Costo chiusura conto corrente: le spese che non conoscevi

Scegliere di chiudere il proprio conto corrente è, generalmente, una decisione legata ai costi di gestione, divenuti insostenibili. Per non avere sorprese con il costo di chiusura del conto corrente, ecco tutto quello che c’è da sapere in merito e consigli utili su come individuare un nuovo conto corrente zero spese.

Costo chiusura conto corrente: le spese che non conoscevi

Il conto corrente è uno strumento per la gestione dei propri risparmi, caratterizzato da costi standard: si va dal canone mensile di gestione all’imposta di bollo, fino alle commissioni previste per le operazioni bancarie quali bonifici e prelievi di contanti.

Così come l’apertura di un conto corrente non prevede costi, lo stesso avviene nel caso in cui si decidesse di procedere con la chiusura del conto corrente. Le banche non potranno applicare delle penali al correntista. Tuttavia, potrebbero esserci delle spese di estinzione: di cosa si tratta, di preciso?

Intanto ricordiamo che:

  • il conto corrente potrà essere chiuso in qualsiasi momento, senza dover specificare alla banca la motivazione per la quale lo si chiude;
  • la chiusura dovrà avvenire, per legge, entro 12 giorni dal momento in cui si effettua la richiesta. In caso di ritardo, saranno applicate delle sanzioni molto alte.

Costo chiusura conto corrente: quali sono le spese da considerare

La chiusura del conto corrente è una procedura trasparente, quindi non si può parlare di costi nascosti. Le uniche spese che si dovranno pagare alla banca in fase di chiusura sono quelle:

  • relative all’ultimo canone mensile;
  • dell’imposta di bollo;
  • di eventuali interessi, passivi e costi indicati sul contratto.

Alla chiusura del conto, sarà necessario interrompere tutte le operazioni in corso, come la domiciliazione delle bollette, che si potrà trasferire anche su un altro conto corrente – o gli assegni non incassati (sarà necessario anche restituire il libretto degli assegni, più eventuali carte di pagamento associate al conto corrente).

In caso di portabilità su un nuovo conto corrente, sarà la nuova banca a occuparsi della parte burocratica. Clicca sul link per scoprire i conti correnti più convenienti del momento, da sottoscrivere direttamente online.

Scopri i migliori conti correnti online»

Come funziona la chiusura del conto corrente

Nel caso in cui si abbia un conto con una banca online, sarà necessario:

  • inviare una raccomandata con la richiesta di chiusura;
  • indicare il numero del conto corrente da chiudere e il nuovo conto corrente (se c’è) sul quale si vorrebbero trasferire i propri soldi, oltre che gli eventuali servizi attivi.

Nel caso di conto corrente presso una banca tradizionale, sarà sufficiente recarsi in filiale per portare a termine la procedura, compilando il modulo di chiusura e consegnando ogni servizio fisicamente associato al conto (come anticipato nelle righe precedenti, in genere si tratta di assegni e carte).

Cosa chiedono per aprire un conto corrente? Nel caso in cui si fosse interessati all’apertura di un nuovo conto corrente a zero spese, saranno solitamente richiesti:

  • la fotocopia di un documento di identità e del codice fiscale (o della tessera sanitaria);
  • un certificato di residenza (che viene richiesto soltanto da alcune banche).

Clicca sul link per saperne di più

Confronta i migliori conti correnti »

Conto corrente online per risparmiare

Qual è la migliore banca per aprire un conto corrente? Dove aprire un conto corrente a zero spese? Quale banca ha meno spese? Dove mettere i soldi al sicuro? Con l’utilizzo del comparatore di conti correnti di SOStariffe.it, abbiamo confrontato i migliori conti correnti online del momento.

Scopri i conti correnti online »

L’analisi comparativa tra i conti correnti ha permesso di valutare quale sia il risparmio effettivo che si potrà ottenere. Per esempio, potrebbero esserci dei conti che prevedono il canone gratuito solamente per un determinato periodo di tempo, o esclusivamente per alcune tipologie di clienti.

Confrontando i conti correnti standard che si possono attivare oggi, direttamente online, emerge che tra i migliori conti correnti online a zero spese disponibili ci sono quelli proposti da:

  • Unicredit;
  • ING Direct;
  • Crédit Agricole;
  • Widiba;
  • BBVA.

Conto corrente online Unicredit

Il conto corrente online My Genius si caratterizza per la gratuità del canone mensile di gestione. Tra le novità del nuovo anno, c’è la possibilità di partecipare alla manifestazione a premi mista Buoni e Super Buoni.
Nella pratica, per i conti correnti che saranno aperti nel periodo compreso tra il 1 dicembre 2021 e il 31 gennaio 2022 ci sarà la possibilità di ricevere un Buono Amazon del valore di 100 euro.

Sarà necessario:

  • accreditare lo stipendio o la pensione entro il 30 aprile 2022;
  • sottoscrivere la carta di debito internazionale MasterCard e attivarla.

In aggiunta, si avrà anche la possibilità di partecipare all’estrazione di 20 Super Buoni spesa, voucher Idea Shopping, del valore di 6.000 euro ciascuno. Quanto tempo ci vuole per aprire un conto corrente Unicredit? Pochi minuti, se si opta per l’attivazione online: clicca sul link per saperne di più.

Scopri il conto corrente Unicredit »

Conto corrente online zero spese ING Direct

Il conto corrente online di ING Direct – chiamato conto corrente Arancio – si caratterizza per la seguente proposta: se attivato entro il 31 marzo 2022, prevede la gratuità del canone mensile e della carta di credito per un intero anno.

Si tratta di un conto corrente 100% digitale, sicuro e conveniente, caratterizzato da:

  • l’assenza del canone mensile di gestione;
  • la gratuità dei prelievi presso gli ATM di altre banche;
  • i bonifici online gratuiti;
  • il costo del singolo assegno gratuito.

Clicca sul link per saperne di più se sei interessato alla proposta di ING Direct

Scopri il conto corrente Arancio »

Conto corrente online Widiba

Widiba è una banca digitale che propone un conto corrente online con canone gratuito per un periodo di 12 mesi: lo si potrà aprire direttamente online, anche con un semplice SPID.

Questo conto corrente include:

  • i bonifici online gratuiti;
  • la PEC e la firma digitale;
  • la possibilità di pagare tramite Google Pay.

Tra le peculiarità, troviamo la possibilità di fare trading online e quella di associare al conto delle carte di credito, a partire da un canone annuale di 20 euro e con fido di 1.500 euro.

Clicca sul link per saperne di più sul conto digitale Widiba

Scopri il conto corrente Widiba »

Conto corrente online Crédit Agricole

Il conto corrente online a canone zero di Crédit Agricole si caratterizza per:

  • l’assenza del canone mensile di gestione;
  • i bonifici online gratuiti;
  • la MasterCard debit a canone gratuito.

L’utilizzo di questa carta di pagamento online permette di ricevere in cashback fino a 100 euro in buoni regali Amazon. Nello specifico, si potranno ricevere:

  • 1 buono da 50 euro se si spendono 500 euro entro 60 giorni dall’apertura del conto;
  • 2 buoni da 50 euro se si spendono 1.000 euro entro 60 giorni dall’apertura.

Sarà possibile richiedere direttamente online anche una MasterCard debit con canone gratuito, così come una carta di credito con una canone annuale molto conveniente.

Clicca sul link per saperne di più
Scopri il conto online Crédit Agricole »

Conto corrente BBVA

Il conto corrente BBVA (Banca Bilbao Vizcaya Argentaria) è un conto corrente online a zero spese:

  • con IBAN italiano;
  • senza commissioni né condizioni nascoste;
  • che potrà essere aperto in soli 5 minuti.

Tra i vantaggi inclusi ci sono la carta di debito BBVA, disponibile sia nella versione fisica sia digitale, a zero spese e senza costi di spedizione, sia il Gran Cashback 10%, con il quale ricevere 50 euro automaticamente sul proprio conto corrente. In pratica, si attiva in automatico al primo acquisto e permette di essere rimborsati sulle proprie spese del 10%, fino a un massimo di 500 euro.

Scopri il conto corrente BBVA»