Congelamento rate di prestiti e mutui per PMI virtuose e cittadini

E’ prevista per la prossima settimana la conclusione dell’accordo tra Associazione Bancaria Italiana, associazioni di imprese e associazioni dei consumatori, finalizzato al congelamento per 3 anni della quota capitale di prestiti e mutui per piccole e medie imprese e cittadini.

In arrivo l'accordo per la sospensione delle rate di prestiti e mutui
Richiedi un preventivo per il tuo prestito

L’accordo sarà il frutto di un emendamento alla legge di stabilità presentato dal parlamentare Francesco Cariello del Movimento 5 Stelle, denominato “Imprese in Ripresa”, il cui obiettivo è quello di aiutare, attraverso la sospensione o l’allungamento dei finanziamentiCittadini e piccole e medie imprese in difficoltà nell’estinzione del credito. L’accesso è riservato alle imprese che abbiano determinati requisiti.
Scopri le migliori offerte di prestito
Infatti, come si legge in estratto della bozza dell’accordo pubblicata dall’Agenzia ANSA, si legge che vi potranno accedere solo le PMI senza “posizioni debitorie classificate dalla banca come ‘sofferenze’, ‘inadempienze probabili'”, che non abbiano “esposizioni scadute e/o sconfinanti da oltre 90 giorni”.

Le banche, nell’istruire le pratiche, pur fatti salvi il rispetto delle procedure e la loro autonoma valutazione delle richieste ricevute, dovranno attenersi al principio di sana e prudente gestione.

Le piccole e medie imprese che chiederanno la sospensione delle rate del finanziamento, dovranno ricevere risposta da parte delle banche, di norma, entro 30 giorni lavorativi decorrenti dalla data di presentazione della domanda.
Entro il 31 dicembre è prevista la revisione dell’accordo ad opera delle parti firmatarie al fine di apportarne dei miglioramenti o degli adeguamenti a obblighi normativi e regolamentari. Le parti possono procedere al recesso motivato dall’accordo entro il 31 dicembre di ogni anno.

Commenti Facebook: