Come usare Translator di Skype

È finalmente uscito dalla fase di preview Translator, la nuova funzione Skype che consente di tradurre in tempo reale la voce in quattro diverse lingue (italiano, inglese, spagnolo e mandarino), e il testo di ben 50 lingue. Pertanto, da qualche giorno il nuovo servizio Microsoft è a disposizione di tutti gli utenti interessati. Ma come funziona?

Alcune indicazioni per poter utilizzare congruamente il servizio Translator
Alcune indicazioni per poter utilizzare congruamente il servizio Translator

Il funzionamento di Translator è abbastanza semplice o, per lo meno, lo è dal lato user. Di fatti, il sistema può apprendere in maniera automatica i diversi modi di parlare delle persone e, una volta ascoltata la frase, è in grado di analizzarla e confrontarla con milioni di campioni audio precedentemente registrati, riuscendo dunque a trasformarla in una sequenza di possibili parole, in formato testo. Successivamente il sistema effettua una revisione del testo, rimuovendo eventuali ripetizioni, intercalare e balbuzie, e riuscendo pertanto a compiere la migliore scelta possibile. Considerando che difficilmente il livello di accuratezza sarà dei migliori – soprattutto nella fase iniziale – Skype permetterà comunque di poter vedere anche l’originale scritto nella chat.

Stando a quanto dichiarano dalle parti di Microsoft, il riconoscimento della lingua avverrà in tempi molto rapidi, quando la persona dall’altra parte dello schermo sta ancora parlando e, in linea di massima, con una comune connessione ADSL casa. Non solo: lo stesso avverrà anche mentre la traduzione è ancora in corso. Dunque, si potrà ascoltare la traduzione a volume elevato e la voce dell’interlocutore a volume più basso, seguendo pertanto direttamente la traduzione, e avendo dunque una conversazione più comoda.

Confronta offerte ADSL

Se invece si preferisce leggere solo la trascrizione, è possibile disattivare l’audio della traduzione (salvo poi riattivarlo in un secondo momento, sulla base delle specifiche preferenze dell’utente). Rimane ora da comprendere se la nuova funzionalità di Skype, già sistema di chiamate VoIP più fruito del mondo, possa o meno rivoluzionare il meccanismo delle traduzioni istantanee andando pertanto a rendere inutile una mediazione di natura linguistica.

Per quanto attiene più pragmaticamente il suo utilizzo, per poter fruire dell’opzione di traduzione occorrerà effettuare il download del servizio dal sito Skype, e abilitare quindi l’opzione per la traduzione simultanea all’interno delle singole finestre di chat (l’opzione viene disattivata di default). Fatto ciò, la fruizione del servizio è estremamente intuitiva, consentendo altresì di modificare lingue di destinazione in modo rapido, pur conservando sotto il messaggio originale.

Secondo gli sviluppatori, l’algoritmo di ricezione del parlato e di contemporanea traduzione dovrebbe esser stato significativamente migliorato rispetto al lancio di un anno fa. Voi che ne pensate? Lo avete testato?

Commenti Facebook: