Consumi di elettricità in calo per il secondo anno consecutivo

Secondo quanto affermano i primi dati provvisori elaborati da Terna sul fabbisogno di energia elettrica del 2013, i consumi sul territorio italiano sarebbero calati del 3,4% rispetto al 2012, anno che si concluse – a sua volta – con una flessione dell’1,9% sul precedente 2011.

Calano ancora i consumi di elettricità in Italia
Calano ancora i consumi di elettricità in Italia

In termini generali – afferma Terna nella sua nota – si tratta del calo più consistente dall’inizio del secolo, secondo solamente a quello del 2009, quando il decremento su base annua fu del 5,7%. Complessivamente, affermano i dati provvisori, l’energia richiesta in Italia nel 2013 ammonta a quota 317,1 miliardi di KWh.

Per quanto invece attiene il solo mese di dicembre 2013, la quantità di energia elettrica richiesta nel nostro Paese è stata pari a 26,1 miliardi di KWh, in calo del 2,2% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, o del 2% se si tengono in considerazione gli effetti di temperatura e di calendario. Tra le flessioni più consistenti si registrano quelle in Sardegna (- 16,4%) e nella macroarea del Nord Ovest (- 7,8%).

Confronta le migliori tariffe Energia»

Infine, Terna ricorda come nello stesso mese di dicembre 2013 l’86,3% del fabbisogno energetico sia stato soddisfatto con produzione nazionale, mentre per quanto concerne la quota rimanente, pari al 13,7%, si tratta del saldo dell’energia scambiata con l’estero.

Commenti Facebook: