Conto corrente per partita IVA: le migliori offerte di luglio 2020

Nella scelta del conto corrente è opportuno valutare svariati fattori. Oltre ai costi per le principali operazioni, bisogna analizzare anche i servizi inclusi che devono ricalcare quelle che sono le esigenze del titolare del conto. Per i clienti con partita IVA, ad esempio, bisogna approfondire l’analisi al fine di verificare le soluzioni più in linea con le proprie necessità. Ecco, quindi, quali sono le migliori offerte di luglio 2020 per il conto corrente per partita IVA e come fare a valutare le opzioni a sé.

Ecco le migliori offerte per un nuovo conto corrente per partita IVA
Ecco le migliori offerte per un nuovo conto corrente per partita IVA

Per i clienti con partita IVA è importante individuare il miglior conto corrente per le proprie esigenze. Chi utilizza il conto per tutte le transazioni legate alla propria attività professionale, infatti, deve prendersi tutto il tempo necessario per valutare, con attenzione, le varie proposte disponibili sul mercato. Spesso, infatti, gli utenti con partita IVA, in particolare i freelance, gestiscono in autonomia gli aspetti finanziari e contabili della propria attività.

Per le attività più articolare, i conti correnti per freelance potrebbero risultare limitati e potrebbe essere necessario attivare prodotti in grado di offrire servizi maggiori. La scelta del conto corrente per partita IVA è, quindi, tutt’altro che banale e passa per l’analisi approfondita della propria attività lavorativa e di tutti gli aspetti finanziari e contabili collegati. Fortunatamente, il mercato bancario offre numerose opzioni tra cui individuare il conto più adatto da attivare.

Di seguito, quindi, vediamo alcuni dei migliori conti correnti per partita IVA disponibili a luglio 2020. Ricordiamo che tramite il comparatore di SOStariffe.it per conti correnti è possibile verificare tutte le migliori opzioni disponibili per chi è in cerca di un nuovo conto andando a confrontare le varie proposte disponibili sul mercato bancario italiano.

N26: il conto ideale per i freelance

La prima opzione da considerare per chi è in cerca di un conto corrente per partita IVA è rappresentata dal Conto N26, un prodotto che ha registrato un enorme successo in questi ultimi anni. N26 propone, infatti, un conto corrente specifico per i freelance. Si tratta di un’ottima soluzione per tutti i lavoratori che gestiscono, in completa autonomia, gli aspetti contabili e finanziari della propria attività e che, quindi, non hanno bisogno di affidarsi il proprio conto a collaboratori e assistenti.

Scegliendo il Conto N26 Business, il professionista freelance avrà la possibilità di utilizzare un conto pensato in modo specifico per le sue esigenze. Si tratta, infatti, di un conto che ha tutte le carte in regola per essere utilizzato come conto corrente “aziendale” ma che, allo stesso tempo, offre i servizi e le risorse necessarie ad un utilizzo personale. Da notare che si tratta di un conto corrente a canone zero e con IBAN  italiano.

Il conto corrente di N26 per professionisti include una carta di debito Mastercard, disponibile senza alcun costo aggiuntivo. La carta in questione può essere utilizzata per effettuare pagamenti senza commissioni (sia in negozio che online) e per prelevare denaro contante. Il prelievo non prevede commissioni di alcun tipo, anche per importi contenuti, se effettuato in Euro.

Da notare che la carta di debito Mastercard supporta la tecnologia contactless. I clienti che attivano il conto di N26 potranno, inoltre, registrare la carta di pagamento all’interno delle applicazioni Google Pay e Apple Apy (disponibili su tutti i dispositivi con chip NFC) per pagare con lo smartphone anche senza avere con sé la carta. Il chip NFC garantisce l’assoluta sicurezza delle transazioni.

Su tutti gli acquisti effettuati con la carta Mastercard, inoltre, N26 offre lo 0.1% di cashback. Il sistema sviluppato dall’istituto prevede un cashback automatico con accredito programmato su base mensile. Per chi effettua numerose transazioni con la carta, il cashback rappresenta un ulteriore plus da tenere in considerazione in fase di scelta del conto.

Il Conto N26 offre anche una gestione avanzata del conto stesso e degli strumenti di pagamento correlati. Il conto, infatti, è gestibile interamente tramite l’app di N26, installabile su tutti gli smartphone. I servizi bancari, quindi, diventano “mobile” e il professionista può gestire la contabilità e le risorse finanziarie della propria attività in modo semplice e, soprattutto, smart.

Per il cliente con partita IVA che sceglie Conto N26 ci sono diversi vantaggi aggiuntivi. La banca, infatti, mette a disposizione la possibilità di eseguire bonifici SEPA gratuiti e di utilizzare il servizio Money Beam per inviare, ricevere e richiedere denaro in tempo reale con transazioni immediate tra clienti N26.

Per i professionisti che lavorano con clienti e partner internazionali, al di fuori dell’area Euro, c’è anche la possibilità di sfruttare TransferWise per effettuare trasferimenti di denaro in 19 valute diverse con un tasso di cambio reale. Si tratta di una soluzione estremamente conveniente che permette di minimizzare i costi legati alle transazioni in valute diverse dall’Euro.

A rendere ancora più interessante il Conto N26 Business troviamo i servizi di gestione avanzata. I clienti che attivano il conto hanno a loro disponibile un sistema di statistiche automatiche delle spese, supportato da un’apposita IA. In questo modo, non c’è bisogno di attendere l’estratto conto tradizionale e sarà sempre possibile avere una panoramica completa delle proprie transazioni.

Anche i clienti business di N26 hanno a disposizione lo strumento di gestione del proprio budget Spaces, una caratteristica che contraddistingue anche il conto N26. Spaces permette di creare spazi digitali condivisi con i propri collaboratori, gestire il denaro e le spese della propria attività e, più in generale, semplificare al massimo la gestione del budget.

Per i clienti più esigenti, N26 offre anche le versioni You, dal costo di 9,90 Euro al mese, e Metal, dal costo di 16,90 Euro al mese, del suo conto business. Queste due soluzioni arricchiscono i contenuti proposti dalla versione base andando ad aggiungere delle coperture assicurative aggiuntive, una carta extra da associare al conto, sconti e offerte con partner selezionati e molto altro ancora.

Scegliendo la versione Metal, inoltre, sarà possibile ottenere un cashback dello 0.5% su tutte le transazioni effettuate con le carte. Questa versione può contare anche sul supporto telefonico dedicato, assente per le altre varianti di N26 per il business. Tutte le versioni del conto N26, invece, presentano una tutela dei depositi sino a 100.000 Euro, i servizi 3D Secure e doppia autenticazione per la massima sicurezza.

Il Conto N26 per freelance può essere attivato, in tutte e tre le sue varianti, direttamente online. Basta cliccare sul box qui di sotto e seguire la procedura di sottoscrizione.
Scopri ed attiva Conto N26 per freelance

Qonto: soluzioni specifiche per freelance e PMI

Qonto è un’altra soluzione eccellente per i clienti “business”. A differenza di N26, che punta in modo specifico ai professionisti freelance con partita IVA, Qonto offre una vasta gamma di soluzioni con l’obiettivo di fornire un conto corrente che sia in grado di adattarsi alle esigenze differenti della clientela business.

Qonto è pensato in modo specifico per la clientela business, partendo dal libero professionista che gestisce in autonomia la contabilità e le risorse finanziarie e sino ad arrivare alle PMI più grandi ed articolate che possono contare su personale dedicato alla gestione finanziaria. Tutte le soluzioni prevedono un conto corrente con IBAN italiano.

La prima opzione proposta da Qonto per i clienti con partita IVA è Solo. Questa versione del conto corrente presenta un canone periodico di 9 Euro al mese ed include una carta fisica One, con la possibilità di richiedere una carta supplementare al costo di 5 Euro in più al mese oppure una carta virtuale al costo di 2 Euro al mese.

Con Solo si avranno a disposizione 20 bonifici (tra entrata e uscita) e addebiti diretti SEPA ogni mese (successivamente ogni transazione prevede una commissione di 0.50 Euro). Per i bonifici in uscita in valuta estera via SWITF, invece, Qonto applica una commissione dell’1%.

Per le realtà più articolare è disponibile la versione Standard di Qonto che si caratterizza per un canone periodico di 29 Euro al mese. Questa soluzione garantisce l’accesso a 5 diversi utenti al conto e, quindi, può adattarsi ai clienti con partita IVA che prevedono la presenza di collaboratori e personale specifico per la gestione degli aspetti finanziari dell’attività.

Standard presenta 2 carte fisiche One (una carta supplementare costa 5 Euro al mese) e 2 carte virtuali One (una carta supplementare costa 2 Euro al mese) ed include 100 bonifici e addebiti diretti SEPA ogni mese. Da notare, inoltre, che la variante Standard di Qonto presenta diverse funzioni avanzate pensate per semplificare la contabilità e la gestione delle spese periodiche e straordinarie.

Al costo di 99 Euro al mese è possibile attivare Premium. Si tratta di un’ulteriore evoluzione del conto corrente per partita IVA di Qonto che punta a soddisfare le esigenze di PMI offrendo tante funzionalità aggiuntive a partire dal numero illimitato di accessi ad una ricca dotazione di carte (5 fisiche e 5 virtuali) oltre ad un limite di bonifici e addebiti diretti che viene portato a 500.
Attiva la versione di Qonto più adatta a te

Commenti Facebook: