Consigli per tagliare le bollette del 30% in un condominio

Quando si danno consigli per risparmiare sulla bolletta della luce e/o gas naturale, spesso chi abita in un condominio può trovare alcuni inutili o inapplicabili, dato che in questi casi per molti interventi occorre il parere positivo del resto dei condomini. Tuttavia, con poche mosse è possibile tagliare le bollette del 30% in un condominio, e ottenere benefici positivi per tutti i residenti. Scopri come fare per ridurre le spese energetiche in un condominio.

tagliare le bollette in condominio
Vita di condominio: tagliare le bollette luce e gas è possibile

In Italia la maggior parte degli impianti energetici dei condomini sono obsoleti, ovvero non attrezzati con le nuove tecnologia della domotica, e spesso con caldaie centralizzate di dimensioni piuttosto esagerate rispetto ai reali bisogni del condominio.

Per questo motivo, si generano moltissimi sprechi che vanno ad aumentare inutilmente le bollette della luce e/o gas naturale dei condomini.

Tuttavia, attraverso alcuni interventi di efficienza energetica è possibile risparmiare sulle bollette energetiche anche in un condomino. Baste eseguire certi investimenti e collocare nuovi impianti, per ridurre fino al 30% la spesa energetica annua.

Tagliare le bollette in un condominio: come fare

Come già detto, prima di eseguire interventi di riqualificazione energetica in un condominio bisogna avere il consenso dell’assemblea. Secondo l’ultima riforma presente nel decreto Salva Italia, per ottenere il parere positivo occorre la maggioranza degli intervenuti sempre che rappresentino un numero di voti pari ad almeno un terzo del valore complessivo dell’immobile.

Con il via libera dell’assemblea, sarà necessaria una diagnosi energetica dell’edificio, per identificare eventuali sprechi e dispersioni, e determinare quali sarebbero gli interventi da eseguire per migliorare l’efficienza energetica del palazzo. Bisogna in questo momento rivolgersi ad aziende serie, qualificate e specializzate nell’individuare la classe energetica degli edifici.

Una volta identificati i problemi ed effettuata una diagnosi energetica, si dovrà votare in assemblea la miglior soluzione per migliorare l’efficienza energetica dell’edificio (ad esempio installando un pannello fotovoltaico). Di seguito, l’amministratore del condominio dovrà assegnare l’appalto per i lavori e ottenere, per ogni condomino, la detrazione fiscale oppure eventuali finanziamenti per i lavori.

Secondo gli specialisti, nell’arco di 4-5 anni verranno ammortizzati gli investimenti per migliorare l’efficienza energetica di un condominio; intanto però, avrete cominciato a tagliare le bollette del 30% annuo.

Più risparmio ancora con le tariffe del mercato libero

Infine, va ricordato che con le tariffe energia elettrica e/o gas del mercato libero è possibile risparmiare fino a 150-160 euro all’anno, a seconda della vostra città di residenza e dei propri consumi e abitudini.

Ad esempio, una famiglia numerosa con alti consumi di gas che abita a Roma può risparmiare ben 157 euro con E-Light Gas di Enel Energia; la stessa famiglia con la tariffa E-Light di Enel ma per la sua fornitura luce può aggiungere ulteriori 97 euro al risparmio annuo: avrà tagliato le bollette così di 254 euro in un anno.

Vai a E-Light Luce

Vedi anche i nostri consigli per risparmiare sulla bolletta della luce.

Utilizzate il nostro comparatore gratuito per mettere a confronto le migliori tariffe luce e gas del mercato libero e trovare quella che si adatta meglio alle vostre esigenze.

Confronta Tariffe Gas

Commenti Facebook: