Con l’assicurazione falsa ci rimette anche il cliente

64 soggetti denunciati a Brindisi per assicurazione falsa e truffa, ed è solo la punta dell’iceberg. Non tutti sanno che a rimetterci, non è solo chi produce e commercializza un tagliando falso, ma lo stesso cliente che si rivolge ai malviventi per ottenere assicurazioni economiche. Concorso nel reato di truffa: è questa la pesante accusa che grava sui conducenti brindisini che hanno acquistato l’Rca incriminata.

Chi acquista un Rca contraffatta e circola con tagliando falso rischia il concorso di colpa nel reato

Una brutta sorpresa per chi a Brindisi negli scorsi mesi ha acquistato un’assicurazione falsa. Per il concorso nel reato di truffa sono previste pene pesanti anche per il cliente che, attratto da assicurazioni economiche oltre le tariffe di mercato, si è munito di tagliando falso in beffa alle norme sull’Rca.

Sono 64 i soggetti accusati di truffa per assicurazione falsa a Brindisi, dove la pena maggiore è stata comminata ad una vera e propria serigrafia per la produzione di assicurazioni– fintamente economiche  -, mentre accusati di concorso nel reato per la circolazione, sono stati propri i clienti attirati dall’Rca a basso costo.

Tagliando falso, contraffazione di certificati medici e di referti di pronto soccorso, falsa produzione di certificati di proprietà: gli investigatori della Guardia di Finanza hanno scovato una vera e propria fabbrica di illeciti relativi all’Rca.
Confronta preventivi RC moto
Dotarsi di un’assicurazione falsa dunque, non costituisce rimedio alla difficoltà di reperire assicurazioni economiche ma aggravamento delle responsabilità di chi acconsente a dotarsi di tagliando Rca falso. Per non incappare nel concorso di reato una delle possibili soluzioni è confrontare i preventivi Rc auto ed Rc moto online per trovare una polizza scontata ma valida.
Confronta preventivi RC auto

Commenti Facebook: