Costi delle tariffe elettriche in Maggior Tutela

Dopo la liberalizzazione del mercato dell'energia nel 2007, le offerte dei fornitori sono in aumento. Tuttavia alcune persone hanno scelto rimanere nel servizio di Maggior Tutela. I costi delle tariffe elettriche, in questo caso, sono soggetti a cambio trimestrale. Venite a scoprire quali sono i prezzi attualmente applicati dall'Autorità dell'energia elettrica, il gas e il sistema idrico.

Costi delle tariffe elettriche in Maggior Tutela

In Italia, il mercato dell’energia è stato liberalizzato nel 2007. Questo vuol dire che oggi tutti possono scegliere il fornitore di servizi, sulla base delle offerte più convenienti, o delle proprie esigenze.

In materia di energia elettrica, il mercato libero permette di risparmiare fino a 160 euro all’anno rispetto al servizio di Maggior Tutela.

Quanto costa il servizio di Maggior Tutela

Quando si parla di Maggior Tutela, ci si riferisce a condizioni economiche e contrattuali che non dipendono dal fornitore singolo, ma vengono stabilite dall’AEEGSI, ovvero dall’Autorità dell’energia elettrica, il gas e il sistema idrico.

Queste tariffe non sono fisse, ma hanno una variazione ogni tre mesi e vengono applicate a coloro che hanno deciso di non cambiare mai fornitore, oppure di ritornare alla Maggior Tutela lasciando il mercato libero.

Ogni trimestre, quindi, i costi della fornitura elettrica in maggior tutela cambiano, rimanendo comunque più elevati rispetto alle offerte del mercato libero.

Attualmente, per il quarto trimestre, ovvero da primo ottobre al 31 dicembre 2015, le tariffe applicate per una famiglia tipo di 3 persone, che ha unabitazione residenziale, un consumo annuo di circa 2,700 kWh e una potenza contrattuale di 3 kW sono:

  • Prezzo monorario: 0,165224 €/kWh;
  • Prezzo fascia 1 (dalle 8 alle 19): 0,168834 €/kWh;
  • Prezzo fascia 2 e 3 (dalle 19 alle 8 e festivi): 0,163394 €/kWh.

Costi per consumi in fascia diurna

Per comprendere a pieno i costi dell’energia elettrica, se si sceglie il servizio di Maggior Tutela, abbiamo simulato con il nostro comparatore, due diverse tipologie di utente:

  • Coloro i cui consumi sono ripartiti allo stesso modo nella fascia diurna e serale;
  • Chi utilizza l’energia elettrica soprattutto di sera o nei weekend.

Nel primo caso, abbiamo distribuito i consumi per il 50% di giorno e il 50% in fascia 2 e 3 anche detta H2.

In questa situazione, con il servizio di Maggior Tutela, la spesa annua sarà di 514,58 euro; se invece scegliete il mercato libero, il costo risulterà più basso.

Infatti avrete un risparmio di 46,69 euro, con la tariffa bioraria ENI Link che per questo profilo risulta la migliore.
Vai a ENI Link bioraria »

Consumi spostati in fascia serale

Simulando, invece, che la maggior parte dei consumi siano spostati la sera, quindi il 30% in fascia 1 e il 70% in F2 e 3:

  • la Maggior Tutela avrà una spesa di 511,60 euro;
  • Il mercato libero avrà un risparmio superiore ai 50 euro, sempre con la stessa offerta bioraria ENI Link.

Spostando ulteriormente i consumi nella fascia H2, che copre la sera e i festivi, il comparatore mostra che, se da un lato il servizio di Maggior Tutela non prevede grandi variazioni di costi, dall’altro il mercato libero offre un risparmio superiore a 70 euro, con l’attivazione dell’offerta Enel E-light bioraria.
Vai a Enel E-light bioraria »

Passare al Mercato Libero

Per ridurre i costi delle bollette, passare al mercato libero ha sicuramente molti vantaggi, poiché le tariffe dei fornitori sono competitive e spesso accompagnate da bonus e benefit.

Se
vi state chiedendo come scegliere il fornitore di energia più conveniente, vi consigliamo di consultare tutte le offerte disponibili al momento, in modo da verificare, sulla base delle vostre abitudini e orari di consumo, quale promozione possa essere più adatta a voi.