Conto corrente Partita IVA: le migliori proposte di Novembre 2020

I conto corrente per partita IVA offrono una serie di vantaggi e di servizi esclusivi che agevolano l'organizzazione dei pagamenti per fornitori e collaboratori. Ecco quali sono le migliori promozioni per aprire un conto aziendale a Novembre 2020

Conto corrente Partita IVA: le migliori proposte di Novembre 2020

I conti personali offrono molti servizi agli utenti e possono anche essere adatti alla gestione del piccolo business di una start up o di un libero professionista. Quando però la società si espande o le operazioni quotidiane diventano più importanti diventano molo utili gli strumenti messi a disposizione dai conti correnti aziendali.

In Italia per altro le attività imprenditoriali devono avere un conto corrente business dedicato e ogni entrata e uscita dell’attività deve passare da questi strumenti. Un imprenditore non potrà utilizzare il conto aziendale per spese personali e viceversa. Per la precisione l’obbligo di Legge esiste per le persone giuridiche, si tratta quindi di imprese registrate come Srl, Spa, Snc o Sas.

Per le partite IVA è quindi possibile avere un conto promiscuo, in verità in passato il Decreto Bersani del 2006 aveva stabilito anche per i liberi professionisti la necessità di avere un conto da cui effettuare versamenti previdenziali e fiscali. Dal 2008 con la Legge 112 la precedente norma è stata abrogata e i lavoratori autonomi. non hanno più l’obbligo di aprire un conto aziendale.

Conto aziendale o personale, cosa cambia?

Un conto business in cosa di differenzia da un comune conto personale? Ecco alcune delle caratteristiche principali che distinguono questi due prodotti:

  • Commissioni azzerate per le principali operazioni bancarie, i conti business sono contraddistinti da pacchetti all inclusive e con la possibilità di fare un numero illimitato di azioni
  • Funzioni che permettono ai collaboratori di disporre bonifici, giroconti e ricariche a nome dell’azienda
  • Sistemi automatici per programmare il pagamento degli stipendi dei dipendenti
  • Domiciliazione agevolata delle utenze
  • Gestione dei pagamenti POS con la possibilità di accredito sul conto corrente e riscossione delle ricevute bancarie
  • Finanziamenti e servizi assicurativi agevolati con prestiti finalizzati per i propri progetti
  • Possibilità di richiedere più carte di credito fisiche o virtuali per diversi team di lavoro o singoli progetti

I migliori conti correnti per partite IVA

Un professionista che ha appena avviato un’attività o una start up possono magari trovare ancora conveniente gestire i primi fondi con il conto personale. Con il passare del tempo però in genere si preferisce passare ad una soluzione più completa.

Se a spaventare sono i costi del canone e di gestione dei conti correnti per partita IVA, è un falso problema. Ci sono infatti diverse offerte per aprire conti business a canone zero e le banche propongono promozioni che permettono di azzerare anche i costi dei conti.

Per valutare le migliori offerte di apertura di un conto business si può utilizzare il comparatore di SOStariffe.it. Questo strumento analizza le proposte online delle banche e restituisce ai clienti uno schema riassuntivo delle principali condizioni contrattuali e un resoconto dei costi operativi.

I pacchetti base dei prodotti business danno diritto ad un numero limitato di operazioni gratuite e includono una carta di debito internazionale. Per imprese di maggiori dimensioni, magari con più progetti attivi in contemporanea è però necessario avere più strumenti a disposizione. In questi casi il risparmio iniziale garantito dal canone zero del conto viene meno rapidamente dovendo pagare per le carte aggiuntive e i servizi.

Le offerte di Novembre

Quando si decide quale prodotto aprire è quindi sempre meglio cercare di valutare bene tutti i fattori e non solo quello della convenienza economica immediatamente offerta. Ecco quali sono i migliori conti per partite Iva di Novembre 2020:

  • N26 per freelance
  • Conto aziendale Qonto

Scopri i conti correnti per professionisti»

1. N26 per freelance

I freelance in possesso di una partita Iva possono aprire questo conto a zero spese di N26. Questo conto è collegato all’app della banca tedesca che è il principale strumento per gestire i propri fondi e organizzare anche la contabilità. L’applicazione permette di impostare e notifiche in tempo reale di entrate e uscite e con il sistema di Spaces è possibile suddividere il budget a disposizione tra differenti gruppi di lavoro.

Per poter avviare le pratiche per il conto N26 è richiesto il codice fiscale, una copia del documento di identità, la maggiore età dell’intestatario e la residenza in Italia (o un permesso di soggiorno di lunga durata). L’unico limite imposto per poter aprire un conto Business è che non si possieda già un conto personale o aziendale con N26.

Essendo un conto online di una banca virtuale, gli utenti dovranno seguire la procedura online per poter avere il proprio conto Business. Una volta scaricata l’applicazione sul proprio smartphone o tablet si dovranno fornire le informazioni personali, la mail e l’utente dovrà effettuare un bonifico anche minimo sul nuovo conto.

Per poter procedere è necessario scaricare l’app su un dispositivo dotato di una camera, sarà infatti necessario fotografare i propri documenti e poi effettuare una videochiamata per la verifica dell’identità dell’intestatario. I device compatibili con l’applicazione di N26 sono gli smartphone iOS 11 o superiore o Android 6.0 o superiore.

Con l’apertura del conto business i nuovi clienti N26 avranno:

  • una carta di debito Mastercard a zero spese
  • prelievi senza commissioni in Italia e in UE
  • pagamenti senza spese extra in 19 valute straniere
  • possibilità di stampare il proprio estratto conto
  • bonifici SEPA gratuiti
  • categorizzazione delle spese per migliorare le proprie capacità di risparmio
  • sistema di tag per agevolare la ricerca dei pagamenti

Una funzione che può fare molto comodo è quella degli Spaces, come accennato si tratta di poter creare dei depositi interni al proprio conto corrente. Il cliente potrà utilizzare questo strumento per mettere da parte i soldi per acquistare dei materiali o dei device per un progetto futuro o per limitare ad una cifra precisa il budget per un determinato lavoro.

Il conto Business di N26 è disponibile in questa versione semplificata a costo zero o con le soluzioni You o Metal. Il conto You ha un canone di 9,90 euro al mese e include il cashback dello 0,10% sugli acquisti effettuati con le carte N26 e estende l’azzeramento delle commissioni sui prelievi in tutto il mondo. Il pacchetto comprende anche l’assicurazione viaggio con copertura dei bagagli, dei voli e delle spese mediche (fino a 1 milione di euro), inoltre è prevista un’assicurazione per i veicoli in sharing e per gli sport invernali.

Con il conto Metal il canone mensile passa a 16,90 euro e questo prodotto garantirà un cashback dello 0,50% sugli acquisti con carta. Le condizioni per effettuare prelievi e bonifici sono le stesse dei conti You e alle polizze sanitarie e di viaggio, alle quali si aggiungono l’assicurazione smartphone e quella per le auto a noleggio.

Con entrambe le soluzioni a pagamento sono disponibili fino a 10 Spaces in contemporanea e potranno essere creati altrettanti Spaces condivisi con i clienti.

Attivate il conto N26 per freelance »

2. Qonto

Le soluzioni business di Qonto sono dei conti con canoni a partire da 9 euro al mese, ci sono delle soluzioni preconfezionate per le pmi e i professionisti oppure si può creare un conto su misura per la propria compagnia. I 3 conti aziendali pensati da Qonto sono:

  • profilo Solo (9 euro al mese)
  • Standard 29 euro mensili
  • account Premium (99 euro di canone mensile)

Se non si hanno le idee chiare su quale sia la migliore soluzione per le proprie necessità è possibile sfruttare il mese di prova gratuita di uno dei 3 account e poi decidere.

Per aprire un conto con questa banca sarà necessario scaricare l’app e collegarla al dispositivo mobile che si vuole utilizzare per controllare e operare sul proprio conto. Si potranno creare diversi livelli di autorizzazione a seconda dei ruoli dei collaboratori e partner a cui si darà accesso al profilo. Per esempio, con Qonto è possibile creare un account con particolari autorizzazioni operative per il commercialista. Allo stesso modo, questa funzionalità sarà utile per i team di lavoro su progetti o per chi avesse dipendenti che devono compilare le note spesa di viaggio.

Una delle funzioni che rende il lavoro più semplice è l’opzione che rende i collaboratori in grado di precompilare gli ordini di bonifico. Questo strumento può essere utile per i pagamenti verso i fornitori oppure per ordinare i materiali necessari a gruppi di lavoro.

Il numero di persone che hanno accesso al profilo bancario dipende dal conto, con Solo si ha diritto solo ad un account. Con il conto Standard è permesso di creare 5 profili legato al principale e con il Premium diventa illimitato il numero di account. I possibili ruoli da assegnare sono tre: amministratore (ce ne può essere solo 1 per account), contabile e collaboratore.

Ad essere differenti sono anche le commissioni e l’operatività gratuita compresa nei costi del canone. Con un profilo Solo il cliente avrà diritto:

  • invio di una carta di  debito Mastercard One (senza commissioni su operazioni in UE) e senza costi di emissione
  • carte virtuali illimitate
  • 20 bonifici SEPA o addebiti diretti gratis (commissione sulle altre operazioni 0.50 euro)
  • sui bonifici in valuta estera commissione dell’1%
  • prelievi 1 euro
  • soglia di prelievo mensile 10 mila euro

Scopri il conto aziendale Qonto »

Con il profilo Standard si passa ad un numero maggiori di profili consentiti e alle seguenti condizioni:

  • 100 bonifici e addebiti senza commissioni (successivi al costo di 0,40 euro l’uno)
  • 2 carte fisiche e 2 carte virtuali
  • 1 euro di commissione su prelievi in Italia e in UE
  • categorizzazione spese con tag
  • conti multipli per i team di lavoro per destinare budget ai singoli progetti

La versione Premium infine include nel canone:

  • 5 carte di credito One
  • 5 carte virtuali
  • prelievi gratuiti illimitati
  • fino a 500 bonifici e addebiti gratuiti (0.25 euro per transazioni extra)
  • digitalizzazione conto spese
  • assistente dedicato
  • pre-inserimento bonifici da parte dei collaboratori
  • gestione budget da parte dei manager

L’unico a poter agire in totale autonomia sul conto sarà l’amministratore, questo ruolo potrà essere attivato solo dall’intestatario del conto.

Commenti Facebook: