Coronavirus e bollette luce e gas: stop nelle zone rosse

A distanza di una settimana dai primi contagi accertati di Coronavirus in Italia, iniziano ad arrivare le prime iniziative normative del Governo per sostenere l’economia, le famiglie e le aziende delle “zone rosse” colpite dall’epidemia che, in appena una settimana, ha registrato diverse centinaia di contagi nonostante le misure messe in atto per contenere la diffusione del virus. Tra le novità in arrivo ci sarà lo stop alle bollette di luce e gas per le “zone rosse” colpite dal Coronavirus. 

Ecco il primo provvedimento per sostenere le aree colpite dal Coronavirus

E’ passata una settimana dai primi casi di contagio da Coronavirus nelle “zone rosse” della Lombardia e del Veneto. Nel giro di pochi giorni, l’epidemia si espansa su scala nazionale, con casi registrati in diverse zone del Paese, nonostante le misure messe in atto dalle Autorità per contenere, il più possibile la diffusione del virus che, ad oggi, ha causato anche diversi morti (in particolare pazienti già colpiti da altri malanni e con una situazione fisica fortemente debilitata o compromessa).

Tra le principali conseguenze del Coronavirus c’è da segnalare l’enorme impatto che l’epidemia sta avendo e continuerà ad avere sull’economica locale delle zone rosse e sulle famiglie e le piccole e medie imprese che stanno facendo i conti con i contagi da oramai una settimana. Per sostenere le aree più colpite dall’epidemia di Coronavirus arriva un primo pacchetto di norme messe a punto dal MiSE e annunciate nella serata di ieri dal Ministro Stefano Patuanelli. 

Tra le principali novità previste dal primo pacchetto di norme troviamo la sospensione dei pagamenti delle bollette luce, gas e acqua. Si tratta di un importante intervento che dovrebbe permettere a famiglie e imprese di ottenere un’agevolazione significativa, già nell’immediato per poter contrastare le difficoltà legate alla diffusione dell’epidemia. E’ importante sottolineare che il primo pacchetto di norme comprende diverse altre agevolazioni che saranno attive da subito.

Successivamente, il Governo metterà a punto un secondo pacchetto, più ampio ed articolato, che includerà una lunga serie di interventi mirati al sostentamento dell’economia locale e delle famiglie colpite dal Coronavirus.

Stop alle bollette di luce, gas e acqua nelle zone rosse dell’epidemia di Coronavirus

Una delle principali norme previste dal nuovo pacchetto annunciato ieri dal Ministro Patuanelli è legata alle bollette di energia elettrica, gas e acqua. Per le zone rosse dell’epidemia di Coronavirus è prevista la sospensione dei pagamenti per le utenze in modo da ridurre al minimo i danni economici legati alla diffusione del virus.

Al momento, non sono ancora stati rivelati i dettagli del provvedimento. Sarà necessario attendere ancora qualche giorno prima di poter scoprire in che modo si articolerà la norma che prevede la sospensione dei pagamenti delle bollette. Tale sospensione, in ogni caso, dovrebbe durare diversi mesi in modo da garantire un’importante agevolazione a chi è stato colpito direttamente dall’epidemia.

Lo stop alle bollette dovrebbe riguardare tutte le famiglie nelle zone rosse ed anche tutti gli esercizi commerciali e le piccole e medie imprese delle aree colpite dal virus. In questo momento, sia le famiglie che le attività commerciali e industriali devono fare i conti con una situazione estremamente difficile e la sospensione delle bollette potrà rappresentare un sostegno importante, già nel breve periodo.
Scopri le migliori offerte per risparmiare sull’energia elettrica

Gli altri provvedimenti per le zone rosse

Il Ministro dello Sviluppo Economico Patuanelli ha annunciato che il primo pacchetto di norme per le aree colpite dal Coronavirus presenterà diverse agevolazioni per chi è stato colpito direttamente dall’epidemia. In attesa della formulazione definitiva del pacchetto normativo, Patuanelli ha chiarito alcuni degli aspetti centrali del provvedimento:

  • rafforzamento dell’intervento del Fondo di Garanzia per le PMI che arriverà a 750 milioni di Euro; le imprese delle zone rosse otterranno priorità d’accesso ai fondi e riceveranno il massimo della garanzia concedibile, ovvero l’80%
  • sospensione pagamenti nei confronti di Invitalia sul rientro di finanziamenti e contributi agevolati, relativi soprattutto a imprenditoria giovanile e femminile
  • proroga della scadenza per tutti i bandi riservati all’accesso alle misure incentivanti del Ministero dello Sviluppo Economico;
  • sospensione dei pagamenti dei premi assicurativi
  • sospensione delle rate dei mutui bancari per imprese e famiglie
  • sospensione dei diritti di segreteria e del diritto annuale dovuti alla Camera di Commercio
  • sospensione del versamento corrisposto ai fondi mutualistici del 3% degli utili di esercizio
  • proroga dell’entrata in vigore delle procedure di allerta per tutte le PMI

E’ importante sottolineare che Patuanelli ha confermato che il pacchetto svelato nel corso della giornata di ieri è soltanto il primo di una serie più articolata di interventi normativi mirati al sostegno di famiglie e imprese delle zone rosse colpite dall’epidemia del Coronavirus.

Al momento, i tecnici del Ministero sono al lavoro per sviluppare nuove soluzioni per poter realizzare un secondo pacchetto di novità che andrà a sostenere, al meglio, le aree che stanno facendo i conti con l’epidemia. Patuanelli ha, infatti, dichiarato che “Con il ministero dell’Economia e delle Finanze si stanno valutando le indennità per danno diretto e indiretto, che attueremo con un secondo pacchetto più ampio assieme ad altre misure”

Per un quadro più dettagliato in merito all’effettivo funzionamento del primo pacchetto di norme per il sostegno di famiglie e imprese nelle aree colpite dal Coronavirus e alle novità in arrivo con il secondo pacchetto sarà necessario attendere la prossima settimana. Di certo, il Ministro Patuanelli ha lasciato intendere che c’è la volontà di agire rapidamente per massimizzare l’efficacia dell’intervento a sostengo di chi è stato colpito dall’epidemia e deve ora fare i conti con le ricadute economiche della diffusione del virus che nel giro di una settimana è riuscito a creare notevoli danni che vanno ad aggiungersi ai tanti contagi registrati in questi giorni.

Commenti Facebook: