Cosa fare se c'è down su rete Iliad a Ottobre 2021?

Iliad down: ecco alcuni consigli su cosa fare quando cade la rete mobile dell'operatore low cost, come segnalare il problema e ricevere assistenza

Cosa fare se c'è down su rete Iliad a Ottobre 2021?

Settimana scorsa si è registrato un Iliad down, ovvero una caduta preossché totale della rete dell’operatore di telefonia mobile. Giovedì 21 ottobre per tutto il pomeriggio sul sito downdetector sono comparse segnalazioni di difficoltà a chiamare e navigare su Internet da parte dei clienti del provider un po’ da tutta Italia, da Milano a Bologna fino a a Napoli. “Si tratta di un disservizio che riguarda pochissimi utenti, su aree limitate e già in monitoraggio e risoluzione“, affermava Iliad tramite i propri canali social. Il problema è stato poi risolto intorno alle ore 19. Cosa fare quando si presenta un Iliad down? Ecco alcuni consigli per tornare a navigare normalmente sulla rete del provider francese.

Iliad down: cosa fare quando cade la rete dell’operatore

Quando c’è un Iliad down l’utente è sostanzialmente impotente. Dato che il problema non nasce da una configurazione errata del telefono, mancanza di copertura da parte del gestore, dal terminale difettoso o non aggiornato o da altre cause su cui è qualche in modo possibile agire, non resta che aspettare che Iliad si metta in moto per trovare il motivo per cui la rete è caduta e risolverlo in via definitiva.

L’unica cosa davvero utile da fare durante un Iliad down è quella di monitorare la situazione collegandosi a siti come downdetector, che offrono aggiornamenti costanti sullo stato delle reti dei principali provider. Sul portale potrete trovare informazioni sulle zone più colpite dall’Iliad down, la tipologia di difficoltà tecnica sperimentata dagli altri utenti, quando sono arrivate le prime segnalazioni e un link diretto ai canali social di Iliad. E’ infatti opportuno anche tenere sott’occhio le pagine Facebook, Twitter e Instagram dell’operatore, che solitamente utilizza questi servizi per fornire informazioni sullo stato di risoluzione del problema. Su downtector si possono poi inviare una segnalazione per condividere l’esperienza con gli altri clienti di Iliad, che stando a un recente rapporto Ipsos sono tra i più soddisfatti del servizio offertogli tra tutti gli utenti di telefonia mobile.

Per segnalare al gestore che c’è una difficoltà tecnica con la propria rete e spronarlo a porvi rimedio si possono utilizzare proprio i social network. Utilizzando gli appositi sistemi di chat privata si può indicare all’operatore la presenza del problema ed eventuamente poi richiedere di essere rincontattati per parlare con un consulente in carne ed ossa. Ancora più efficace allo scopo è contattare direttamene il Servizio Clienti dell’azienda francese.

Iliad non dispone di un’app per la gestione dell’offerta. Per ricevere assistenza quando si presenta un Iliad down si deve quindi chiamare il Servizio clienti al numero 177. Il servizio è gratuito e attivo dal lunedi al venerdi dalle 8:00 alle 22:00, il sabato la domenica e i festivi dalle 9:00 alle 20:00. Chiamando da un altro numero, invece, il costo dipende dal piano attivo sulla SIM. In alternativa si può consultare la voce Assistenza sul sito o dall’Area Personale, accessibile sia da mobile sia da web via browser.

Se il problema è particolarmente grave e prolungato potete sempre recarvi in uno dei 19 Iliad Store nei centri storici delle princiapli città per parlare direttamente con gli esperti dell’operatore o in oltre 600 Iliad Corner presso la GDO e centri commerciali.

Bisogna sottolineare però che quando risulta impossibile chiamare o navigare non si tratta necessariamente di un Iliad down. I problemi di connessione possono infatti dipendere da diverse cause. Prima di chiedere assistenza all’operatore ci sono alcune piccole verifiche e procedure da eseguire per individuare la vera causa del disservizio:

  • Controllare che la connessione dati sia attiva. Su iPhone basta accedere a Impostazioni > Cellulare e verificare che la levetta sia posizionata a destra alla voce Dati cellulare. Su Android, invece, si deve richiamare l’area di notifica facendo swipe dall’alto dello schermo verso il basso e controllare che l’icona della connessione dati (quella con due frecce dal verso opposto) sia illuminata
  • Verificare che si disponga di sufficiente credito residuo. In caso contrario, l’operatore blocca tutti i servizi di telecomunicazione ed è quindi necessario effettuare una ricarica manuale. Per sapere il credito residuo si può accedere alla sezione Credito e consumi dall’Area Personale e chiamando o inviando un SMS con testo “credito” al numero 400. Il servizio è gratuito.
  • Verificare che le impostazioni dell’APN siano corrette. Su iPhone basta cliccare su Impostazioni > Cellulare > Rete dati cellulare. Su Android, invece, si deve accedere a Impostazioni > Wireless e reti > Rete mobile. In entrambi i casi alla voce APN deve comparire Iliad.
  • Eventualmente riavviare lo smartphone

Iliad down: tutti i dettagli sulla rete

Iliad è considerato un operatore affidabile dai propri utenti e recentemente è stato confermato dalla società di analisi indipendente OpenSignal come il secondo operatore in Italia per Download Speed Experience. L’operatore si è posto l’obiettivo, già quasi raggiunto, di attivare 8.500 stazioni radio entro la fine dell’anno e ha raggiunto una copertura del 99% della popolazione italiana in 4G. Iliad invece permette di navigare in 5G alla velocità di 855 Mbps in download nei Comuni di:

  • Alessandria
  • Bari
  • Bologna
  • Brescia
  • Cagliari
  • Como
  • Ferrara
  • Firenze
  • Genova
  • La Spezia
  • Latina
  • Messina
  • Milano
  • Modena
  • Padova
  • Perugia
  • Pesaro
  • Pescara
  • Piacenza
  • Prato
  • Ravenna
  • Reggio Calabria
  • Reggio Emilia
  • Roma
  • Torino
  • Verona
  • Vicenza

I modelli attualmente compatibili con la rete 5G di Iliad (la lista è in costante aggiornamento) sono i seguenti:

  • Huawei: P40, P40 Pro, P40 Pro +
  • Oppo: Reno4 5G, Reno4 Pro 5G, Find X2 Lite, Find X2 Neo, Find X2 Pro, Find X3 Lite, Find X3 Neo
  • Xiaomi: MI 10T Lite 5G, Mi 10, Mi 10T, Mi 10T Pro, Mi 10 Pro, Mi 11, Mi 11 Lite 5G, Mi 11i, Redmi Note 9T 5G, Redmi Note 10 5G
  • Motorola: Edge, Edge+, Moto G 5G, Moto G 5G Plus, Moto Razr 5G, Moto g50, Moto g100
  • Nokia: Nokia 8.3 5G, Nokia X10, Nokia X20
  • Apple: iPhone 12, iPhone 12 mini, iPhone 12 Pro, iPhone 12 Pro Max
  • Google: Pixel 5, Pixel 4a 5G
  • OnePlus: OnePlus 8T, OnePlus 8T+ 5G
  • Poco: Poco F3
  • Samsung: Galaxy Tab S7 FE 5G, Galaxy Note20 5G, Galaxy Note20 Ultra 5G
  • Sony: Xperia 5 II
  • Vivo: X51 5G

Commenti Facebook: