Coronavirus e annullamento viaggio in Paesi consentiti: possibile?

L’epidemia di Coronavirus in Italia e nel mondo sta creando tantissimi problemi, sia a livello sociale che economico. Anche il settore turistico sta attraversando una fase complicatissima. Per i viaggiatori italiani che hanno già prenotato un viaggio nei mesi scorsi, la situazione è molto complicata e non sempre è facile capire se è possibile annullare il viaggio verso un Paese in cui è consentito l’accesso. Ecco, quindi, tutto quello che c’è da sapere sull’annullamento viaggio per Coronavirus in un Paese in cui è consentito l’accesso. 

Ecco tutto quello che c'è da sapere sulla cancellazione dei viaggi già prenotati

Con la crescente diffusione del Coronavirus e le limitazioni ai movimenti applicate, per ora, in Lombardia ed in diverse altre province del Nord Italia, per chi ha già prenotato un viaggio, magari pagando in anticipo l’intera somma, c’è il concreto rischio di non poter partire. Le possibilità di annullamento e rimborso integrale dell’importo pagato è limitata ad un numero ben preciso di casi ed è importante agire rapidamente per tentare di risolvere rapidamente la situazione.

Vediamo, di seguito, tutto quello che c’è da sapere sull’annullamento del viaggio.

Viaggio assicurato con opzione di annullamento

Chi ha attivato un’assicurazione viaggio con la clausola di annullamento ha la possibilità, nel rispetto delle condizioni contrattuali della polizza viaggio attivata, di cancellare il viaggio ed ottenere il rimborso dell’importo pagato (al netto di un’eventuale franchigia che viene fissata dalla compagnia assicurativa).

Allo stesso modo, se si prenota oggi un viaggio per i prossimi mesi è fortemente consigliabile attivare subito un’assicurazione viaggio con opzione di annullamento. Solo in questo modo, infatti, si avrà la certezza di poter recuperare l’importo pagato in anticipo in caso di cancellazione del viaggio, a prescindere dalla motivazione.

Per scegliere l’assicurazione viaggio più conveniente è possibile consultare il comparatore di SosTariffe.it per assicurazioni viaggio, accessibile cliccando sul box qui di sotto, che offre una panoramica completa sulle varie opzioni a disposizione dei viaggiatori per tutelarsi in questi momenti molto complicati.
Scopri le migliori assicurazioni viaggio

Viaggi già prenotati verso Paesi in cui è consentito l’accesso

Cosa fare se abbiamo già prenotato un viaggio verso un Paese in cui è consentito l’accesso? Se il viaggio non è stato assicurato e non è disponibile il rimborso con annullamento, per il momento sarà necessario attendere l’evoluzione della situazione. Non è, infatti, possibile ottenere un rimborso nel caso in cui si decida di non partire e non ci sono motivi di “forza maggiore” che impediscono l’effettivo svolgimento del viaggio.

Per chi viaggi in aereo, molte compagnie che stanno cancellando i voli da e per l’Italia stanno offrendo la possibilità di cambiare le date del volo (senza costi di alcun tipo) o ottenere un risarcimento completo del viaggio. In questi casi, le compagnie contattando direttamente i propri clienti (via SMS oppure via e-mail ai recapiti forniti in fase di prenotazione) per informare della cancellazione del volo e delle opzioni per il cambio o il risarcimento a disposizione.

Per qualsiasi informazione, è necessario contattare la compagnia aerea con cui è previsto il viaggio che potrà fornire tutti i dettagli in merito a possibili cancellazioni o spostamenti del volo. Ogni compagnia sta mettendo in atto soluzioni ben precise per affrontare le conseguenze dell’epidemia di Coronavirus. E’ importante contattare l’assistenza clienti per ottenere i dettagli precisi in merito al proprio viaggio futuro.

Per quanto riguarda le strutture alberghiere, non sono previsti risarcimenti a meno che il tipo di prenotazione effettuata non lo preveda. Ad esempio, siti molto popolari come Booking o Airbnb offrono diverse soluzioni con “cancellazione gratuita”. Se il viaggiatore ha effettuato una prenotazione con tale opzione potrebbe annullare il viaggio ed ottenere un rimborso, parziale o integrale, della cifra spesa.

Per chi ha prenotato tramite un’agenzia di viaggio, è necessario contattare direttamente l’agenzia stessa per ottenere tutte le informazioni relative alla possibilità di cancellazione previste dalla propria prenotazione. Nella maggior parte dei casi, per chi sceglie di non partire (nonostante il Paese di destinazione garantisca l’accesso) non sono previsti risarcimenti in caso di annullamento senza la presenza di un’apposita copertura assicurativa che vada a tutelare il viaggiatore.

Come verificare se è consentito l’accesso agli italiani in un Paese estero

In caso di viaggio all’estero, è possibile verificare, in qualsiasi momento, la presenza di eventuali restrizioni all’accesso per i viaggiatori italiani in un determinato Paese. Per controllare le eventuali limitazioni per i viaggiatori in arrivo dall’Italia, è sufficiente recarsi sul sito viaggiaresicuri.it. Il portale è curato dal Ministero degli Esteri e viene aggiornato in tempo reale con tutte le informazioni relative alla sicurezza per gli italiani che viaggiano in un Paese estero ed alla presenza di limitazioni all’accesso.

Per ottenere tutte le informazioni relative al Paese da visitare, basterà quindi accedere al portale in questione ed individuare la scheda del Paese dall’apposita sezione che riassume tutte le possibili destinazioni. In questo modo, sarà possibile ottenere tutte le informazioni di cui si ha bisogno prima di partire o anche solo prima di prenotare un nuovo viaggio. E’ importante sottolineare, in ogni caso, che, considerando la particolare situazione attuale, in qualsiasi momento potrebbero esserci aggiornamenti in merito alla sicurezza per gli italiani in viaggio all’estero e ad eventuali limitazioni all’accesso in altri Paesi.

Prenotare nuovi viaggi: come ottenere l’annullamento

Nonostante gli ultimi stringenti provvedimenti, mirati al contenimento dell’epidemia di Coronavirus, oggi è possibile prenotare nuovi viaggi verso Paesi in cui è consentito l’accesso ai viaggiatori italiani. Al momento, infatti, non ci sono limitazioni particolari per il movimento e, se il numero di contagi calerà, a partire dal mese di aprile dovrebbero essere attenuate le misure di sicurezza applicate, da pochi giorni, in Lombardia e in alcune province del Nord Italia.

Chi prenota oggi un nuovo viaggio, per evitare problemi in futuro nel caso in cui non si possa partire, dovrà attivare un’assicurazione viaggio che preveda il rimborso in caso di annullamento. Si tratta di un elemento davvero essenziale per tutti i viaggiatori che si preparano a partire nel corso dei prossimi mesi. E’ importante, quindi, analizzare con molta calma la situazione e effettuare la propria prenotazione prendendo tutte le precauzioni del caso per eventuali annullamenti del viaggio.

Se non si attiva un’assicurazione viaggio con clausola di annullamento, quando si acquista un nuovo biglietto aereo è consigliabile optare per l’acquisto di biglietti con tariffe rimborsabili o almeno che consentano lo spostamento gratuito della data di viaggio. In questo modo, sarà possibile modificare la prenotazione, posticipare il viaggio oppure ottenere un rimborso completo dell’importo speso.

Per quanto riguarda nuove prenotazioni alberghiere, effettuate direttamente online e non tramite un’agenzia di viaggi, è fortemente consigliato puntare esclusivamente su prenotazioni con cancellazione gratuita. I principali portali specializzati in questo settore propongono numerose soluzioni di questo tipo e i viaggiatori alle prese con l’organizzazione di un viaggio in queste giornate difficili possono sfruttare al massimo queste opzioni.

In caso di prenotazioni di viaggi presso agenzie di viaggio, è importante richiedere informazioni precise in merito alle possibilità di annullamento. In questi casi, ad esempio, sarà possibile acquistare pacchetti di viaggio che prevedano specifiche tutele assicurative in grado di garantire un completo risarcimento in caso di annullamento del viaggio.

Commenti Facebook: