Come usare Spotify e DAZN con Sky Q 

Arrivano Spotify e DAZN nella sezione App dell’avveniristico decoder Sky Q: un modo per avere solo una piattaforma di riferimento per tutte le proprie necessità di streaming, a un prezzo dedicato e con una vastissima scelta tra contenuti sportivi (comprese Serie A e Serie B) e milioni di canzoni a disposizione degli utenti. E l’anno prossimo sarà il turno di Netflix.

E dal 2019 arriveranno anche le app di Netflix e YouTube

Le novità di Sky Q

Per Sky la situazione della televisione on demand non è certo la stessa di qualche anno fa: i nuovi arrivati come Netflix o DAZN hanno aumentato parecchio la concorrenza nel settore, e anche un’azienda che ha segnato la storia dei contenuti video a pagamento in Italia deve per forza continuare a innovare per non perdere quote di mercato. In questo senso, l’esordio del decoder Sky Q l’anno scorso ha rappresentato un grande novità per nuovi e vecchi clienti di Sky, con tante funzionalità in più e la possibilità di ospitare anche altre note realtà dello streaming, tra cui Spotify e la stessa DAZN.

Una logica sempre più integrata

Insomma: alleanza, più che concorrenza, considerando che a sparigliare le carte è stato proprio l’accordo di qualche mese fa tra Sky e Mediaset Premium che metteva fine al duopolio di fatto degli ultimi anni, tanto che perfino Netflix e YouTube arriveranno con le loro app su Sky Q. Nel frattempo è il turno di Spotify e DAZN, con la possibilità di ascoltare milioni di brani in streaming e di assistere a tutti i contenuti sportivi della televisione del gruppo Perform, come 3 partite di Serie A per ogni giornata di campionato, la Serie B, la Ligue 1 francese, la Liga spagnola e molto altro.
Confronta le offerte di Sky »
Utilizzare DAZN e Spotify con Sky Q è semplicissimo: basta collegarsi alla sezione App e scegliere l’applicazione dedicata, da cui poi sarà possibile fare il login inserendo le proprie credenziali. Come ricorda Sky, tutti i clienti «possono aderire alle offerte DAZN a condizioni dedicate, compresi coloro che hanno già un account DAZN, e sono disponibili diverse opzioni per venire incontro a tutte le esigenze».

E c’è anche il controllo vocale

DAZN e Spotify non funzionano soltanto sul decoder Sky Q principale, ma su tutti quelli connessi a Internet: quindi Sky Q Platinum, Sky Q Black e perfino gli Sky Q Mini che consentono di accedere ai contenuti di Sky anche dagli altri televisori di Sky.

Secondo una nota del gruppo, «l’arrivo delle app Dazn e Spotify segna una tappa importante della roadmap di Sky Q, che ha ormai aperto la strada a una serie di funzionalità che esaltano e continueranno a far evolvere ulteriormente l’esperienza di visione. Oltre al 4K Hdr (High Dynamyc Range) e a Sky Q Black, da fine settembre è possibile anche interagire con Sky Q in modo del tutto nuovo con il Controllo Vocale».

Commenti Facebook: