Conto economico, i costi evitabili sui conti correnti

I conti correnti in Italia sono tra i più costosi d’Europa. Tuttavia, alcune delle spese possono essere evitate, ad esempio si può risparmiare con i conti correnti utilizzando meglio i servizi online.

Ma che altri costi si possono evitare sui conti correnti? Per moltissime operazioni bancarie vi sono delle commissioni che bisogna considerare, dato che a volte possono essere salate, quali il costo dell’invio di documenti su carta intestata (fino a 12 euro), gli avvisi tramite SMS sul cellulare (2 euro al mese) o la richiesta allo sportello della lista movimenti (1 euro).

Contanti e Bancomat

In Italia siamo molto abituati all’uso del contanti, mezzo utilizzato per il 92% delle transazioni finanziarie, che significa il 50% più che in Germania e il 31% al di sopra della media europea. È per questo che recentemente Monti ha vietato i pagamenti in contanti per le operazioni superiori a 1.000 euro, dato che il denaro in cash costa caro: le banche lo devono custodire, e naturalmente scaricano i costi sui propri clienti.

Per prelevare dagli sportelli Bancomat di una banca diversa alla propria si pagano circa 2 euro, a fronte di un costo reale di 0,56 euro che le banche si versano tra loro. Le banche online, naturalmente, sono prive di sportelli e perciò i prelievi sono quasi sempre gratuiti.

Le carte di credito

In Italia vi sono circa 80 milioni di carte di credito, più del doppio rispetto alla quantità di conti correnti.

Le carte di credito costituiscono uno dei costi più importanti per il titolare di un conto, pari a 30 euro annui. Le più onerose in assoluto sono le carte prepagate e ancora di più quelle di revolving.

Le prepagate hanno costi alti, ma sono molto sicure per chi le utilizza sul web o non dispone di un conto corrente.

Le carte revolving invece sono dei veri e propri finanziamenti, con tassi di interesse abbastanza alti (TAEG medio di circa il 15%), e perciò sono da evitare; se avete bisogno di aumentare la vostra liquidità, è preferibile richiedere un prestito personale oppure sollecitare alla propria banca lo scoperto di conto corrente.

Infine, sul nostro portale potete confrontare l’offerta di conti correnti per trovare quello che meglio si  adatta alle vostre circostanze.

Commenti Facebook: