Conti correnti in aumento: crescono le spese del 7,5%

Il costo medio mensile dei conti correnti in Italia è in aumento: lo rivelano gli ultimi dati rilasciati dalla Banca d’Italia sulla base dei quali è stato registrato un rialzo sui costi di gestione di un conto corrente, per il terzo anno consecutivo, del 7,5%. Quali sono i principali motivi di tale fenomeno secondo Bankitalia e qualche consiglio per valutare di scegliere un conto corrente online, cercando di risparmiare sui principali costi di gestione.

Conti correnti in aumento: crescono le spese del 7,5%

Nel 2018, secondo quanto evidenziato da Banca d’Italia, il costo dei conti correnti ha subito un incremento del 7,5%, con un’accelerazione molto più repentina sia rispetto al 2017, sia rispetto al 2016. L’indagine periodica condotta da Bankitalia su quanto grava un conto corrente per le famiglie italiane ha rivelato che si tratta del terzo anno consecutivo in cui si verifica un aumento. Negli anni precedenti, però, non era stato così netto: si trattava infatti soltanto di un rialzo di 1,1% per il 2016 e di 1,8% per il 2017. Tornando ancora indietro, ovvero nel 2015 e nel 2013, c’erano state addirittura delle riduzioni delle spese, rispettivamente di 5,8 euro e 6,9 euro.

Custodire i propri soldi in un conto corrente comporta, quindi, una spesa sempre maggiore: questa tendenza è valida anche per i conti correnti postali, per i quali la spesa di gestione ha raggiunto nel 2018 un aumento di 4,90 euro, mentre nel 2017 era stato di 2,10 euro. Al contrario, è stata confermato che un conto corrente online rappresenta una scelta senza dubbio più vantaggiosa, in quanto il costo previsto in media è rimasto quasi del tutto invariato.

In sintesi, avere un conto corrente costa in media 86,90 euro all’anno. Nel corso degli ultimi 3 anni i correntisti italiani hanno dovuto spendere almeno 10 euro in più per mantenere attivo il conto corrente, che rimane la soluzione preferita dalla maggior parte degli italiani, nonostante i rendimenti siano quasi sotto lo zero. Quali sono le motivazioni principali di questa impennata che ha colpito tutti i conti correnti, ad eccezione di quelli online? Ecco quali sono le spiegazioni fornite da Bankitalia.

Confronta i conti correnti online »

Perché il costo dei conti correnti è in aumento?

Ci sono due ragioni principali che, in concomitanza, hanno contribuito a far crescere l’importo da pagare per tenere i propri risparmi su un conto corrente. Da un lato si sottolinea la cattiva gestione da parte dei possessori del conto, che non sono in grado di portare avanti un correo utilizzo. Per esempio, sono soliti effettuare un numero molto significativo di operazioni alle quali vengono applicate numerose commissioni, come quella di effettuare un prelievo allo sportello che ha indubbiamente un costo più elevato rispetto a un bonifico online. Dall’altro lato, a questa prima motivazione si contrappone il rialzo dei canoni di base del conto e dei canoni relativi alle carte di debito. Gli intermediari finanziari possono aumentare le condizioni economiche del conto corrente in rapporto a scelte commerciali o a fattori di tipo concorrenziale (se la concorrenza è bassa, c’è più probabilità che i prezzi tendano a salire).

L’indagine condotta da Bankitalia ha preso in esame 12.842 conti correnti bancari (fra i quali 678 erano conti correnti online) e 957 conti correnti postali, che sono stati scelti partendo da 614 sportelli bancari e 48 sportelli postali. Banca d’Italia ha previsto un aumento ulteriore anche per i prossimi anni: considerato che il settore bancario è poco concorrenziale, spese ancora superiori per la gestione di un conto corrente sono plausibilissime. In Italia, in più, i costi relativi ai conti correnti sono in media più elevati rispetto a quelli previsti negli altri Paesi dell’Unione Europea.

Per i motivi sopra elencati, quella di valutare l’apertura di un conto corrente online potrebbe essere davvero un’ottima idea: SosTariffe.it mette a disposizione uno strumento gratuito che consente di confrontare i vari conti correnti disponibili sul momento, quali per esempio:

  • conto minori;
  • conto giovani;
  • conto single;
  • conto famiglie:
  • conto pensionati.

Come si può notare, ogni tipologia di conto corrente online è stata studiata per un target specifico, al quale si rivolge in modo ben definito, proponendo la migliora soluzione tariffaria.

Come funziona il comparatore di conti correnti online di SosTariffe.it?

Oltre alla tipologia di conto corrente, che ne prevede anche una pensata per le aziende (conto corrente business), con il comparatore di conti correnti di SosTariffe.it è possibile selezionare alcune opzioni, quali la fascia di età della persona che diventerà il titolare del conto, quanti bonifici si prevedono in media in un anno, quanti prelievi presso altre banche si pensa di poter effettuare, quale sarà l’importo medio della giacenza sul conto.

In più, è possibile spuntare una tipologia di conto corrente in base ad alcune caratteristiche importantissime, che in genere fanno la differenza fra un conto e un altro, come:

  • il fatto che il conto abbia zero spese di gestione (sì, esistono ancora);
  • la presenza o meno dell’imposta di bollo, che per alcuni conti correnti viene pagata direttamente dalle banche;
  • quali operazioni sono incluse nel conto;
  • se è possibile attivare una carta di credito dopo aver aperto il conto;
  • se si può usare il conto per accreditare ogni mese lo stipendio.

L’algoritmo dello strumento di comparazione sarà in grado, in base a quanto indicato, di mostrare agli utenti i costi fissi dei conti online disponibili e le eventuali promozioni attive, che potranno essere facilmente consultate proprio grazie a una tabella di comparazione, al fine di assicurarsi il massimo del risparmio. Al termine del confronto fra i vari conti correnti online presenti in tabella, basterà cliccare su quello considerato più conveniente e SosTariffe.it si collegherà in modo automatico al sito sul quale è presente l’offerta in questione. Con un altro clic, dopo aver riletto i termini e le condizioni della promozione, si potrà scegliere di aprire il conto corrente online. Lo strumento è del tutto gratuito e di facile utilizzo: bastano davvero pochi minuti per selezionare le opzioni giuste e ottenere una comparazione affidabile e sicura.

Quali sono i principali vantaggi che contraddistinguono un conto corrente online rispetto ai normali conti correnti, oltre al prezzo che abbiamo visto essere molto più economico? Eccoli elencati di seguito nel caso in cui si volesse valutare nell’immediato l’apertura di un conto corrente online.

Aprire un conto corrente online: quali sono i vantaggi

Ci sono varie motivazioni per le quali un conto corrente online rappresenta una soluzione che va incontro alle esigenze di risparmio dei consumatori. Tra le più rilevanti, si confermano:

  • la comodità: un conto corrente online può essere raggiunto non solo da PC, ma anche utilizzando uno smartphone o un tablet con l’apposita applicazione collegata al conto, utilizzabile semplicemente inserendo le proprie credenziali;
  • la presenza dell’Internet banking, che permette di controllare il proprio saldo, attraverso il quale può anche essere effettuata online tutta una serie di operazioni, quali per esempio bonifici (che possono ricorrenti o istantanei), il pagamento di bollettini, RAV e MAV, fino ad arrivare a investimenti su un portfolio di titoli o azioni;
  • nella maggior parte dei casi, il punto di forza di un conto corrente online è rappresentato dal fatto di essere a zero spese o di avere, comunque, un costo molto esiguo rispetto a un conto corrente normale. Il prezzo minimo dei conti correnti online è reso possibile proprio dalla gestione via web, che ha consentito alle banche di poter risparmiare su tutti i costi fissi e anche sui costi fisici legati alla presenza di una filiale, quali l’affitto, l’acquisto di un immobile o ancora il costo del personale. Sono molti diffusi i conti correnti online che propongono una versione base – gratuita – e una a pagamento, che rappresenta una sorta di variante premium che offre qualche funzionalità in più (per esempio, la possibilità di richiedere una carta di credito, pacchetti assicurativi per viaggi e malattie, il cambio in un’altra valuta a un tasso molto conveniente, e così via);
  • infine, una delle motivazioni per le quali i conti correnti online rappresentano una scelta di livello è legata alla loro sicurezza. Nonostante ci possa essere uno scetticismo iniziale da parte degli utilizzatori che non si sono mai affidati a un conto corrente online, oggi i loro sistemi di riconoscimento biometrico fanno in modo che l’affidabilità sia totale. Per esempio, i conti più all’avanguardia si basano su tecnologie quali quella dell’impronta digitale o del riconoscimento facciale: per questo motivo anche in caso di furto dello smartphone, sarà impossibile, da parte di terzi, avere accesso al proprio conto ed effettuare operazioni illecite. In più, i moderni conti correnti si basano sul meccanismo dell’identificazione a due fattori, in base al quale è necessario un doppio accesso per poter acquistare qualcosa dall’home banking o dall’app del conto: si deve infatti utilizzare un doppio codice, del quale il primo corrisponde di solito alla password e il secondo cambia di volta in volta e viene inviato al numero di cellulare fornito nel momento della registrazione del conto.

Commenti Facebook: