Consumi energia ancora giù: ad aprile -2,9%

Anche ad aprile 2014, i dati Terna segnano un nuovo calo nel consumo di energia elettrica, pari al 2,9% rispetto allo stesso periodo del 2013, quando il Paese era in piena recessione. Secondo Terna la nuova flessione non è dovuta alle temperature miti né a cause stagionali. Siccome la domanda elettrica sale e scende con l’attività industriale, il nuovo calo fa pensare se effettivamente c’è una ripresa economica in Italia o meno.

nuovo calo energia elettrica, ripresa economica ancora lontana
Energia elettrica ancora in calo: la ripresa economica non si vede

Recentemente i dati del Pil 2014 evidenziano una lieve ripresa economica in atto; tuttavia, i numeri diffusi dalla Terna sui consumi di energia elettrica sembrano dire il contrario.

In effetti, i dati Terna – che gestisce tutta la rete nazionale ad alta tensione – evidenziano che ad aprile 2104 l’energia elettrica richiesta in Italia, pari a 24,0 miliardi di kWh, ha segnato un nuovo calo del 2,9% rispetto ad aprile 2013. Questo vuol dire che i consumi energetici – legati in maniera strettissima con l’attività industriale –  sono stati più bassi rispetto ad un momento in cui l’Italia era in piena recessione.

Che nel mese appena concluso le temperature siano state più mite rispetto ad aprile 2013 non c’entra. Secondo i dati depurati dall’effetto della variazione di temperatura, la domanda di energia elettrica di aprile 2014 continua a segnare un calo, stavolta del 2,8% .

La variazione destagionalizzata della domanda elettrica, ovvero confrontando marzo ed aprile 2014 risulta positiva, con un aumento pari all’1,5%. Tuttavia, la tendenza rimane negativa nel complesso dei primi quattro mesi del 2014 rispetto allo stesso periodo del 2013, con un calo del 3,5% (a parità di calendario -3,4%).

Confronta Tariffe Energia Elettrica »

Commenti Facebook: