Costi tariffe 5G: prezzi alti e obbligo cambio smartphone

Oramai ci siamo. Dopo l’assegnazione delle frequenze tramite l’asta conclusasi qualche settimana fa, è quasi tutto pronto per il debutto del 5G, il nuovo standard di connettività che andrà a rivoluzionare il mercato di telefonia mobile e, più in generale, la nostra vita quotidiana nel corso dei prossimi anni. Il 5G sarà, probabilmente, accompagnato da costi molto più alti delle tariffe, rispetto agli standard attuali, e obbligherà gli utenti che vorranno sfruttare questa nuova tecnologia a cambiare smartphone. 

Il 5G avrà bisogno di nuovi smartphone e costerà molto di più del 4G per gli utenti

Il debutto del 5G è sempre più vicino. Nel corso dei primi mesi del prossimo anno arriveranno sul mercato i primi smartphone in grado di sfruttare il nuovo standard di connettività (la cinese Xiaomi ha già presentato il suo primo smartphone 5G ready) mentre nei mesi successivi si andrà a completare la fase di test del 5G da parte degli operatori di telefonia mobile

La rivoluzione del 5G, quindi, è alle porte e nel corso dei prossimi anni l’intero settore della telefonia e, probabilmente, anche la nostra vita quotidiana saranno completamente modificate dalle enormi potenzialità offerte dal nuovo standard di connettività. Il 5G potrebbe comunque impiegare diverso tempo prima di diffondersi, in modo considerevole in Italia.Scopri le migliori tariffe di telefonia mobile

Le tariffe per il 5G saranno molto più alte delle tariffe per il 4G

In questi mesi, il mercato di telefonia ha registrato un vero e proprio crollo dei prezzi delle tariffe con tantissimi Giga proposti a prezzi inferiori ai 10 Euro al mese. Considerando gli enormi investimenti fatti dagli operatori (solo l’assegnazione delle frequenze ha comportato una spesa di diversi miliardi di Euro) è chiaro che i prezzi per accedere ad Internet tramite lo standard 5G non potranno essere troppo bassi. 

Soprattutto per i primi mesi (ma potrebbe essere necessario attendere anche qualche anno), i prezzi del 5G saranno notevolmente più alti di quelli che attualmente gli operatori propongono per il 4G. Al momento, in ogni caso, è quasi impossibile stabilire gli effettivi prezzi delle tariffe in quanto i fattori in gioco saranno tantissimi. Gli utenti che vorranno sfruttare il 5G dovranno, in ogni caso, mettere in conto un netto incremento della spesa mensile.

I primi smartphone 5G arriveranno nel 2019 e non saranno economici

Per accedere alle reti 5G sarà necessario utilizzare dispositivi di nuova generazione. Gli smartphone attuali, infatti, non sono in grado di collegarsi alle frequenze del 5G in quanto è necessario utilizzare modem appositi che saranno in commercio solo tra qualche mese. In ogni caso, le case costruttrici hanno già, da tempo, iniziato a lavorare sul 5G.

La cinese Xiaomi, uno dei brand di maggior successo in Europa in questi mesi grazie ai suoi tanti dispositivi economici, ha già annunciato il suo primo smartphone 5G, una variante specifica del nuovo Mi Mix 3, che, di certo, non sarà economico come i dispositivi 4G attualmente sul mercato ma potrebbe costare diverse centinaia di Euro in più.

Samsung, leader del settore telefonia, ha confermato di essere al lavoro sul 5G. La casa coreana dovrebbe presentare nei primi mesi del 2019 una variante del Galaxy S10 in grado di supportare il 5G. Anche OnePlus e Huawei, due altri importanti brand del mercato, sono pronte a lanciare sul mercato, sempre nel 2019, i primi dispositivi 5G.

A differenza dei costruttori Android, che faranno a gara a presentare il loro primo smartphone 5G, Apple non presenterà alcun iPhone con supporto al 5G nel 2019. Il primo Melafonino in grado di accedere alla rete 5G arriverà solo sul finire del 2020.

Commenti Facebook: