Conti ok per Vodafone, ma scendono gli utenti mobile

È stato reso pubblico da poco lo studio R&S Mediobanca sulle telecomunicazioni in Italia. A fronte di un calo dei clienti della rete fissa e di un generalizzato aumento della rete mobile, Vodafone mostra una solida struttura finanziaria e fa registrare un calo dei suoi utenti mobile, aumentando però quelli per voce e dati.

Vodafone
Tra i competitor europei, Vodafone ha la minore incidenza dei debiti finanziari sul patrimonio netto

Le offerte ADSL e telefono di Vodafone sono cresciute dal 2009 al 2013 di 3 punti percentuali, e ora l’operatore può contare su una quota pari al 9,5% del mercato. Guidano ancora la classifica Telecom, con il 63,1% (ma in netta discesa, -10,4 rispetto al 2009) seguita da Wind. Sorpassata Fastweb, ora quarta con il 9,3%.
Scopri Super ADSL di Vodafone
Meno bene le cifre per la telefonia mobile di Vodafone: nel 2013 sono stati infatti persi 4,3 punti percentuali rispetto al 2009. Vodafone rimane comunque il secondo operatore italiano con il 28,7% della quota di mercato, dietro a Telecom Italia con il 32,2% e davanti a Wind (23%), 3 Italia (10%), PosteMobile (2,9) e Fastweb (0,8%).

Ottima invece la situazione finanziaria del gruppo, anche rispetto ai principali concorrenti europei. Vodafone fa infatti registrare solo il 40,7% di incidenza dei debiti finanziari sul patrimonio netto; molto più indietro Orange (142%), Deutsche Telekom (156%), Telecom Italia (173%), Telefónica (210%) e Vimpelcom (322%).

Per passare a un’offerta ADSL o fibra Vodafone, è necessario comunicare il codice di migrazione per mantenere il proprio numero e non avere interruzioni nel servizio.

Commenti Facebook: