CRIF, prestiti in aumento +6,3%: mercato in recupero?

Secondo l'ultimo Barometro CRIF, il mercato del credito potrebbe essere in recupero. Ad agosto 2015 aumentano le domande del 6,3% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente, di cui metà su importi sotto 5mila euro. Si tratta perlopiù di prestiti finalizzati all'acquisto di beni e servizi (automobili, viaggi, spese mediche, arredo ed elettrodomestici). In discesa invece i prestiti personali. Continua a essere conveniente confrontare online molti preventivi prima di aprire un finanziamento. 

CRIF, prestiti in aumento +6,3%: mercato in recupero?
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

Potrebbe il mercato del credito essere in recupero? Stando agli ultimi dati pubblicai dal CRIF, sì. Quest’estate, in particolare nel mese di agosto 2015, sono stati richiesti un 6,3% di prestiti in più rispetto ad agosto 2014.

Il Barometro CRIF dimostra che “Il progressivo miglioramento dello scenario macroeconomico continua a sostenere il recupero del mercato del credito”.
Migliori prestiti per le famiglie »

Sono soprattutto prestiti finalizzati all’acquisto di un nuovo veicolo, un viaggio per le vacanze e un elettrodomestico, ma anche finanziamenti mirati a coprire spese mediche. Questo tipo di credito aumenta del 19,5% rispetto all’estate scorsa, grazie in parte alla ripresa dei consumi, mentre i prestiti personali scendono del 7,8%.

Secondo il barometro, “valutando la dinamica in atto sulla base del dato cumulato relativo ai primi 8 mesi dell’anno in corso, la domanda complessiva di prestiti da parte delle famiglie si caratterizza per una crescita del +7,8% rispetto al corrispondente periodo del 2014, non riuscendo però a colmare per intero il gap rispetto agli anni precedenti”.

Questo prestiti in aumento sono di bassa entità, ovvero gli importi richiesti sono sotto i 5mila euro in uno su due finanziamenti erogati, soprattutto nel caso di quelli finalizzati. Si pensi, in effetti, ai tanti elettrodomestici o autovetture usate che rientrano in queste somme.

Lo studio CRIF evidenzia come “le richieste di prestiti (nell’aggregato di prestiti personali + finalizzati) si siano prevalentemente orientate verso importi contenuti, tanto che la classe prevalente è risultata essere quella inferiore ai 5.000 euro, che ha caratterizzato 1 domanda su 2 (il 51% del totale, per la precisione). Relativamente ai prestiti finalizzati il peso di questa fascia di importo è risultato pari addirittura al 68,4% del totale.”

In recupero, può essere, ma non recuperato. “Nel mese di agosto – prosegue il CRIF – l’importo medio dei prestiti richiesti si è attestato a 7.368 euro, in crescita del +5% rispetto allo stesso mese del 2014 ma ben distante dai valori registrati negli anni pre-crisi, segno della perdurante prudenza che ancora caratterizza i comportamenti delle famiglie nel tentativo di rendere quanto più possibile lieve il peso delle rate rispetto al reddito disponibile”.

Ricordiamo infine che per individuare i migliori finanziamenti l’alternativa più valida è quella di confrontare una gran parte di preventivi con l’aiuto di strumenti di comparazione online, come quello di SosTariffe.it reperibile qui sotto:

Confronta Prestiti Online »