diverse insidie, come il rischio legato al cybercrime appunto. Contro gli attacchi hacker comunque, gli istituti sanno rispondere efficacemente, tranne in alcuni casi come quello della sfortunata Anthem.
Confronta preventivi RC moto

Commenti Facebook: