Contatore elettrico: come effettuare la lettura

Il contatore elettronico è uno strumento che dal 2001 sta gradualmente sostituendo il tradizionale contatore elettromeccanico, per questo è utile capire come leggerlo anche per garantirsi un risparmio; infatti il primo e più importante vantaggio che offre è quello di rendere il consumatore più protagonista nella gestione dei propri consumi.

Questo significa infatti che è molto più comodo monitorare le proprie spese e conoscere i consumi dei propri elettrodomestici ed apparati elettrici. Inoltre la telegestione, ovvero la gestione a distanza del contatore, rende più trasparente il rapporto con il proprio gestore di energia elettrica e anche più facile la lettura della bolletta.

Spariscono dalla circolazione, infatti, le famose bollette di conguaglio, in quanto la bolletta sarà calcolata sui consumi reali.

 

Come si presenta il contatore

Guardando frontalmente il contatore si trovano:

– un display centrale sul quale compariranno i vari dati legati al consumo ed alle fasce orarie. Nell’angolo in basso a sinistra deve essere sempre riportata l’informazione L1, L2, L3 (se trifase);

– un pulsante di lettura che permette di visualizzare in sequenza dati che ci servono;

– due luci rosse a sinistra accanto al display. Sono indicatori di consumo, se lampeggiano significa che c’è consumo di energia elettrica;

– un interruttore in basso a sinistra per interrompere o riattivare l’alimentazione di energia.

Se non sai qual è il tuo contatore perché nel tuo edificio ce ne sono tanti, è sufficiente leggere il “Numero presa ( POD)” nella propria bolletta della luce. Questa è la prima informazione che viene visualizzata sul display premendo il pulsante.

 

Come leggere il display del contatore elettronico

Premendo il pulsante di lettura, si vedrà apparire in successione sul display le informazioni:

1) Numero di presa, POD che identifica il punto di fornitura e individua fisicamente il contatore;

2) La tariffa applicata al momento della lettura in base al profilo contrattuale: con la sigla T3 si identifica il contratto a tariffa fissa, T2 e T3 alternativamente nelle ore a maggior e minor costo definiscono un contratto a tariffa bioraria.

3) Pot. istant, che sta per Potenza istantanea. Ovvero i chilowatt assorbiti dall’impianto al momento della lettura. Viene aggiornata ogni due minuti. Se vuoi sapere quanta potenza assorbe un singolo elettrodomestico, basta spegnere tutti gli altri e lasciare acceso solo quello di cui vuoi conoscere la potenza.

Successivamente a questi dati appariranno i dati relativi ai consumi ed alla potenza assorbita

1) Lettura del periodo corrente, indica il consumo in chilowattora registrato per ogni fascia oraria fino al momento della lettura. Con A1 indica la lettura in chilowattora utilizzata in fascia oraria F1, A2 quella in fascia oraria F2, con A3 quella in F3.

2) L’energia reattiva, ovvero il consumo di energia registrato per ogni fascia oraria. Quest’energia viene addebitata in bolletta se è uguale o superiore del 50% dell’energia attiva consumata e solo in casi di potenza superiore ai 16,5 chilowatt.

3) La potenza massima del periodo corrente, ovvero il massimo prelievo in chilowatt registrato per ogni fascia oraria.

4) La potenza massima del periodo precedente, in caso di tariffa bioraria appariranno P2 ( potenza massima in KW nelle ora a maggior costo

5) La data

6) L’ora

Cosa succede in caso di superamento della potenza disponibile

Il contatore elettronico effettuerà 3 verifiche, una al 2º, una al 92º e una al 180º esimo minuto dall’inizio del superamento. Se al 182º  minuto non è stato ridotto il carico, automaticamente avverrà il distacco e un messaggio rimarrà sul display per qualche ora.

 

Cosa permette la telegestione

– effettuare modifiche contrattuali, per esempio attivare o cessare a distanza la forniture

– leggere a distanza i nostri consumi

– ricevere bollette calcolate sui tuoi consumi reali

 

Questi sono alcuni consigli su come leggere il contatore della luce, ma per continuare a risparmiare sul consumo elettrico si può confrontare le tariffe dei diversi operatori e scegliere quella più conveniente attraverso il comparatore per l’energia elettrica di SosTariffe. 

Commenti Facebook: