Conti deposito: rendimenti in discesa, ma la convenienza ancora c’è

Bot e Btp, classici Titoli di Stato, sarebbero ancora meno convenienti rispetto ai Conti Deposito nonostante la diminuzione dei tassi d’interesse che nelle ultime settimane ha interessato questa forma di investimento. La caduta dei rendimenti andrebbe dall’1 al 1,5% per colpa dell’effetto spread. I conti deposito sono, tuttavia, ancora molto vantaggiosi per tutti i risparmiatori.

L’effetto è quello di una cascata: lo spread aumenta, calano i rendimenti dei titoli di Stato e di conseguenza il sistema di credito e debito ne viene compromesso. Per questo gli istituti di credono non sono più in grado di offrire grandi tassi d’interesse.

Ricordiamo che i conti deposito sono quella tipologia di conti che bloccano per un tot periodo gli investimenti per avere in cambio una percentuale di quanto bloccato: tali percentuali non sono altissime, ma sono sempre maggiori degli interessi maturati sui conti correnti.

Quindi il consiglio che si può dare in questo periodo di crisi è approfittare, qual’ora si abbia una piccola somma da investire, dei conti deposito ancora alti, prima che possano scendere ulteriormente.

Di seguito i migliori tassi del momento:

  • PrivatBank, deposito a lungo termine con vincolo di 60 mesi: tasso netto del 4%,
  • InMediolanum, vincolo a 12 mesi con tasso netto del 2,88%,
  • WeBank, vincolo a 18 mesi con tasso netto al 2,80%,
  • YouBanking, vincolo a 18 mesi con tasso netto al 2,80%,
  • Fineco, CashPark Vincolato: vincolo a 24 mesi con tasso al 2,60%,
  • Conto deposito Che Banca; vincolo a 12 mesi con tasso al 2,40%,

Confrontare tutte le offerte è, comunque, la soluzione più adatta per trovare l’offerta più conveniente.
Vai ai Conti Deposito con Miglior Tasso

Commenti Facebook: