Conto deposito migliore: cosa valutare per effettuare una comparazione dei conti

Più volte all’interno del nostro portale abbiamo avuto modo di segnalare come il conto deposito sia uno degli strumenti più convenienti per chi intende parcheggiare delle somme in attesa di investimenti sia per facilità di gestione che per redditività grazie ai tassi di interesse lordi che diventano sempre più interessanti.

Offerte conto deposito, le migliori proposte di dicembre
Migliori conti deposito del mese: ecco quali sono

Non a caso negli ultimi mesi del 2012 e nel primo semestre del 2013 il conto deposito è stato scelto da sempre più risparmiatori che hanno preferito parcheggiare le proprie somme “al sicuro”, visto che sena dubbio il conto deposito è considerato uno strumento a “basso rischio” in quanto tutelato e in molti casi senza alcuna spesa relativa alla gestione o apertura. Ma quali sono gli elementi e le caratteristiche da tenere in considerazione quando si sceglie un conto deposito?

Confronta conti deposito

Sicuramente le differenze rispetto ad altre forme di risparmio o investimento sono notevoli soprattutto dal punto di vista delle funzionalità che sono limitate (in particolare se si mette a confronto con prodotti come il conto corrente) ma ci sono indubbi vantaggi nella facilità di gestione e tempo da dedicare.

Riassumendo i punti a favore del conto deposito rispetto ad altre forme di risparmio quali il conto corrente o il libretto di risparmio (sia bancario che postale) sono essenzialmente:

  • Praticità e facilità di gestione: il conto deposito può essere aperto direttamente online e gestito completamente da casa, evitando quindi di recarsi allo sportello. Inoltre, nonostante il conto deposito necessiti di un conto corrente di appoggio molti istituti non richiedono che appartenga allo stesso istituto accendo quindi anche conti correnti già esistenti.
  • Le due formule, vincolata e svincolabile, del conto deposito consentono inoltre di avere a disposizione uno strumento flessibile e svincolare le proprie somme in qualsiasi momento.

Scopri CashPark Vincolato

  • Affidabilità e sicurezza. Il conto deposito è tutelato dal Fondo Interbancario di tutela dei Depositi che garantisce le somme fino ad un massimo di 100 mila euro per singolo conto quindi non si corrono rischi relativi ad eventuali problemi dell’istituto bancario o relativi alla diminuzione del tasso di interesse lordo visto che viene concordato al momento dell’apertura;
  • Alto rendimento: i tassi di interesso lordo assicurati dal conto deposito sono superiori a qualsiasi altro strumento disponibile e consentono quindi di rendere produttive le somme in attesa di essere investite. La formula vincolata o svincolata permette inoltre di avere a disposizione dei tassi ancora più alti. Ad esempio, con il Conto CheBanca! è possibile avere un rendimento lordo del 3,50% a 6 mesi.

Scopri Conto CheBanca!

Nel momento in cui si decide di aprire un conto deposito bisogna anche tenerne in considerazione i limiti, che comunque sono minori  dal punto di vista economico. Il principale è senza dubbio quello relativo al limite di operazioni consentite in quanto, per poter garantire un così alto tasso di interesse, si possono effettuare solo depositi di denaro, e prelievi in alcuni casi.

Non si hanno quindi gli strumenti per la gestione quotidiana delle somme come bancomat, assegni, possibilità di effettuare bonifici e similari, limite giustificato dall’alto tasso di interesse.

Scelta di un conto deposito: come fare

Sicuramente, nonostante tutti i conti deposito rappresentino ottimi strumenti per il risparmio, nel momento in cui decidiamo di aprirne uno dobbiamo inevitabilmente tenere in considerazione le caratteristiche che stiamo ricercando all’interno di questo strumento analizzando al meglio quelle che sono le nostre necessità e opportunità.

Ad esempio se prevediamo già di investire le nostre somme nell’arco di un anno apriremo un conto deposito con vincolo temporale inferiore in modo da poter svincolare le somme in un momento a noi ottimale così come sceglieremo un vincolo temporale lungo se non sappiamo ancora quando e in cosa andremo ad investire i nostri risparmi.

In definitiva quindi ci sono diversi elementi che dobbiamo tenere in considerazione che corrispondono essenzialmente alle caratteristiche selezionabili all’interno del nostro comparatore gratuito di SosTariffe.it ossia:

  • il tasso di interesse lordo: forse tra tutte le variabili è quella che incide maggiormente nella scelta anche se non si deve considerarla una discriminante
  • Come e quando vengono capitalizzati gli interessi: solitamente tre sono le formule: anticipata, a fine vincolo e trimestrale;
  • vincolo a cui vengono sottoposti i fondi, caratteristica che può essere scelta direttamente dal cliente e che solitamente spazia dai 3 mesi fino ai 3 anni con diverse fasce intermedie fra le quali individuare quella ideale
  • La possibilità di estinzione anticipata del conto deposito che in alcuni casi viene garantita dalla formula svincolabile del conto stesso proposta da alcuni istituti;

Scopri CashPark Svincolabile

  • Il conto corrente legato al conto deposito, che può essere sia dell’istituito che di altro ente in base alle caratteristiche del conto, un elemento da non sottovalutare soprattutto se si prendono in considerazione i costi di gestione dei un conto corrente (nel caso se ne dovesse aprire un altro).

In definitiva prima di procedere all’apertura di un conto deposito non dobbiamo tralasciare nessun aspetto, in particolar modo se andiamo a vincolare i nostri risparmi.

Per comparare i vari prodotti a disposizione in una fase iniziale senza dubbio il comparatore di SosTariffe può essere un ottimo alleato per individuare prodotti i servizi più adatti a noi.

Commenti Facebook: