Commissioni pago bancomat, Antitrust apre un’istruttoria

La nuova commissione interbancaria di 10 centesimi, applicata su tutte le operazioni con carta bancomat a partire dal 3 gennaio 2014, potrebbe impedire politiche economiche concorrenziali secondo l’Autorità garante della concorrenza. Per questo motivo, è stata aperta un’istruttoria per verificare che questa commissione uniforme non restringa la competizione tra le banche a svantaggio dei consumatori.

commissioni pago bancomat, quanto costa usare la carta bancomat
La nuova commissione interbancaria di PagoBancomat potrebbe limitare la concorrenza

Dopo l’introduzione della nuova commissione uniforme di 10 centesimi di euro, applicata su tutte le operazioni con carta PagoBancomat a partire dallo scorso 3 gennaio, l’Autorità garante della concorrenza ha deciso di aprire un’istruttoria.

L’Antitrust infatti vuole verificare se la determinazione della commissione per i pagamenti con la carta Bancomat del proprio conto corrente, stabilita dal Consorzio Bancomat, rappresenta una restrizione della concorrenza «tale da limitare la competizione tra le banche a svantaggio degli esercenti e dei consumatori finali», secondo si legge in una nota dell’Autorità.

Questa nuova commissione interbancaria riguarda tutti i pagamenti effettuati con carta bancomat di bollette o fatture commerciali presso gli esercenti responsabili della riscossione. Siccome è una commissione uniforme (10 centesimi di euro per tutti i casi), l’Antitrust considera che «una soglia di costo minima potrebbe impedire politiche commerciali concorrenziali nell’offerta del servizio nei confronti degli esercenti e dei consumatori finali».

Attualmente, il Consorzio Bancomat è rappresentato da 594 soggetti tra cui banche, società capogruppo di gruppi bancari e i più noti operatori non bancari che forniscono servizi di pagamento, come ad esempio le Poste Italiane. Il procedimento dovrà concludersi entro il 19 febbraio 2015.

Confronta Conti Correnti »

Commenti Facebook: