Usa: connessioni ADSL in rame in declino, spazio alle nuove reti super veloci

La fine dell’ADSL “tradizionale” è vicina? Stando a quanto succede negli Stati Uniti, sembrerebbe di si: l’anno appena conclusosi, infatti, segna il passo delle nuove tecnologie a discapito della “vecchia” rete Internet. Sempre più clienti, quindi, emigrano verso la fibra ottica o via cavo. I dati delle compagnie più importanti del settore, come Verizon e AT&T abbiano perso in totale più di un milione di abbonati e ne abbiano guadagnato molti altri su nuovi tipi di servizi per la connessione Web.

Questo trend è ancora più forte grazie ad una maggiore presenza sul territorio statunitense di reti in fibra e infrastrutture in grado di offrire delle alternative alle connessioni in rame, con costi non più proibitivi e, in alcuni casi, praticamente identici ad alcune offerte ADSL classiche.

Un altro aspetto che sta cambiando notevolmente le abitudini di connessione è, a nostro avviso, l’affermarsi dell’Internet mobile super veloce: dall’HSPA e HSPA+ degli ultimi anni si passa alla tecnologia 4G LTE (Long Term Evolution), già disponibile negli States e in arrivo anche in Europa. Questo standard consente, per chi non lo sapesse, di raggiungere velocità eccezionali, fino a 100 Mbps.

Vedremo se il trend registrato negli USA si estenderà nel resto del mondo nei prossimi mesi, cambiando definitivamente il volto delle infrastrutture Internet e delle connessioni utente globali.

Commenti Facebook: