Crescono in Italia i pagamenti digitali, grazie soprattutto alle app

Nel 2014 i pagamenti digitali nel nostro Paese sono cresciuti del 20%, totalizzando un volume d’affari pari a 760 milioni di euro, secondo i dati dell’Osservatorio Mobile Payment & Commerce. Il settore trainante è stato quello de i trasporti (mezzi pubblici, treni, car sharing, sosta a pagamento principalmente). Si prevede un’evoluzione delle schede SIM nei pagamenti elettronici.

70% dei pagamenti digitali effettuato nel settore trasporti

Il 38% dei pagamenti digitali in Italia nel 2014 è stato effettuato tramite app. Ed è stato soprattutto questo fenomeno a permettere il balzo in avanti dei pagamenti digitali. Nello specifico, l’avvento del “mobile payment” ha dato una scossa al settore, caratterizzato (come si sa) da un abitudinario attaccamento all’uso del contante e ad una timida propensione all’uso della carta di credito e degli altri strumenti di pagamento digitale.

Sono soprattutto le giovani generazioni a cogliere quanto di nuovo ha da offrire la tecnologia anche in fatto di pagamenti.

La crescita dei pagamenti elettronici, tuttavia, non ha interessato solo gli acquisti tramite app. Infatti anche i pagamenti con carta di credito e di debito hanno registrato un aumento e soprattutto i pagamenti “remoti” hanno fatto un balzo in avanti.
Confronta le migliori carte di credito
Sono sempre di più le operazioni di ricarica telefonica, di pagamento di bollettini, di acquisto biglietti e abbonamenti per il trasporto pubblico e di acquisto di ticket per la sosta (nelle aree predisposte), eseguite in remoto. Si stima che il settore dei trasporti valga il 70% dell’ammontare complessivo delle transazioni elettroniche, grazie anche allo sviluppo del car sharing e alla diffusione dei biglietti elettronici.

Per il futuro si prevede un’evoluzione delle schede SIM, che potranno essere utilizzate come carte di debito. Già oggi molti servizi prevedono la possibilità di addebitare i costi direttamente sulla SIM e negli anni (o nei mesi) a venire, la scheda telefonica potrebbe diventare sempre più protagonista.

Commenti Facebook: