Cosa si intende per massimale?

La terminologia appartenente al settore assicurativo non è delle più semplici da comprendere. Si sente spesso parlare di “massimale” con riguardo alla RCA, ma cosa di intende esattamente? In una polizza assicurativa di responsabilità civile il massimale altro non è che la massima cifra risarcibile dalla vostra assicurazione per i danni arrecati a terzi.

Limite del massimale e risarcimento eccedente il massimale

La scelta del massimale è di fondamentale importanza per conoscere il limite del risarcimento pattuito con la vostra compagnia assicurativa, soprattutto perché, oltre quel limite sarete voi a dover rispondere del ristoro dei danni con i vostri beni. La Legge del 1969 fissava il massimale “minimo” che le compagnie erano tenute a risarcire a 750.000, una cifra che, sebbene paia enorme, non era sufficiente a soddisfare il risarcimento in caso di sinistri che comportassero lesioni o la morte di terze persone.

Per questo con il D.L. n° 198/2007 il limite minimo del massimale è passato a 5 milioni di Euro in caso di sinistro con danni alla persona indipendentemente dal numero delle vittime e ad 1 milione di Euro per sinistro in caso di danni alle cose indipendentemente dal numero di vittime.

Nel raggiungere e superare il massimale concorrono quindi le spese dovute alle vittime dell’incidente, che rispondono a diverse voci. Tra queste vi è il danno patrimoniale, da calcolare in base al reddito di cui la persona infortunata è stata privata, ma anche il danno fisico, il danno biologico ed il danno morale.

Quando si stipula una RCA bisognerà fare molta attenzione al limite del massimale onde evitare di risarcire di tasca propria la somma che eccede. Naturalmente il premio assicurativo aumenterà proporzionalmente alla scelta del massimale (più alta sarà la copertura desiderata maggiore darà il premio da pagare).
Confronta assicurazioni auto

Esiste anche la possibilità presso alcune assicurazioni online di optare per un massimale illimitato, che garantisca la copertura a prescindere da quanto elevata sia la richiesta di risarcimento: in questo caso il premio assicurativo sarà molto alto. Per saperne di più basta richiedere un preventivo auto.

Pillole di Giurisprudenza: ritardo nel risarcimento e copertura oltre il massimale

Una recentissima Sentenza della Corte di Cassazione, la n°12899 del 09.06.2014 ha stabilito che nel caso in cui la compagnia assicurativa non dia seguito alla richiesta di indennizzo nei termini di legge (60 gg dalla diffida in caso di danni a sole cose o 90 gg dalla diffida per i danni alle persone) è automaticamente in mora verso il danneggiato, pertanto, l’obbligo al risarcimento può superare il massimale stabilito nella polizza.

Commenti Facebook: