Conciliazione energia, in 9 casi su 10 risolto il problema

In 2 anni sono state inoltrate oltre 2.500 richieste al Servizio Conciliazione dell’Autorità dell’energia elettrica, il gas e il sistema idrico (AEEGSI), il 50% in più rispetto al primo anno; è stato ammesso l’80% delle richieste, e si è arrivato alla conciliazione in poco meno della metà dei casi. Di questi, 9 su 10 sono stati risolti grazie alla conciliazione.

conciliazione energia
Il servizio conciliazione energia dell'AEEGSI funziona: lo dimostrano i numeri

Sono questi i principali risultati del Servizio Conciliazione dell’Autorità dopo due anni di attività, diffusi in un recente comunicato stampa, dove si legge anche che a partire dal prossimo 1° luglio il Servizio verrà esteso anche ai prosumer (i produttori-consumatori) e tutti i distributori e fornitori della maggior tutela energia elettrica.

Il servizio gratuito di conciliazione online è stato avviato dall’AEEGSI ad aprile 2013 con l’obiettivo di risolvere, attraverso l’assistenza di un mediatore formato sui temi energetici, eventuali controversie con gli operatori del settore dell’energia elettrica o del gas.

Attualmente gestito da Acquirente Unico S.p.A., per fruire del servizio basta collegarsi sul sito conciliazione.energia.it; possono farne uso i clienti (domestici o piccole imprese) o i loro delegati, associazione dei consumatori comprese. L’utilizzo del sistema online richiede: computer o altri dispositivi (es.smartphone) collegati ad Internet; dispositivi audio (microfono, cuffie o casse); webcam (consigliata).

La partecipazione al Servizio è volontaria, ma ad oggi risultano iscritte 24 società del settore, fra le quali Acea Energia, GDF SUEZ Energia, eni, Iren Mercato, Trenta ed altri.
Scopri le offerte GDF SUEZ

I numeri della conciliazione degli ultimi due anni

Stando ai risultati diffusi dall’Autorità in un recente comunicato stampa, nel primo anno del servizio sono state ricevute poco più di 1.000 richieste, mentre negli ultimi 12 mesi le domande sono state oltre 1.500, arrivando a 2.506 richieste in totale nel biennio.

Il 45% delle richieste è stato presentato dalle associazioni dei piccoli consumatori, il 33% da altri soggetti delegati, mentre il cliente ha avviato direttamente la procedura nel 22% dei casi. Il 76% delle domande è stato ammesso alla procedura e l’operatore ha aderito nel 44% dei casi. Nell’88% delle occasioni in cui società e consumatore si sono trovati almeno una volta in una di queste “stanze virtuali” si è arrivato ad un accordo, in una media di 62 giorni (sui 90 disponibili, prorogabili per massimo altri 30) con numerose controversie risolte in soli 14-21 giorni.

Per quanto riguarda la natura dei problemi, nel 68% si trattava di errori in fatturazione (doppie bollette, conguagli, consumi stimati, letture di switching), mentre c’è stato un 11% di problematiche contrattuali (morosità, distacchi e volture).

La maggior parte dei casi (64%) il valore della controversia non superava i 2.000 euro, dimostrando quanto è comodo questo strumento per risolvere casi di modica entità, che sarebbero inutilmente costosi in sede giudiziale.

Sul sito del Servizio Conciliazione si possono avere ulteriori informazioni, scaricare la brochure informativa e le FAQ così come prendere visione di un tutorial video che spiega come si attiva la procedura.
Confronta Tariffe Energia Elettrica

Commenti Facebook: