Conti e risparmio: migliora la fiducia degli italiani

Migliora la fiducia degli italiani in materia di conti e risparmi, o almeno rallenta il pessimismo e l’incertezza rilevata lo scorso autunno dall’Osservatorio semestrale di Anima SGR, operatore indipendente del risparmio gestito, in collaborazione con la società di ricerche di mercato GfK. L’edizione primaverile dell’Osservatorio dimostra che gli italiani vogliono investire in prodotti semplici, sicuri e che garantiscano un buon ritorno in poco tempo, come i conti deposito.

conti e risparmi, cresce la fiducia degli italiani
Gli italiani per investire cercano prodotti sicuri, semplici e di breve durata, come i conti deposito

Lo studio Anima SGR-GfK ha come obiettivo analizzare i comportamenti finanziari delle famiglie italiane in funzione dei loro progetti: detto in un’altra maniera, capire come investono e come preferiscono salvaguardare i propri risparmi gli italiani.

La rilevazione di questa primavera è stata condotta su un campione di oltre 1.300 titolari di conti correnti bancari o postali, che rappresentano oltre 41 milioni di individui dal punto di vista statistico, fra cui circa 10mila di investitori, in possesso di almeno un prodotto di investimento.

Migliora la situazione economica, o almeno non peggiora

Per il 15% del campione, la situazione economica dell’Italia tra un anno sarà migliore (era il 12% nello studio di ottobre 2014), mentre il 36% (contro il 22% di prima) ritiene che non ci saranno particolari cambiamenti, e quindi ci sarebbe una “precaria” stabilità. In flessione del 17% i pessimisti, quelli che ritengono che la situazione peggiorerà (di poco o di molto), che passano dal 58% del campione ad ottobre 2014 al 41% questa primavera.

In calo anche i cosiddetti “euro-scettici” ovvero quelli che, se ci fosse un referendum sull’Euro, voterebbero in contra della moneta unica perché vorrebbero una nuova lira: è il 35% del campione (contro il 42% sei mesi fa), mentre il 37% degli intervistati (erano il 38% prima) vuole rimanere con l’Euro.
Migliori conti correnti per risparmiare

Come risparmiano e in cosa investono le famiglie?

In vista dell’attuale situazione economica, le famiglie mettono in atto strategie per risparmiare ed, eventualmente, per investire e ottenere un profitto.

In linea con quanto già emerso nel 2014, gli italiani continuano a cercare di evitare gli sprechi e tagliare le spese superflue (73% del campione). Tuttavia, rispetto sei mesi fa, c’è una maggiore attenzione alla possibilità di accumulare ricchezza, con un 37% degli intervistati che ha intenzioni di mettere denaro da parte, contro il 33% dello scorso studio.

Per quanto riguarda la propensione a investire però, rispetto a ottobre 2014, si verifica in generale una tendenza negativa, passando dal 41% al 34% nel campione generale dei correntisti, mentre all’interno dei 10 mila investitori  scende al 69% dal 73%. E in cosa investono gli italiani? Di seguito, le risposte:

[caption id="attachment_193794" align="aligncenter" width="514" caption="Fonte: Osservatorio Anima SGR - GfK"][/caption]

Dal grafico di sopra si evince che gli italiani confermano il loro interesse per i prodotti finanziari (26% del campione), mentre continua il crollo dell’investimento in mattone, passando dal 14% di ottobre al 10% di quest’anno e scende, inoltre, il numero di quelli che preferiscono di conservare i propri risparmi in liquidità (al 3% dal 6% della scorsa rivelazione).

Prodotto bancario per investire: che sia sicuro, semplice e a breve termine

Per quanto riguarda il tipo di soluzione di investimento, i correntisti italiani pongono attenzione alle caratteristiche relative al prodotto (74%), motivandosi soprattutto per una questione di sicurezza e protezione dei risparmi (47%) e, visti i tassi d’interesse ai minimi storici, si rivelano di maggiore importanza la semplicità con cui provvedere all’investimento (18%), preferendosi infine le durate a breve termine (13%).

Queste caratteristiche che gli italiani cercano quando si tratta di investire (sicurezza, semplicità, breve durata)  sono garantite dal conto deposito, un prodotto semplice, che non prevede spese – in certi casi nemmeno l’imposta di bollo – e che assicura un buon ritorno in poco tempo. Sono prodotti sicuri, tra l’altro, perché protetti dal Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi che protegge fino a 100.000 euro per singolo cliente.

D’altronde, sebbene i tassi d’interesse non siano più quelli di una volta, grazie a certe promozioni i conti deposito garantiscono un buon rendimento a breve durata. Ad esempio, il Conto Deposito di CheBanca! offre un tasso promozionale dell‘1,80% a tutti coloro che vincolano nuova liquidità per 6 mesi entro il 31 agosto 2015. Per maggiori informazioni, seguite il link qui sotto:

Più info sul Conto Deposito CheBanca!

Commenti Facebook: