Conti Correnti, i più cari. Come risparmiare?

L’ultima indagine condotta dall’Adusbef conferma che in Italia i conti correnti bancari sono tra i più costosi: l’associazione dei consumatori approfondisce la prima analisi già condotta con Federconsumatori per verificare i costi dei conti correnti italiani.

Il dato tiene in considerazione anche la capacità di spesa di ogni nazione: l’onere italiano è davvero alto per le famiglie già in crisi e sta avendo conseguenze più rilevanti rispetto agli altri paesi dell’Unione Europea.

conto-corrente-spesa

Lo studio condotto dall’associazione italiana si è basata sui dati raccolti dal commissario europeo ai servizi finanziari Michel Barnier: i costi dei conti correnti italiani risultano i più alti (295 euro ogni anno). Seconda posizione per la Spagna (211 euro/anno) e segue la Lettonia con un costo annuo di 164. La Bulgaria invece è il Paese più conveniente: la gestione del conto corrente costa solo 43,57 euro all’anno.

indagine condotta dall’Adusbef conferma che in Italia i conti correnti bancari sono tra i più costosi: l’associazione dei consumatori approfondisce la prima analisi già condotta con Federconsumatori per verificare i costi dei conti correnti italiani.

Il dato tiene in considerazione anche la capacità di spesa di ogni nazione: l’onere italiano è davvero alto per le famiglie già in crisi e sta avendo conseguenze più rilevanti rispetto agli altri paesi dell’Unione Europea.

conto-corrente-spesa

Lo studio condotto dall’associazione italiana si è basata sui dati raccolti dal commissario europeo ai servizi finanziari Michel Barnier: i costi dei conti correnti italiani risultano i più alti (295 euro ogni anno). Seconda posizione per la Spagna (211 euro/anno) e segue la Lettonia con un costo annuo di 164. La Bulgaria invece è il Paese più conveniente: la gestione del conto corrente costa solo 43,57 euro all’anno.

Commenti Facebook: