Conto corrente per minorenni: le 3 alternative di Maggio 2022

l conti corrente per minorenni (meglio se online) sono sempre più richiesti dai genitori per i figli. Soprattutto se adolescenti. Sono uno strumento bancario utile per pagamenti e gestione del denaro dei figli con meno di 18 anni. Ecco quali sono le 3 migliori proposte di Maggio 2022.

Conto corrente per minorenni: le 3 alternative di Maggio 2022

I conti correnti per minorenni piacciano ai genitori. Sempre più mamme e papà (in alcuni casi anche nonni) scelgono di aprire un conto bancario intestato al proprio figlio per renderlo responsabile nella gestione del denaro. Ma non solo: anche con l’obiettivo di educarlo al risparmio. 

Così come, in tanti casi, il conto per minorenni può rappresentare anche una soluzione di investimento a lungo termine, dato che, sfruttando un buon tasso di interesse, potrebbe in futuro assicurare un patrimonio accantonato per il proprio figlio.  

Il mercato bancario offre una serie di proposte di conti correnti per minorenni. Con il comparatore di conti correnti di SOStariffe.it (disponibile anche tramite l’App di SOStariffe.it per Android e iOS) è possibile mettere a confronto le ipotesi più vantaggiose di Maggio 2022.

Conto corrente per minorenni: le alternative disponibili

LE ALTERNATIVE AL CONTO CORRENTE PER I MINORENNI  LE CARATTERISITCHE
Libretto di risparmio Non si tratta di un conto corrente ma di un vero e proprio investimento. Viene effettuato un deposito e, sulle cifre depositate, viene applicato un tasso di interesse. Non ci sono costi di gestione. I libretti di risparmio sono, in genere, riservati ai minori al di sotto di 12 anni.
Conto corrente per minorenni Tra i 12 ed i 17 anni è possibile puntare su di un conto corrente per minorenni, una soluzione che consente al minore (supervisionato dal genitore) di poter accedere ad alcuni servizi bancari basilari. Il conto potrà essere convertito in un conto ordinario quando il minore avrà raggiunto i 18 anni
Carta prepagata ricaricabile Per gestire piccole somme di denaro, per prelievi e pagamenti, è possibile puntare di una carta prepagata ricaricabile. Molti istituti propongono soluzioni specifiche per minori, in alcuni casi anche con IBAN

Come risulta dalla tabella qui sopra, al di sotto dei 12 anni, la soluzione migliore è un “libretto di risparmio”: non prevede né costi di gestione, né costi di mantenimento, ma offre un tasso di interesse variabile che può essere utile per incrementare il valore del denaro depositato nel corso del tempo.

Si tratta, quindi, di una forma di investimento sul lungo periodo che i genitori, o altri parenti, possono avviare per il futuro del minorenne. Anche se non ci sono costi di mantenimento, per i libretti di risparmio è previsto il pagamento dell’imposta di bollo annuale in caso di giacenza annua superiore ai 5.000 euro.

Tra i 12 e i 17 anni, invece, sono disponibili dei veri e propri conti correnti per minorenni, con una serie di operazioni possibili: dai bonifici ai pagamenti e ai quali è di solito associata una carta prepagata, utile per fare acquisti e prelevare denaro direttamente dal saldo del conto.

Questi conti sono, in genere, direttamente collegati al conto del genitore che può alimentare il saldo del conto del minore e monitorarne l’utilizzo. Una volta raggiunta la maggiore età, l’intestatario del conto potrà “convertire” il conto per minorenni in uno per maggiorenni, accedendo in modo completo e senza la supervisione del genitore a tutti i servizi bancari proposti dall’istituto.

Tuttavia, per i genitori che intendono educare i propri figli alla gestione del denaro, ma non vogliono aprire un conto corrente, c’è un’alternativa: una carta prepagata ricaricabile. Questa soluzione permette a un genitore di mettere a disposizione del proprio figlio uno strumento di pagamento completo, utile sia per fare acquisti online che in negozio, oltre che per prelevare denaro contante all’ATM.

Le carte prepagate per minorenni possono essere ricaricate facilmente. Ogni istituto di credito mette a disposizione varie opzioni: o tramite home banking o tramite bonifico (per le prepagate con IBAN). In genere, questa soluzione prevede costi ridotti, sia per il mantenimento che per l’utilizzo.

Conto correnti per giovani: le 3 proposte di Maggio 2022

I MIGLIORI CONTI PER I PIU’ GIOVANI DETTAGLI DEL CONTO
Conto BBVA
  • canone zero a tempo indeterminato
  • carta di debito inclusa con prelievi gratis in area euro per importo pari o superiore a 100 euro
  • bonifici e bonifici istantanei senza commissioni
Conto My Genius Unicredit
  • canone zero a tempo indeterminato
  • carta di debito inclusa con prelievo senza commissioni agli ATM UniCredit
  • bonifici online senza commissioni
  • moduli aggiuntivi per personalizzare il conto con servizi extra
Conto Widiba Start
  • canone gratuito per il primo anno e azzerabile successivamente (sconto di 3 euro se hai meno di 30 anni)
  • carta di debito inclusa con prelievo senza commissioni in area euro per importo superiore a 100 euro, 
  • bonifici online senza commissioni, PEC e Firma Digitale gratis

Analizzando le offerte del mercato di Maggio 2022 è possibile individuare 3 conti correnti particolarmente vantaggiosi per chi ha appena compiuto 18 anni o comunque per tutti i giovani alla ricerca di un conto economico e facile da gestire tramite i canali digitali. Ecco le migliori proposte:

Conto BBVA

Il miglior conto corrente per giovani di Maggio 2022 è quello proposto da BBVA. La banca multinazionale spagnola propone un conto per giovani a zero spese: niente canone annuo e imposta di bolla gratuiti. E completamente digitale, con un IBAN italiano, che si apre con un selfie in poco più di 5 minuti. 

Offre anche i seguenti vantaggi:

  • tutti i principali servizi bancari disponibili senza commissioni
  • Gran Cashback 10% BBVA, fino a 50 euro su tutti gli acquisti, pagamento degli acquisti rateizzato e anticipo dello stipendio, carta di debito BBVA fisica o digitale a zero spese e senza costi di spedizione;
  • bonifico istantaneo e prelievo bancomat a partire da 100 euro anche da altra banca in Italia e in tutti i paesi di zona Euro gratuiti. Ma non è consentito il trading online.

Scopri il conto BBVA »

Conto My Genius Unicredit

Il secondo conto proposto è My Genius di UniCredit. Si tratta di un conto a canone azzerato, che permette bonifici SEPA e giroconti online gratis se lo si apre online entro il 31 Maggio 2022. Inoltre, si riceverà la carta di debito internazionale MyOne, la quale appartiene al circuito VISA e per la quale è di solito richiesto un costo di emissione di 3,50 euro. 

Il conto corrente potrà essere gestito con il servizio di Banca Multicanale, cioè:

  • via Internet;
  • via telefono;
  • via app, tramite mobile banking.

Per questo conto si pagano invece il prelievo bancomat da altra banca (2 euro), il bonifico allo sportello (7.25 euro) e il prelievo allo sportello (3.50 euro), mentre non è permesso il trading online.

Per l’apertura online è facile: serve tenere a portata di mano la carta d’identità (o passaporto, o patente), mentre come requisito tecnico è richiesta una webcam o una fotocamera. Infine, sono necessari un cellulare con numero italiano e un indirizzo e-mail.

Scopri conto My Genius UniCredit »

Per quanto concerne, invece, la fascia compresa tra 0 e 12 anni UniCredit propone la soluzione Genius Bimbi, un conto deposito a risparmio nominativo, che si rivolge ai bambini con la residenza in Italia.

Si tratta di un libretto che permette di:

  • effettuare versamenti in contanti, presso qualsiasi sportello della Banca;
  • prelevare contante presso la Filiale che ha lo ha rilasciato;
  • ricevere bonifici SEPA in euro, sull’IBAN collegato.

Si tratta di una soluzione conveniente in quanto non ha costi di apertura, non prevede spese e l’imposta di bollo sarà a carico della Banca. Ogni anno è calcolato un tasso di interesse pari allo 0,20% di quanto depositato.

Genius Bimbi potrà essere richiesto da entrambi i genitori o da uno solo: chi ne ha fatto richiesta, potrà effettuare versamenti e prelievi di contante presentando il libretto che sarà rilasciato al momento della stipula del contratto. Quando il bambino avrà compiuto 13 anni, sarà possibile passare al conto Genius Teen, ovvero il conto corrente per minorenni di età compresa tra i 13 e i 17 anni.

Di che cosa si tratta? È il conto di deposito a risparmio nominativo dedicato ai ragazzi dai 13 ai 17 anni residenti in Italia, i quali potranno gestire i propri risparmi ed effettuare acquisti in autonomia, entro i limiti contrattualmente previsti.

Questo vero e proprio conto corrente per minorenni UniCredit permette di:

  • ricevere bonifici SEPA in euro, sul codice IBAN collegato;
  • effettuare versamenti in contanti presso qualsiasi sportello della banca;
  • prelevare contante in Italia e all’estero;
  • fare acquisti online e nei negozi.

Genius Teen permette ai ragazzi di diventare economicamente più indipendenti e imparare a gestire le loro (seppur limitate) risorse finanziarie.

Anche questa soluzione non prevede spese di apertura e di gestione. Include una carta di debito internazionale e una carta prepagata ricaricabile, la quale potrà essere richiesta da chi ha già compiuto 14 anni. Ogni anno è inoltre calcolato un tasso di interesse pari a 0,20% di quanto depositato.

Una volta compiuti 18 anni, sarà possibile sottoscrivere un’altra tipologia di conto corrente, come per esempio My Genius, ovvero il conto corrente online a zero spese di UniCredit.

Conto Widiba

Come terza opzione per c’è l’offerta di Banca Widiba: il conto Widiba Start è a zero canone per i primi 12 mesi per i nuovi clienti. E include una carta di debito gratuita, oltre che bonifici online e prelievi Bancomat oltre i 100 euro senza commissioni.

La proposta garantisce:

  • un conto 100% paperless;
  • apertura in 5 minuti con riconoscimento via SPID o webcam;
  • una PEC e la firma digitale;
  • pagamenti con Google Pay, trading online.

Prevede invece il pagamento per il bonifico allo sportello (3 euro), il prelievo allo sportello (3 euro), un canone per la carta prepagata (10 euro) e una carta di credito facoltativa (20 euro).

Il conto Widiba Start si caratterizza per essere facile e intuitivo da usare.

Inoltre, dopo 12 mesi, è possibile personalizzare il proprio conto con prodotti e servizi per ridurre i costi del canone, fino ad azzerarlo. Ecco come:

  • 3 euro in meno se non hai ancora 30 anni;
  • 1 euro in meno con l’accredito dello stipendio (o pensione);
  • 1 euro in meno se il tuo patrimonio complessivo è di almeno 25.000 euro;
  • 2 euro in meno se hai 10.000 euro investiti in risparmio gestito (per esempio: fondi, sicav, polizze)
  • 1 euro in meno se hai 20.000 euro investiti in risparmio amministrato (Per esempio: obbligazioni, azioni, ETF, ETC)

Le riduzioni saranno calcolate e riconosciute l’ultimo giorno del trimestre.

Scopri conto Widiba »